NON SOLO MAMMA...... (per l'appunto)

Una mamma, ovviamente non è mai, solo una mamma. Prima di tutto è una donna, e poi, con molta probabilità, una compagna o moglie che sia.
Avere più di una “personalità” è un duro lavoro. Se sei in ferie dall’occupazione mamma, di certo sei impegnata in quella di donna, che inevitabilmente, implica un doppio turno, in quella di compagna/moglie/fidanzata e, per le più impegnate, amante.
Dismessi gli abiti, unti di brodo vegetale e tempestati di minestrina, entri in scena con un outfit  (come va tanto di moda dire ora), da far impallidire la Sig. a E.L.James (e non fate finta di non sapere chi sia!!!).
Quindi non appena il pupo dorme, si avvia la trasformazione e si entra in scena.
Detta così fa un po’ paura, e da tanto l’idea di finzione all’Anastasiya Shpagina, ma in realtà è semplicemente un re-incontrare te stessa, ai tempi delle notti folli, piene di sorrisi ubriachi, dove ancora camminavi su un bel paio di tacco 12 (pur non essendo Louboutin), e riuscivi a mettere perfino l’eyeliner, senza sbavature.  
Certo i tempi non sono più quelli, le cose sono cambiate un bel po’, ma non è che con questo tu abbia giustificazioni. C’è solo da trovare tempi e modi nuovi.
Diffido di chi, a volte con sufficienza, si vanta di trascurare la propria metà, che poi non è altro che un trascurare la coppia e di conseguenza noi stesse. Di chi si è oramai dimenticata di pizzi neri, sguardi romantici e vive solo per pannolini e incontri con il pediatra.

Stamattina, in fila alla posta, mi sono imbattuta in questa conversazione: “Dà quando è nata…..non ho un minuto per me, ma almeno ho la scusa per tenere mio marito fuori dalle scatole, e non devo dire sempre di avere il mal di testa!!....lui mi dice che sono acida e poi è lo s…o che sta sempre davanti alla TV”....a parte che il motivo per cui lui sta sempre davanti alla TV, ti dovrebbe apparire limpido e cristallino (così com’è apparso a me), ma come si fa a dire (raccontare), una cosa di questa portata???? Non credi di avere qualche problemino, se ogni sera ti devi far venire il mal di testa? E non lo dico per quel povero cristiano che ogni sera si becca Bruno Vespa come compagno di vita, ma per te, che vivi con estrema fatica ed enorme supplizio quello che, invece, è considerato il motore che fa muovere il mondo e che trasforma noi donne, in mamme.

Non sono discorsi rari, questi. Le voci che circolano, tra amiche e non, ci vedono, sempre più spesso,  come delle asessuate, che una volta riprodotte, perdono qualsiasi tipo di interesse per  la conservazione della specie.  Hanno “utilizzato” il malcapitato per concretizzare un loro personalissimo progetto di vita e ora lo mettono li, lo accantonano. Ora sono mamme, non possono occuparsi anche di lui, già hanno un figlio a cui badare.
Ma non è di lui che ti devi occupare, è di te, è di voi e della vostra vita che, si presume, anche tu vorresti felice!!!
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

14 commenti:

  1. Cavoli che persone che ci sono in giro!!!
    Un domani, quando i figli se ne andranno e lei resterà in casa sola con lui...che scusa prenderà?? Forse il marito la farà ricoverare in un centro per le cefalee.. ;)

    RispondiElimina
  2. Mi è capitato di sentire discorsi del genere e mi son sempre cadute le... braccia! Ma mica è una medicina dal sapere amaro! Che tristezza....

    RispondiElimina
  3. E' indubbio che, post-bimbi, la vita di coppia si complichi. Si tratta solo di riorganizzarsi ed usare un po' di fantasia, che tra l'altro fa anche tanto bene ed e' anche moooooltoooooooo divertente!!! Amo il Principe Azzurro, l'ho scelto come compagno per la vita ed e' con lui che voglio passarla. Il sesso da solo, di sicuro non e' sufficiente ma di certo e' INDISPENSABILE

    RispondiElimina
  4. ma la signorina Anastasiya non lo conoscevo?? mette quasi paura....! per il resto concordi pienamente con te, la coppia non va mia trascurata anche perchè sono le radici, le fondamente della famiglia e se salta quella salta tutto. Credo però che alla base ci debba essere l'AMORE e quello a volte non è così scontato....nel mio ultimo post dico più meno le stesse cose;-)) baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che per me e' così bello stare con il Principe che proprio non c'arrivo a capire certe cose...pero' hai detto bene tu...alla base ci deve essere l'amore!!!

      Elimina
  5. Quel tipo di donna é una vera e propria calamita per un bel paio di corna.
    Em..... Sono stata un po' troppo secca? É che sono pragmatica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potevi dirlo meglio di così!!!

      Elimina
  6. Hai ragione, soprattutto non credo che il problema sia la presenza dei figli. Molto peggio è l'abitudine, io cercò di tenerla lontana ma mi rendo conto che dopo più di vent'anni insieme alle volte veniamo travolti dal "dare per scontato". Devo rispolverare un po' la fantasia, come dici tu ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vent'anni di vita insieme vogliono sicuramente dire tanto amore e di sicuro tanta fantasia!!! :-))

      Elimina
  7. Difficile non entrare nella routine nel dimenticarsi l'uno dell'altro. Difficile essere sempre presenti,. belle, interessanti, mai stanche. Ci vorrebebro giornate fatte di 36 ore e tanto, tanto tempo in più. A volte sono così stanca che mi dimentico anche il mio nome, altre non mi sento compresa. Credo che sia così per tutte. E' la vita. Alti e bassi.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La routine per certi aspetti è positiva, è segno di confidenza, di un rapporto stabile, dove non c'è bisogno continuamente di dimostrare per..., l'importante è non farla degenerare in routine negativa, dove diamo tutto per scontato e dove, più spesso, ci dimentichiamo di noi. Non è facile di sicuro, ma le cose belle non sono mai facili. ;-)

      Elimina
  8. beh, ti dico una cosa.. da quando Mattia è nato non ti nego che io, fisicamente parlando, non mi sento benissimo. Quei chili in più che ci sono (occhio, non sono ancora un barile ma certo 5-6 kg andrebbero buttati via) non riesco a smalitirli perché davvero non ho tempo e quando ce l'ho sono stanca morta per cui lo impiego riposandomi.. ma per esempio la domenica ho scoperto il piacere di truccarmi e di farmi un po' carina.. cosa che io nei miei primi trent'anni ho fatto molto di rado!!! ehehe diciamo che questo aspetto non ha mai contato un granché.. sarà che è sempre stato così ma io e lui abbiamo sempre "funzionato" in questo modo. Fattostà che, però, non sentendomi esattamente a mio agio come era prima della gravidanza diciamo che un bel giorno ho ri-scoperto l'armamentario dei trucchi.. a partire dal primer viso per arrivare... non all'eye-liner ma alla matita.. e devo dirti che oltre a sentirmi molto meglio io.. diciamo che ho incontrato gli apprezzamenti calorosi del mio lui!! non che non ci siano, ma veramente noto la differenza quando mi sistemo per benino rispetto a quando sono un po'.....ehhhmmmmm trasandata!! questo per dire che veramente la felicità della vita di coppia, di famiglia, passa attraverso di noi.. ovviamente questo è l'aspetto più esteriore (che però per me è abbastanza una novità ti dirò) ma che, al di là del valore estetico, ha anche il valore aggiunto di essere un piccolo regalo per lui e per noi.. il segno della volontà di essere al meglio per la persona che si ama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna di noi credo sia perfetta, tra i souvenir delle gravidanze, i chili in più sono senza dubbio i più gettonati, però hanno molta importanza se sono supportati dall'amore verso noi stesse e verso il nostro compagno. A volte basta poco, come hai detto tu, un velo di trucco, un filo di rossetto e un pò di intraprendenza per rendere tutto squisitamente bello!!!

      Elimina
  9. hai perfettamente ragione... è di noi che dobbiamo prenderci cura

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso