LE SFUMATURE BLU DEL COLORE ROSA


  
Lei è una forza lo so, una tosta, una dura, direbbero dalle mie parti, una che ha già capito che non sempre le cose vanno come vorremmo, a volte, vanno semplicemente come devono andare e, in un modo o nell'altro, bisogna adeguarsi. Trenta settimane dentro di me per prepararsi e, in qualche modo adattarsi, a quel che troverà fuori.

La mia prima gravidanza azzurra ha visto tante coccole, per me, per la vita che portavo dentro, per il suo nido, passeggiate all'ora di pranzo tra la campagna e i suoi paesaggi, massaggi agli oli profumati, una cuffia appoggiata sulla mia pancia, per far ascoltare le canzoni della mamma, momenti sdraiati sul divano a farci carezze e raccontarci storie. Un papà che attraverso il "microfono", parlava, parlava e ancora parlava mentre la sua mano attenta, percepiva il più piccolo dei movimenti.
La vita che scorreva si frenetica ma tranquilla, pochi i pensieri, solo speranze e dolci promesse di un futuro che stavamo scrivendo giorno per giorno. Il tempo dilatato. La serenità di una famiglia che era solo agli inizi ma che sapeva di poter andare lontano.

La mia seconda gravidanza rosa non ha avuto niente di tutto ciò. Non ci sono state passeggiate all’ora di pranzo, nessun massaggio e niente musica. Pochi i momenti per noi e un papà stanco e pensieroso, che va avanti oltre le forze.
Molte le notti insonni a guardare il soffitto e a cercare soluzioni ai problemi quotidiani, il tempo tiranno e minaccioso nel suo scorrere. La nostra vita frenetica e per niente tranquilla, i tempi cambiati e il futuro incerto.
I miei sorrisi, i pensieri belli e le serene speranze, hanno lasciato il posto ai malumori, al vivere in bilico, al non avere certezze e a volte nemmeno speranze. La nostra famiglia è sempre unita ma quanto lontano andremo, non lo sappiamo più.

Eppure lei c'è, è qui, sta crescendo bene, nonostante tutto, lancia colpi e fa capriole, ma non chiede attenzioni in più. Si sta attrezzando da sola lasciando spazio a chi già c’è, senza pretese.
Sento, anzi so, di averla trascurata, di non essere riuscita a dare lo stesso peso, di non essermi "riguardata" abbastanza, di aver tralasciato troppe cose e di non poter più porvi rimedio, ma so anche che in questi mesi è nata una complicità strana, un legame speciale tra “donne”, di quelle che si dicono: “Ti capisco, non ti preoccupare”, di quelle che si stanno vicino senza pretendere, e che sanno che,per avere dalla vita, in qualche modo bisogna lottare. Ha subito il mio stress, i malumori, il lavoro che non gira e la casa troppo piccola, senza disturbare.
Sta lì in attesa che arrivi il suo turno, aspetta di mettere la sua testolina fuori, presentarsi e iniziare a dare il suo “contributo”. Sarà una guerriera lo so, una di quelle che non fermerà nessuno, che butterà il cuore oltre l’ostacolo e correrà per andare a riprenderlo, perché se è vero che lei è rosa, sa già quanta potenza ci può essere nel suo colore, che a volte e inaspettatamente, brilla di sfumature blu, oltre gli stereotipi.

Con questo post partecipo al Blog Tank di Il Bambino di Donna Moderna


Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

45 commenti:

  1. mi stavo preuccupando di non leggerti da un po'...
    ti auguro una secondogenita grintosa, che sappia prendersi gli spazi che il fratello proverà a scippargli... povera te in mezzo! (io già mi fascio la testa del : ce la farò quando dovrò gestirne due!?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche novità in arrivo?!?!? ....l'ultima frase fa pensare!!! ;-)))

      Elimina
  2. Ciao Mamma Piky,
    ti conosco ora e scopro che: che bello sei incinta!

    E intanto che continuo a leggerti, auguri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, dopo Cestìno e' in arrivo per maggio Cicina...nuovo giro, nuova corsa, chissà chi vincerà?!?!?! Piacere di averti qui!!!

      Elimina
  3. adoro il tuo modo di scrivere! La piccola nasce già fortunata per avere una mamma così speciale e una famiglia che l'adorerà! Un abbraccio sono felice di leggere che state bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Tutto si consuma in mezz'ora poco più, mi parte l'ispirazione e mi butto...non sempre mi piace l risultato ma di certo rappresenta il vero stato d'animo del momento.

      Elimina
  4. Sarà una guerriera proprio come la sua meravigliosa mamma ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sua mamma ultimamente sta perdendo colpi!!! Sarà l'età?

      Elimina
  5. Anch'io mi sono sentita in colpa nella seconda gravidanza, perchè con la prima ho avuto più cura della pancia, più attenzioni verso quell'esserino che cresceva dentro di me. Con il secondo si dà tutto per scontato, più aggiungici tutti i problemi del caso... Ma lei come hai detto tu è forte, è una donna, e poi lì dentro sta benissimo c'è tutto quello di cui ha bisogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto che forza=uomo e' un stereotipo, che tra l'altro e' anche passato di moda. La forza e' forza, rosa o celeste che sia.....ma io mi sento in colpa lo stesso!!! ;-)))

      Elimina
  6. Cerca di isolarti dai brutti pensieri e parlale, accarezzala e fai qualche passeggiata, ascolta musica e canta..lei sente lo stress e ha bisogno come te di un pochina di serenità!!provaci per lei e per te..vedrai che starete meglio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura anch'io che lei senta il mio stress, il periodo on proprio buono e le difficoltà che crescono. Per lei e per me ho preso una decisione molto importante che spero porterà un nuovo equilibrio.

      Elimina
  7. I secondi nascono sempre con una marcia in più :D! Va così: l'importante è che tu non ti trascuri però. Mi raccomando :D!
    Un abbraccio :D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oramai il "danno" e' fatto!!! Da un punto di vista medico ho seguito tutto alla lettera ma solo da quello.
      Condivido la marcia in più!!!

      Elimina
  8. Originale questo uso dei colori per descrivere la tua esperienza di donna incinta per la seconda volta e il carattere che speri abbia tua figlia...sono certa che sarà proprio come la descrivi...come te, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci provo...non sempre ci riesco, l'età, la stanchezza, le delusioni, mettono alla prova le forze più dure, e la mia in alcuni momenti vacilla. La sua non dovrà farlo.

      Elimina
  9. Anche Miciomao è nato in un periodo molto turbolento della nostra famiglia. E' arrivato dopo un intenso dolore che ancora mi trascino, a riempire un vuoto che avevo nel cuore. Come già sai ho lavorato fino al giorno del parto, non mi sono nè coccolata, nè vezzeggiata, avevo una famiglia da mandare avanti, un lavoro da svolgere e pochissimo tempo x me. E' nato un guerriero, si fa spazio, se li prende gli spazi. mai zitto, mai fermo...Chi sia colpa della gravidanza vissuta così? Mah! Lo stra-amo per come è, diverso non lo vorrei, lui è molto blu, ma ha una tenerezza nei miei confrontyi che è molto rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questa tua ultima frase rivedo molto anche Cestino ed e' bellissimo.

      Elimina
  10. Piky cara, nella vita tutto cambia, niente rimane immutato Purtroppo gli eventi condizionano il corso delle cose ma di sicuro oggi sarai una mamma più matura ad accogliere questa guerriera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il cambiamento in negativo che spesso non sappiamo affrontare e ci lascia in balia degli eventi, ma io ringrazio anche quelli, anzi forse soprattutto loro. Nella difficoltà paradossalmente ho sempre trovato una rinascita, un punto nuovo e migliore da cui ripartire. Sarà così anche stavolta.

      Elimina
  11. Vedrai che quando arriverà si riprenderà i suoi spazi alla grande!!
    Mancano dieci settimane cerca di godertele nonostante tutto ... che poi la pancia ci manca cosi tanto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa gravidanza e' volata anche per questo mio essere distratta da mille altre cose. Mi son trovata a meno di due mesi senza il minimo programma, la cameretta da ridipingere, la valigia da preparare, qualche vestitino da acquistare.....

      Elimina
  12. Devo confessarti che quando ho letto il titolo del post l'immagine che mi è apparsa alla mente è quella della principessa Aurora (di La Bella Addormentata) con l'abito da ballo che cambia continuamente colore a seconda delle scariche magiche di Serenella e Flora............. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa favola ultimamente mi "perseguita", Cestìno se ne è innamorato ed io la leggo e la racconto almeno un paio di volte al giorno!!!

      Elimina
  13. Quanto sei espressiva....
    e' fantastico leggerti!
    un bacio a te e alla tua piccola rosellina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle mie parole c'è Piky con tutti i pregi e i difetti...forse in questo post, più difetti che pregi!!!! ;-))))

      Elimina
  14. Tu le stai regalando la vita...e non ha bisogno di nient'altro...hai tutta la vita davanti per occuparti di lei, e darle attenzioni...non avere fretta!

    spero che le tue preoccupazioni non siano nulla di grave..
    anche io durante la gravidanza vivevo molte cose come problemi, piccole tragedie, ma e' solo che sei un po' piu' vulnerabile...tornera' il sereno, vedrai.. :)
    daling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un periodo di grandi svolte, di sicuro poco appropriate in concomitanza di una gravidanza ma in fondo l'ho scritto all'inizio del post......a volte le cose vanno come devono andare.

      Elimina
  15. Anche la mia piccola Gnagni è una maggiolina! Io ti auguro di vivere la stessa splendida avventura che ho vissuto con lei. Ho passato nove mesi combattuta dai tuoi stessi sensi di colpa, a malapena mi ricordavo di essere incinta, e quando mi è entrato nella zucca era perchè ero talmente in preda ai fastidi finali della gravidanza che non ne potevo più. Ma quando è nata...che avventura splendida! Mi sono sentita così serena, così "capace" e lei era tranquilla, e fiduciosa perchè ero priva di ansie (che invece avevo abbondanti per Aribella). L'ostetrica mi disse "maggio, è toro...dalle da mangiare e viene su da sola". Posso confermare ;-)
    Un abbraccio Piky bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello questo commento, proprio ciò che mi ci voleva..."maggio e' toro dalle da mangiare e viene su da sola"...sarà il mio motto!!!

      Elimina
  16. Guarda, anch'io non ti dico che sensi di colpa durante la seconda gravidanza. E anche quando è nato Paio mi sembrava sempre di trascurarlo per non fare stare troppo male Checco.
    Lui comunque è cresciuto, ha imposto la sua presenza volenti o nolenti e adesso è un piccol, adorabile scassamarroni super coccolone.
    Poi comunque la tua piccola ha una marcia in più: è femmina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è abituati a credere che una femmina abbia bisogno di più attenzioni, perché più delicata e fragile....in queste settimane e' andata proprio al contrario ma la ginecologa dice che e' cresciuta molto più di quanto lo era Cestìno all'epoca. :-)))

      Elimina
  17. Che bello leggerti!!! Questa bimba in arrivo sarà fortunatissima ad avere una super mamma così e sicuramente sarà grintosa quanto te! ^_^

    Un abbraccione! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di riuscire ad insegnare cosa sia la grinta...perché ultimamente mi sta un po' abbandonando....sai invecchio e perdo colpi!!! ;-)))

      Elimina
  18. Non so come sia vivere una seconda gravidanza. So solo come si tu. Dolce, materna, una persona bellissima. Non ti incolpare, non sentirti inadeguata nei suoi confronti. Non può essere sempre tutto uguale. Lei lo sa. Lei sente che la sua mamma la desidera infinitamente. Guerriere, dolci, soldatesse dalle ali di farfalla.
    baci
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il periodo che è' stato diverso e non ha permesso altro. A volte la vita quotidiana ti trascina lontano dalle cose importanti e te ne accorgi quando oramai ti sei allontanato troppo. Un bacione!!!

      Elimina
  19. ciao...ti ho "trovato e ti seguirò con piacere..
    Io sono una mamma di gemelli e ancora adesso ...hanno 6 anni appena compiuti...mi chiedo cosa avrei potuto fare diversamente l'uno per l'altro...li ho cresciuti e coccolati insieme ma è stato sicuramente faticoso contemporaneamente con due e non ho potuto dare quell'unico amore incondizionato...ma crescono bene, hanno avuto il mio amore e questo è l'importante. me lo ripeto sempre forse perchè in cuor mio vorrei sempre fare di +...la qualità non la quantità...le piccole cose....e il tuo amore e quello familiare anche se diverso farà da splendida cornice alla prossima vita che si affaccerà....a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro crescere due gemelli e' una delle esperienze più belle ma faticose che si possano affrontare. Attenzioni, coccole e cure servono per entrambi nello stesso momento. Quando e' nato il mio primo figlio mi sono dedicata a lui corpo e anima, non c'era più nulla intorno...poi poco a poco, sono tornata alla realtà ed ora che, sono quasi alla fine della seconda gravidanza, le cose sono così ingarbugliate, che il tempo per le coccole e altro, e' quasi sparito. Un po' mi sento in colpa, ma ho fatto del mio meglio e questo lo so. Grazie di essere passata da me!!! Torna presto!!!

      Elimina
  20. miki,leggendoti e' come se avessi scritto io questo post frta' qualche anno...4
    allora e' vero, che noi donne siamo combattute per questo futuro incerto.
    a parte questo la seconda gravidanza e' vero che si vive diversamente..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo nella potenza del rosa ed in tutte le sue sfumature, dove a volte puoi trovare anche un po' di nero.

      Elimina
  21. Anche la terza di casa è nata a maggio. Vedrai che tempo meraviglioso. E con i secondi tutto è molto più facile. Dai, ce la farai, non ti preoccupare! Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mese e' sicuramente bellissimo, l'estate dietro l'angolo, dovrebbe facilitare un po' le cose e devo essere sincera....non vedo l'ora di conoscerla.

      Elimina
  22. Sono sicura che quando la tua piccolina sara' nata, saprai farti "perdonare"...sempre che ci siano state davvero delle mancanze! Non sentirti in colpa e quando sara' li' davanti a te, falle sentire quanto le vuoi bene...il resto non conta!

    RispondiElimina
  23. Ciao, è la prima volta che passo qui (ci sono arrivata tramite il Blog Tank di DM a cui partecipo anche io) e volevo fare prima di tutto i complimenti per la tua scrittura. In più volevo dirti che già solo il fatto che tu ti ponga il problema secondo me è segno del rispetto che porti a quella piccoletta dentro di te. Io sono alla mia prima gravidanza, tutta azzurra nonostante le mie speranze (volevo una femminuccia con cui prendere il tè e farmi le confidenze in età adolescenziale...già avevo messo da parte i dvd di Creamy...!). Pur essendo la prima gravidanza ho posto sì tanta attenzione al mio piccolo, tra musica, massaggi, poesie, foto, yoga...ma mi sento anche io in colpa per i primi mesi, passati a preoccuparmi per il lavoro precario, per la discriminazione che stavo subendo proprio da alcune donne...tutto è migliorato piano piano a partire dal primo calcio. Da quando l'ho sentito muoversi è stato come se ogni tanto mi sentissi dire: "hey, guarda che non sei sola a combattere ora...".
    Spero di mettere al mondo un guerriero dolce che capisca la forza del rosa e lo rispetti, intanto ho smesso di piangere come facevo i primi mesi, quando mi sentivo male all'idea di averlo tenuto stretto tra i miei singhiozzi invece di dargli ampi respiri freschi.
    Sono certa che la tua bimba sarà la migliore amica che potrai avere, il rapporto madre figlia può essere così speciale e unico, indistruttibile...e i sensi di colpa svaniranno davanti al vostro amore ;)

    RispondiElimina
  24. i secondi sono dei veri tosti!!! in bocca al lupo!!!

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso