CI SONO COSE CHE SOLO UN VAFF.... PUO'

Ci sono donne che non potranno mai essere amiche mie.
Detta così pare bruttina, e fa tanto acida zitella in sovrappeso e pure snob, ma è una realtà che pratico dai tempi della scuola e che oramai alla soglia dei 40 non mi pare il caso abbandonare.
Le donne cui mi riferisco però non sono quelle tirate a lucido,  tutto c..o, tette e rossetto come si può malignamente pensare anzi, ho parecchie amiche che corrispondono al target, intelligenti e pure simpatiche. No, io parlo di quelle che poiché donne, e tu loro similare, devono per forza farti  la guerra pur se di te, conoscono a mala pena il nome.
E' una battaglia solo loro per la verità, difficile anche da vincere, visto che io, non amando nemmeno il Risiko, non partecipo. Ignorano il concetto di solidarietà femminile e mentre LORO stanno lì ad accrescere il potenziale per rompere le scatole, IO spendo tempo prezioso per capire come ignorarle ma a sentirmi comunque braccata. Zanzare che gironzolano intorno con un fastidioso e petulante ronzio ma che IO, paladina della non violenza, cerco di non schiacciare. Va da se che quando il troppo è troppo, per istinto di sopravvivenza e a volte semplicemente perché mi stufo, o escono dalla stanza loro o prendo lo schiacciamosche io. In entrambi i casi una sconfitta, perché, con un po' di intelligenza in più, si potrebbe tranquillamente coesistere senza che nessuna si faccia del male.
Non sono una diplomatica, lo so, non lo son mai stata e nonostante qualche miglioramento in vecchiaia, non credo che lo diventerò mai. Ciò che non mi piace l’ho scritto in viso e per una lingua che a volte riesco anche a domare, ci sono due occhi che mi sfuggono al controllo.
Se passo dal colore rosa al blu, stai attenta, vuol dire che hai passato il segno e che ho finito la mi riserva di frasi educate e se mentre parli io, assente ti guardo e rispondo a malapena, credimi, è meglio darci un taglio.
Il Principe è bravissimo a prescrivermi ricette di sopravvivenza, lui è campione di autocontrollo e sa mettere gli scocciatori al loro posto semplicemente con lo sguardo, una parola o al massimo due.
"Lasciali perdere e ignorali" è il suo credo ed io lo scopiazzo qua e la, concentrandomi su altro e sorridendo a comando.
Parlo a monosillabi e respiro profondamente. Evito le parolacce e cerco termini a effetto, pratico meditazione e tecniche di rilassamento, a volte ci riesco e mi pavoneggio un pò, altre, molte altre, fallisco e allora (come ieri), butto lì un bel vaff....o  perché, alla fine, ci sono cose nella vita che si risolvono solo così.
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

62 commenti:

  1. chi ti ha fatto arrabbiare! ho imparato che a volte dirlo fa bene! Anche se io sono della scuola che ignoro e cambio strada...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lista in realtà sarebbe lunga ma per ora ne ha fatto le spese solo chi mi ha incrociato l'altro giorno. Cattiva Mamma Piky :-)))))

      Elimina
  2. Aih Aih... chi ha fatto arrabbiare la mia Piky con ancora tutti gli ormoni della gravidanza in circolo che dovrebbe pensare solo a Cicina, Cestino, Principe e a lei stessa???
    Va che prendo il treno e vengo lì eh!!!!
    Diciamo che la diplomazia non è nemmeno il mio forte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seguirà post di aggiornamento ... o di "peggioramento" a seconda dell'evolversi della situazione!!!!

      Elimina
  3. Io mando a f...... eccome! Mi fa sentire meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si da un senso di liberazione molto forte!!

      Elimina
  4. Come ti capisco, ma tu sei più bravo di me... a me l'insulto mi si legge in faccia come una scritta al neon luminosissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure a me si legge in viso, sempre. Il mio autocontrollo si riduce solo a non pronunciarlo a parole, già questo è un bel risultato!!

      Elimina
  5. Io non sono diplomatica per niente, Lui si. Ci compensiamo. E spesso riesce anche a darmi una calmata, altre volte invece non ci riesce ed è qui che il vaff. è liberatorio!

    RispondiElimina
  6. prima mandavo a quel paese, oggi ignoro, col sorriso sulle labbra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maturità dovrebbe portare anche me ad ignorare ... dovrebbe ...

      Elimina
  7. io dico sempre che le persone vanno considerate in base al loro "peso" e che l'indifferenza fa molto più male della considerazione...lo so che è difficile ma se le consideri fantasmi sai come rodono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è di sicuro la filosofia più giusta anche se esistono persone che certe "finezze" proprio non le capiscono ed è lì che parte il vaff..

      Elimina
  8. ogni tanto un vaff ci vuole
    darling

    RispondiElimina
  9. Io difficilmente mi contengo. Ma chi ti ha fatto arrabbiare così tanto, oggi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto di "collega" ti è familiare suppongo ed è proprio lì che partono i peggori insulti!!!

      Elimina
  10. come mi ci sono vista... io in realtà ho molto autocontrollo. Finchè non superi il confine. A quel punto esplodo senza possibilità di tornare indietro. Una pazza. E pure io non sopporto il modello femminile anti- solidale. La sorellanza non esiste, purtroppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno ha detto "Non c'è più cattivo di un buono quando diventa cattivo", ed è vero. Io per indole sono buona!!!

      Elimina
  11. qualche tempo fa da qualche parte ho letto un aforisma che suona più o meno così: fa parte di una buona educazione sapere quand'è il momento di agire da maleducati.
    Concordo sul tema del tuo post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi ci sono offese peggiori delle parolacce stesse. Si può picchiare duro, anche usando frasi di cortesia ma il caro e vecchio vaff... a volte ci vuole.

      Elimina
    2. Quoto. E aggiungo vecchio detto che dalle mie parti suona così: in chiesa coi santi e in taverna coi briganti. E io vado spessissimo in taverna :)
      Certe donne vanno istruite con durezza al rispetto delle altre, al concetto che non tutte siamo nate per competere con loro. Anzi, che il più delle volte non sappiamo nemmeno come si chiamino e tutto sommato nemmeno ci interessa. Le donne (della categoria sopra descritta) sono molto più brave degli uomini a fare "pipì" sul proprio territorio, anche quando non è richiesto da alcuna circostanza.
      Che odio.

      Elimina
    3. In taverna tra l'altro ci si diverte!!!!

      Elimina
  12. io sono una che il "vaffa" ce l'ha scritto in faccia...
    e come te cerco sempre di non ferire ma poi sono io quella che viene ferita...
    a volte pero' un vaffa e' liberatorio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi accorgo spesso che sono poche le persone che si fanno scrupoli, con questo non voglio assolutamente giustificare comportamenti maleducati, ma se mi pesti troppo forte non puoi pretendere che io sorrida sempre, proprio non puoi.

      Elimina
  13. Io non ho consigli da darti perché sono un pochino fumantina, soprattutto con chi ho poco rapporto a priori.
    Però è vero sarebbe meglio essere superiori, in quanto certi atteggiamenti si commentano tristemente da soli.
    Forza cara ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi arrabbio molto quando certi comportamenti anti-solidali arrivano da una donna. Forse è anche per questo che spesso, non credono in noi visto che siamo le prime a farci la guerra.

      Elimina
  14. Mi dicono che non serva che parli, il viso, gli occhi, i miei silenzi dicono più di molte parole, ma come te...ogni tanto parto a razzo e un bel vaff..ci sta alla grande. E che cavolo a volte certe persone ti tirano fuori le parole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando lo sguardo non basta più, parte una sensazione di calore dal basso, risale tutto il corpo e sfocia nelle labbra!!! Poetico no?!?!?!?

      Elimina
  15. dalla descrizione sembrano parenti serpenti??!! per questo adoro Roma, è vero che volte ti senti sola ma almeno non mi sento più addosso tutte quelle sensazioni che descrivi benissimo tu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No devo dire che sul fornte parenti, son fortunata. Ci vogliamo tutti più o meno bene, è il contorno che a volte fa acqua!!!

      Elimina
  16. premi per te qui

    http://sweetmakeupandfashion.blogspot.it/2013/05/premi-premi-premi.html

    RispondiElimina
  17. Quando ci vuole ci vuole! Diglielo pure in faccia, vedrai che liberazione dopo! ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è quello che ho fatto e sinceramente credo sia servito ad entrambe!!!

      Elimina
  18. Anch'io non sono affatto diplomatica... W la schiettezza

    Mom Cesy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà mi pento quasi sempre dopo, ma solo un pò....

      Elimina
  19. quanto sono una brutta persona se ti dico che muoi di curiosità di sapere i dettagli?
    Oh poi la curiosità io la domino eh, però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No anzi capisco la curiosità...e' una storia lunga però, seguirà post apposito al più presto!!!!

      Elimina
  20. Comprendo molto bene il tuo stato d'animo: ti dico solo che lavoro in un ufficio praticamente di sole donne, tra le quali sono la più giovane... mi fanno impazzire! Io ho un buon autocontrollo, ma ti assicuro che devo tenerlo costantemente in esercizio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il posto di lavoro e' l'habitat ideale per le donne di cui parlo io!!!!

      Elimina
  21. Io non sopporto la banalità, la stupidità, l'insensibilità, nelle donne, ma anche negli uomini.
    Ho scoperto negli anni che la via migliore per non rimanerne invischiata è fuggire a gambe levate, ma solo se la ragione mi assiste (e non sempre è così), altrimenti "pane al pane vino al vino!"...quando ci vuole, ci vuole. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti la ragione mi abbandonò.....

      Elimina
  22. Ohhh e diciamocelo , quello che può un Vaffà.. nient'altro può!!!!
    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una lingua universale che alla fine tutti e tutte capiscono!!!

      Elimina
  23. per il mio compleanno mi han regalato il grande libro dei Vaffa...dove puoi scriverlo, ritagliarlo urlarlo...forse han capito che in sto periodo si va un po' così ed è bene farmi sfogare...anna
    P.S.però chi cavolo si permette di rompere così ad una bisneomamma?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow....pure il libro!!! Lo voglio, in futuro mi servirà senz'altro!!!

      Elimina
  24. Cara Maria Elena, ti ringrazio per il gentile commento sul mio blog e per l' iscrizione. Quì a casa tua è tutto molto piacevole, verrò a trovarti con molto piacere. Un caro saluto da Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle belle parole, sei la benvenuta qui sempre e quando vuoi!!!

      Elimina
  25. a volte essere diplomatici porta solo ad una bella gastrite, un bel vaf...è decisamente più salutare e liberatorio! quando ce vò ce vò! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro io somatizzo pure troppo e la gastrite in questo momento non ci vuole proprio!!!

      Elimina
  26. Io due zanzare così le ho in famiglia: mia sorella, la regina del "so tutto io", che sembra l'unico e solo essere donna sulla faccia della terra ad aver avuto figli e mia suocera che, avendo perso ormai la battaglia per suo figlio, ha iniziato a farmi notare quanto io sia manchevole come madre.... fai te!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No in famiglia noooooo, son troppo vicine!!!

      Elimina
  27. Penso di non aver mai detto un Vaff in vita mia. Sono fin troppo diplomatica, ma a volte invidio chi si concede una liberazione del genere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mai in futuro ce ne fosse bisogno, prova, l'effetto e' immediato e molto liberatorio!!!

      Elimina
  28. ogni tanto un vaffff.... ci vuole è terapeutico e .... !!!!
    ci sono donne e uomini che non parlano azionando il cervello e sentendosi padrone del sapere e soloun vafff..... può farci stare meglio!!!!!!

    RispondiElimina
  29. Anche io di quelle tipe lì non potrei mai essere amica, fa niente sono anche io acida zitella e in sovrappeso :) (quello di sicuro ;) ). Un vaff serve di tanto in tanto e poi vuoi mettere la soddisfazione che ti procura? :)

    RispondiElimina
  30. io da ragazzina (diciamo fino a che non son nati i pargoli) ero un tipo sempre zitta e subivo a testa bassa. Beh, bella fessa. Anzi: grazie ai miei figli che mi hanno insegnato a farmi valere un po' di più...essere mamma fa anche questo ;)
    (non riesco a commentare come TheSwingingMom ma sono io! :D )

    RispondiElimina
  31. io da ragazzina (diciamo fino a che non son nati i pargoli) ero un tipo sempre zitta e subivo a testa bassa. Beh, bella fessa. Anzi: grazie ai miei figli che mi hanno insegnato a farmi valere un po' di più...essere mamma fa anche questo ;)
    (non riesco a commentare come TheSwingingMom ma sono io! :D )

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso