OGGI UN TITOLO NON CE L'HO



Sono una donna e una mamma fortunata, faccio parte di quell'esigua percentuale che, in cerca di una gravidanza, non ha dovuto attendere molto per averla, in realtà non ho dovuto attendere per niente. Due gravidanze, due mesi. Questo è quanto ci ha voluto. Giusto il tempo di pensarlo, a mala pena di dirlo, e il desiderio era già una lineetta rosa in più disegnata in uno stick. Non c'è stata bravura in tutto questo ma solo fortuna e chissà cos'altro e aggiunto al fatto che in questi nove mesi ho ricevuto solo il pacchetto base dei disturbi gravidanza, si può ' tranquillamente parlare di c..o. Non è per tutte così, anzi per molte non è cosi. I concetti di facile e naturale, non si sposano con quelli di veloce e scontato e alla fine si riducono a una manciata di giorni prolifici da beccare come in un gioco d'azzardo. E così capita di incontrare una ragazza che all'ottavo mese di gravidanza, ha lottato e sta lottando ancora per incontrare il suo bambino.Tutto, iniziato spontaneamente, ha rischiato di bloccarsi più e più volte e lei oramai, dall'inizio, vive sdraiata tra il letto e il divano. E' una donna piccola di statura ma ad ascoltarla, ha l'animo di un gigante, forte come la quercia, piantata sul suo giardino, ha già regalato a suo figlio la sua vita. Si è aggrappata al suo sogno e al suo desiderio, con tutte le forze e l'ha tenuto vicino a se, l'ha coltivato e cullato, stretto e protetto.
Io che stamattina mi lamentavo per un week end di pioggia passato dentro casa, mi sento un'idiota di fronte ai suoi mesi passati nel letto. Mesi che a lei non hanno pesato e quasi non ne parla perché non sono loro l'importante, ma l'obiettivo ormai vicino. Ha passato la sua gravidanza tra medici e ospedali ma non ho sentito un lamento su questo. Ha fatto esami, analisi e visite per fino la pipi con il contagocce, ma mentre lo racconta, sorride. Ha le gambe gonfie e la schiena a pezzi, però tutto sommato dice di sentirsi bene. Le manca ancora un mese eppure dice di volerselo godere tutto, fino in fondo.
Poi capita che mentre tu parli con lei, ammirando tanta forza e coraggio e imparando l'amore dalle sue parole, arrivi l'altra, con aria saccente e carrozzina all'ultima moda. Madre da poco ma stronza da sempre, che ascoltando poche parole, perde un'ottima occasione per stare zitta.
"Mammina, ma come si fa a passare otto mesi a letto?....guarda io non l'avrei mai fatto......è una tortura....se succedeva a me, andava come doveva andare, questo sacrificio non l'avrei mai fatto.....la natura deve fare il suo corso...bla bla bla....." e giù di perle simili.
Presa da istinti animaleschi ero pronta lì lì per togliermi una scarpa e stampar gliela in piena fronte e stavo per aprire il mio personale libro degli insulti, ma lei mi ha fatto l'occhiolino e mi ha fermato con lo sguardo, si è' chinata sulla carrozzina ed ha fatto mille complimenti alla creatura che c'era dentro. Quando si è rialzata, aveva le lacrime agli occhi ma sorridendo le ha detto
"Non pensare che abbia fatto qualcosa di eccezionale, ho solo amato mio figlio!", poi ha salutato ed è tornata a distendersi.
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

59 commenti:

  1. una grande donna! Credo che l'avrei fatto anch'io e non mi sarei mica comportata come quell'altra che ha avuto la fortuna di vivere una gravidanza serena e non ha nemmeno l'umiltà per ammetterlo! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giudicare una scelta del genere non si può, figuriamoci dire certe frasi alla diretta interessata!!!!

      Elimina
  2. che grande! io non sarei riuscita a darle una risposta così dolce! siamo state fortunate, p vero... io ci penso spesso quando parlo con una mia cara amica che da un anno ancora tenta, cercando di non pensare all'eventuale soluzione altra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nemmeno io ci sarei riuscita. Anzi, ai tempi non ci sono riuscita proprio. Non ho avuto l'incubo di preservare la salute di mio figlio con tanti mesi a letto, ma la drammatica sfortuna di contrarre la toxoplasmosi a cavallo tra il settimo e l'ottavo mese di gravidanza. Risultato: due mesi e mezzo (considerato che il nano non ne voleva sapere di uscire) con bombe di antibiotico tre volte al giorno; insonnia; costi abnormi per analisi molecolari; il terrore che nascesse con ritardi mentali o sordità, senza poter fare nulla per curarlo e senza poter essere certa di non avergliela trasmessa. Sono stata malissimo. Un bel giorno, quando dico a una quasi mamma di cercare di sacrificarsi evitando carne cruda e verdure lavate male, lei mi risponde: "e che vuoi che sia, figurati se uno contrae la toxoplasmosi alla fine della gravidanza. bisogna proprio essere sfigati. e poi io la gravidanza me la godo, non me la devo vivere come una malattia".
      Vabè. Tra gli ormoni e la tensione... me la sono mangiata viva. :)

      Elimina
    2. Credo che per capire certe scelte o anche per non capirle, occorre esserci passate e comunque come dicevo sopra mai giudicarle.
      @vittoriosecret, negativa alla toxo pure io, nel corso delle mie gravidanze tante mamme mi hanno detto "ma dai che se mangi un po' di prosciutto non succede niente" ma io non ce l'ho fatta. Soddisfatta di aver resistito, appena ho partorito ho mangiato il panino più buono della mia vita!!! ;-))))

      Elimina
  3. La scarpa ci stava, eccome se ci stava...
    E la tua amica...quanta dolcezza, quanto coraggioe quanto amore per il figlio! La sua fase mi ha commosso!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In alcune occasioni io sono per la NON diplomazia anche perché son convinta che certe "finezze" alcune persone non le capiscano e che solo un insulto di una certa portata, le rimette al loro posto.

      Elimina
  4. Che meraviglia. Bisogna ricordarsele sempre queste cose, proprio quando pensiamo che "tutto sia scontato" l'amore non lo e' mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuole coraggio ad amare così!!!

      Elimina
  5. Invidio il modo di controllarsi di questa grande donna... sintomo di superiorità nel senso buono, nel senso del sapere di essere nel giusto..
    Io l'avrei insultata eccome!!!! ....magari solo col pensiero però ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirlo a me. Sono capace di incenerire persone con lo sguardo figuriamoci a stare zitta!!

      Elimina
  6. Per qualche donna la maternità è una conquista d'amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei la sua conquista se la merita tutta. Il suo bimbo tra poco nascerà ma lei e' già madre da mesi!!!

      Elimina
  7. certe persone parlano solo perchè hanno la bocca. Le ha dato un ottima risposta ed è già una grande mamma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che dopo quello che ha passato e che ancora sta affrontando, certe cose le scivolino addosso. E' stata una grande!!

      Elimina
  8. Risposte
    1. Come madre sarà capace di grandi cose. :-)))

      Elimina
  9. quanta saggezza in quelle parole.
    l'altra è proprio stronza, un pò di tatto??!! la scarpa in faccia ci stava... ahh ahh

    RispondiElimina
  10. Mioddio ma come possono essere uscite certe parole da una neomamma? Non ho parole, davvero! 10 e lode invece per la tua a amica...è già mamma...una splendida mamma! È quando nascerà la sua creatura, basterà guardarla negli occhi la prima volta per guardare indietro a questi nove mesi con orgoglio, per se stessa, come donna e come madre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quando sono mamma, ho trovato sempre poca solidarietà nelle altre. I peggiori insulti e le critiche più forti, le ho sempre sentite da chi era nella mia stessa situazione....forse a parlare dei problemi degli altri, serve per dimenticare i propri.

      Elimina
  11. Grande donna davvero questa di cui parli. L'immagine della quercia è fantastica e adattissima. E' meraviglioso vedere tanto amore vero e disinteressato, amore misto a sacrificio che lo rende ancora più grande e forte.
    Riguardo all'altra "individua" che citi....no comment. E' meglio che mi stia zitta, và... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'altra non merita tante parole spero solo che si sia resa conto e pentita, ne dubito ma lo spero.

      Elimina
  12. Divenire madre è un dono grandissimo, grazie per l'esempio che ci hai raccontato, che rinnova l'amore ed onora alla vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dieci minuti che mi hanno insegnato tanto e ancora ci sto pensando.

      Elimina
  13. Lo hai detto anche tu, ci sono persone che non traggono alcun vantaggio dal diventare genitore, nè da altre esperienze, ma restano grette ed insensibili.
    Altre invece tirano fuori il meglio di sè, e tu ne hai descritto un bellissimo esempio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' per me incomprensibile un certo atteggiamento che calpesta non solo i sentimenti ma anche il rispetto altrui.

      Elimina
  14. Che brutto essere cosi' ingrati verso la vita...
    darling

    RispondiElimina
  15. infatti certa gente farebbe meglio a stare zitta...ma tante mamme sono così....io forse girando nel blog soprattutto mi sono resa conto di quante noi mamme siamo fortunate...per averli avuti dopo il desiderio e per il fatto che siano in salute !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringrazio ogni giorno chi e che cosa, mi abbia dato quest'enorme fortuna e opportunità. Niente e' scontato e non lo impariamo mai.

      Elimina
  16. In effetti, la scarpa in testa ci stava tutta! Cje coraggio questa quasi mamma, anzi, già mamma a tutto tondo. facile parlare con il rporpio bimbo nella carrozzina, sano e nato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo facile...e stare zitte impossibile!!!

      Elimina
  17. alcune donne dovrebbero semplicemente star zitte.....oggi un paio di mamme al parco mi hanno davvero colpita al cuore e fatto cambiare d'umore. Parlavano del fatto che non va bene avere un figlio solo, che poi si vizia e si sente solo, e bla, bla bla. io non ce l'ho fatta più e alla fine gli ho detto: sapete può anche capitare che un secondo figlio non arrivi e magari si riesce ad essere felici lo stesso!!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perché tra noi donne siamo sempre così stronza e poco solidali?!?! C'è sempre una guerra in atto dove perdiamo tutte!!!

      Elimina
  18. I figli ci fanno scoprire coraggio ed energie che non immaginavamo nemmeno di avere. Grazie per il racconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vale per tutte però, questa qui ad esempio,cosa sia il coraggio non lo sa.

      Elimina
  19. ci sarebbero fiumi di parole da dire ..ma meglio non commentare ...la tua piccola amica quercia è una vera guerriera!! auguro a lei e alla sua creatura tanto amata ogni bene..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrà tutto quello per cui ha lottato e assaporerà finalmente cos'è la felicità...anzi a pensarci bene, già lo ha assaporata...ora le resta di viverla. Le auguro tutto il bene che si merita da ora in avanti.

      Elimina
  20. è vero, c'è un mucchio di gente a cui la vita non insegna nulla e che parla solo per dare aria alla bocca.. credo che anch'io avrei provato l'istinto di tirarle la scarpa, ma poi per fortuna esistono persone che hanno capito davvero, che questi esseri vanno ignorati..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il coraggio sta anche li, nell'ignorarli...ecco io forse quello non l'avrei avuto!!

      Elimina
  21. 18 mesi passati più o meno così. .. solo che io mi sono lamentata eccome!!! E invidio tutte coloro che hanno avuto una vita normale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lamentarsi e' normale, il sacrificio, il disagio e la paura sono forti, però l'hai affrontate e ti meriti di goderne i frutti.

      Elimina
  22. l'amore è qualcosa di infinitamente grande... e talvolta lo è anche l'imbecillità!
    grazie del racconto, ma tu come stai da neo mamma?
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo benone anche se abbiamo iniziato a combattere con le coliche. Spero di trovare un rimedio o che per lo meno passìno presto.

      Elimina
  23. Noblesse oblige. Grande lezione di stile.
    Però anch'io voglio sapere le tue news da neo bi-mamma..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coliche a parte, tutto ok!!! .... Per ora ....;-))))

      Elimina
  24. c'e' di tutto in giro.

    ah mamma miki qui sotto c'e' la vignettina della tua famigliola, devi cambiare quel pancione e mettere la tua pulcetta ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustoooo!!!! Mi era proprio sfuggita questa cosa!!! Grazie!!!

      Elimina
  25. Sono d'accordo con quanto ha detto è l'amare i propri figli senza sentirne il peso che rende una madre speciale. In quanta alla gente stronza, nè è pieno il mondo :( grazie per questo racconto. Ah a proposito il titolo potrebbe essere stronzi si nasce ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una mancanza i tatto del genere fai fatica a pensare che venga da una madre, noi donne dovremmo imparare la solidarietà ed invece ci facciamo la guerra!!!

      Elimina
  26. Con certe persone le parole sono inutili, fiato sprecato.
    Una mamma non può arrivare a dire una cosa simile ad un'altra mamma, vuol dire che dentro è vuota...ha l'eco!!!

    RispondiElimina
  27. Con certe persone le parole sono inutili, fiato sprecato.
    Una mamma non può arrivare a dire una cosa simile ad un'altra mamma, vuol dire che dentro è vuota...ha l'eco!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella questa!!!! Ha l'eco, rende proprio l'idea!!!

      Elimina
  28. ci sono mamme che parlano e sputano sentenze ma poi ala fine si sarebbero comportate tali e quali.
    Non lo sapremo (per fortuna) mai.
    io a quelle che parlano così dico -ma va là. sono parole appunto.
    sono meno tollerante verso quelle che proprio agiscono male (leggi: le mamme fumatrici)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo che l'avrebbe fatto anche lei,....l'avremmo fatto tutte!!!

      Elimina
  29. Un piccolo ma grande pensiero per te: guarda un po' quì:
    http://infinitepassionicreative.blogspot.it/2013/05/grazie-letizia-di-httpilblogdifilibotto.html

    A presto
    Un abbraccio
    Lucy

    RispondiElimina
  30. Maria Elena c'è un speciale premio per TE!! Guarda quì: http://infinitepassionicreative.blogspot.it/2013/05/liebster-award.html

    <3 Un abbraccio <3
    Lucy

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso