TROPPO BELLO PER DURARE ED INFATTI NON DURO'



Quasi tre anni fa diventavo mamma per la prima volta, un’esperienza tanto emozionante quanto tragica, uno sconvolgimento di vita e di vite, degno di un dramma alla Scala. Giorni interi passati a nutrirlo e notti insonni passate a cullarlo.
"Non ti azzardare a mettermi nel lettino e guarda che neanche la carrozzina mi piace. Non portarmi in giro in macchina, è appiccicato a te che voglio stare, passeggia ininterrottamente su e giù e cantami, fino allo sfinimento, le stesse canzoncine".

Ovvio che i primi giorni con Cicina, fatti di tetta/cullina/tetta/cullina....per un totale giornaliero di 24 ore, sono stati una piacevole sorpresa ed io, incapace di rilassarmi completamente, non me ne capacitavo fino in fondo. L'ho considerata da subito una situazione temporanea, che mi avrebbe lasciato respirare i primi giorni ma sempre con il "boccaglio" a portata di mano. Va da se che a forza di temerlo, ma più che altro di pensarlo, e per il teorema che le cose che senti intensamente alla fine si avverano (soprattutto se negative!!), la situazione ha subito una decisiva svolta, una curva a gomito pari a 90 gradi e la pace ha cambiato strada: sono arrivate le coliche.
"E’ normale, le coliche ce l'hanno quasi tutti i bambini!" … questo ritornello saggio mi perseguita!!!
 Si ok, ma Cestino che non ha mai amato la definizione "normale", pur con tutti i suoi drammi, ha fatto parte di quel che rimaneva del "quasi tutti" e le coliche non le ha avute, di conseguenza io non so cosa siano, né tanto meno come farle passare.
In una manciata di giorni ho fatto man bassa di consigli: Coligermina in testa, seguita a pari merito da Milycon e Reuflor. Omeopatia, finocchio e fratelli, come fanalini di coda e nei casi estremi, gettonatissimo è il potente Alginor. Questi i protagonisti ai quali si affiancano degne e indispensabili comparse: piccoli colpetti sulla schiena, pancia in giù, massaggi e bagnetti, più calde coperte e se non dovesse bastare, consultare i tarocchi e allenare i chakra.
Un’enciclopedia di speranza che secondo il pediatra, convocato per il più autorevole dei pareri, sarebbe inutile e inefficace.
"Signora provi, ma non si aspetti molto, anzi non si aspetti niente, l'unica cura possibile e di sicuro effetto è tempo più pazienza, gli altri sono rimedi più per i genitori che per i figli".
Ora valutando che tutto questo è anche frutto della sfiga che attiri, quando sorridendo, dici che tutto sta andando bene, e considerando che un pianto disperato fa male a lei, strazia il cuore a me, fa alzare il volume a Cestino e pure gli occhi al cielo ai condomini del "palazzo", chiedo a voi, di cui mi fido ciecamente e che di certo siete più ottimiste di un pediatra: cosa può fare Mamma Piky per ritornare sulla vecchia strada? Dove la trova un'altra curva a gomito necessaria per invertire il senso di marcia? Chi secondo voi, deve "accoppare" per la sfiga ottenuta? E soprattutto quali dei rimedi, omeopatici e non, merita di essere scritturato?
Resto in attesa per la stesura del contratto!!!!
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

74 commenti:

  1. vorrei poterti dare la soluzione, ma non ce l'ho. Mio figlio ha avuto coliche bestiali per i primi tre mesi e non passavano neanche con l'Alginor. Purtroppo non sono una buona campana da sentire...io ho cercato di farmi aiutare più possibile durante il giorno e la sera io e mio marito facevamo i turni. Forza, ce la puoi fare, io ne sono certa perchè...sono ancora qui!! ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce la farò, so che per lo meno il tempo, e' dalla mia parte!!!

      Elimina
  2. Caspita, vorrei aiutarti, ma per fortuna faccio parte di quella percentuale di mamme che non hanno avuto a che fare con coliche. Non mi odiare! L'unico rimedio che conosco sono i massaggini al mancino in senso antiorario, ma non ho capito mai se l'antiorario è a pancia in sù o in giù. Forza cara! Lo so che è pesante, io ancora dopo 3 anni non mi faccio una nottata di fila dormendo. Ma passerà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che non ti odio!!! So cosa vuol dire non dormire e sono molto solidale con te!!! Vedrai però che le coLiche passeranno e prima o poi avremo anche otto ore di sonno filate!!! Crediamoci!!!

      Elimina
  3. Lo so le coliche arrivano, ahimè arrivano sempre! Quando sono arrivate a Pupa sono state aggravate dal fatto che lei faceva fatica a scaricarsi e così puoi immaginare cosa abbiamo vissuto! In ogni caso il Fidanzato x alleviarle il fastidio si faceva delle grosse passeggiate x la sala con lei a pancia in giù massaggiandole il pancino....prova...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che i due problemi vanno a braccetto .. Spero per lo meno di evitare il secondo!!!

      Elimina
  4. Povera! Per quanto riguarda gli scongiuri e la scaramanzia, chi ti scrive è una donna che legge, si è laureata, segue i giornali e scrive per essi....ed è scaramantica come un'analfabeta di un paesino indigeno dimenticato da Dio e mai raggiunto da nessun tipo di media!!! Se cade il copione di uno spettacolo e non viene sbattuto per terra tre volte, come vorrebbe scaramanzia, non sto tranquilla, quando mi chiedono "che bel bambino! Come sta?? Si vede che è in SALUTE" faccio di nascosto ogni tipo di gesto scaramantico sia concesso a una donna! Però per le coliche no...tranquilla, quello è un processo che travolge tutti i neonati...anzi, considerati fortunata a non averci combattuto con il primo! Altrimenti doppia disperazione!!
    Io non me ne sono capacitata, quando si sono presentate la prima volta e mi sono sentita dire da tutti, dottori, amici e parenti: "aaaaahhhh noooo! E mica puoi farci niente! Aspetta TRE MESI poi DI SOLITO passano"....TRE MESI COSÌ???? "Di solito"??? Quindi neanche mi garantire che passano??? No no, non si può....come te ho provato di tutto, ho evitato l'Alginor perché sapevo che è un po' troppo forte. Mi sono trovata bene con il Colinox, se può interessarti, che è anche più blando del Mylicon e comunque ha più o meno lo stesso effetto. Come me, lo usano anche le ragazze con cui ho partorito e un altro paio di care amiche (nel loro caso però non ha fatto molto). Per il resto anche io ho imparato a girare di notte tenendo quasi 6 kg di bambino su un braccio, a pancia in giù, battendo con l'altro braccio sulla schiena. Dopo ORE e ORE pare funzionare. Altrimenti anche camminare con il passeggino, a volte siamo scesi nel cortile del palazzo anche all'una di notte...anche quello è servito dopo un po'...
    Mettici che Paperino soffre così tanto di ariette che non ce la fa a stare in culla. O meglio: ha lo stesso vizio del tuo primo figlio ("in culla e sulla sdraietta ci metti quelli del palazzo tuo, ciccia! Io voglio stare solo ed esclusivamente in braccio. Anche se sono in fase REM me ne accorgo, sappilo!". A peggiorare questa ricerca continua di contatto e coccole (che comunque piano piano sta migliorando, lo ammetto, senza neanche ricorrere a metodi coercitivi), c'è il fatto che pbiettivamente quando soffri di reflusso o aria sdraiato non ci stai bene. Neanche da adulto. In più quel pianto è straziante e ti fa sentire tristemente impotente :( poveri cuccioli....
    Se vedi sulla pagina FB del blog mio è pieno di commenti di amiche che hanno il nostro stesso problema. Facciamoci forza e facci sapere come va ;)

    RispondiElimina
  5. ...se ti può consolare ieri sera ho avuto la prima influenza da quando è nato Paperino, intestinale e violenta. Quindi come se non bastasse la mia frustrazione per non riuscire neanche a prenderlo in braccio senza svenire, il suo papà ha pensato bene di seguirmi a ruota e ora anche lui è piegato al bagno. Per fortuna mia madre ci sta aiutando e Poletto sembra aver capito che la mamma sta male: stranamente se ne sta buono buono a chiacchierare da solo sulla sdraietta (miracolo!) e addirittura stanotte, nel massimo del dolore, mi ha sorriso come non fa mai. Mi ha dato un sacco di forza :') ma sto ugualmente una chiavica, infatti ora vado a svenire......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avermi raccontato la tua esperienza, anche se grossi rimedi non esistono, aiuta a sentirsi meno sole, a capire che passerà ed anche a rassegnarsi un po'.
      Dai che passa tutto!!!!! :-))))))

      Elimina
    2. No no non sei sola!! ...poi non so se serve ma dicono che evitare alcuni alimenti aiuti a prevenire le colichette...io per non saper nè leggere nè scrivere li evito o comunque ne mangio pochi!bacio!

      Elimina
  6. MrD ha sofferto molto di coliche e ho passato serate e notate a camminare come uno zombie per casa. Miciomao davo un integratori consigliatomi in ospedale, nn ricordo il nome, non so se è stato merito suo o cosa, ma ne ha avute davvero pochissime, per il bene della mia psiche tanto tanto provata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un problema comune da quanto leggo e le soluzioni servono a seconda dell'intensita ' spero non siano quelle più forti ed incrocio le dita!!!!

      Elimina
  7. matteo ha avuto per un mese e mezzo: un incubo! ti posso dire l'ultimo giorno che le ha avute... fatti forza! Diversi rimedi aiutano ma salvano. L'unica cosa positiva delle coliche è che prima o poi finiscono. So di non darti tante speranze ma purtroppo ... funziona così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un mese e mezzo e' già un tempo più accettabile, se non trovo il rimedio punto tutto sulla durata e faccio scongiuri!!! Grazie!!!

      Elimina
  8. Mattia le ha avute per tre mesi non consecutive per fortuna, non passavano in nessun modo, in casi estremi dopo lunghi pianti vi vedevo costretta all'alginor

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'Alginor mi hanno detto che e' un medicinale piuttosto forte che agisce sul sistema nervoso, calma il pianto ma non le coliche. Me lo confermi?

      Elimina
  9. Ti dico solo che la mia topina insieme alle coliche soffriva e soffre di reflusso...quindi pianti anche mentre mangiava...a volte ci stavo 1 ora per darle un biberon...
    che pazienza..io
    che sofferenza...lei
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il reflusso speriamo di evitarlo. Nel tuo caso si è manifestato contemporaneamente alle coliche? Te lo chiedo giusto per sapere cosa aspettarmi e se aspettarmelo.

      Elimina
    2. Ma si' era un mix di pianti...piangeva quando mangiava...poi la sera...ma piu' di tutto era il reflusso...ti hanno dato qualcosa per le coliche?senno' vedo sulle prescrizioni del pediatra conservate cosa davo a lei e ti dico...
      se e' reflusso piange mentre mangia...non semppre, ma capita..e un buon pediatra lo riconosce tastando lo stomaco..
      tieni duro ;)
      darling

      Elimina
    3. lei prendeva colinox gocce, 10 gocce dopo tutti i pasti...prescritte da un ottimo pediatra...
      darling

      Elimina
    4. Mi hanno parlato di diversi tipi di gocce per le coliche ma pare che nessuna sia veramente efficace se le coliche sono forti. Per fortuna sono un paio di giorni che la situazione e' migliorata da sola. Grazie dei consigli e del sostegno!!!

      Elimina
  10. anche Michele ha avuto le coliche e sinceramente non ho trovato rimedi utili. mi ricordo solo che era maggio/giugno e io mi ero trasferita a casa dei miei in umbria e passavo dalle 8 alle 11 di sera a girare intorno al giardino con il piccolo urlante tra le braccia :-(( l'unica certezza è che passano!!!! un bacio grande;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un pianto così disperato da toccare il cuore. Speriamo non durino troppo.

      Elimina
  11. Cara Mamma Piky sarebbe veramente bello poterti aiutare e darti consigli utili. Ma credo che non ci siano rimedi alle coliche, credo che occorra solo rassegnarsi, accettarle e aspettare che passino. Le mie due belve bionde hanno avuto entrambi coliche: Tato per sei lunghiiisimi mesi mentre Ercolino mi ha graziato e si e' fermato al terzo mese. Anche I miei vicini di casa mi odiavano ma cosa possiamo farci.... e' la sfiga!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sfiga già....e' un periodo che vive con noi e dovevo aspettarmelo!!!

      Elimina
  12. mattia mio non le hai mai avute...se mi parli di poco sonno ti posso fare una carrellata di cose che ho provato...fino allo sfinimento-.-
    credo che pero' se decido per il secondo e vedo che e' soggetto a questa penitenza...proverei con l omeopatia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hanno anche parlato di tisane che dovrei prendere io e che passando nel latte aiuterebbero. Non ci credo molto ma mi informerò!!!!

      Elimina
  13. Eh no mi dispiace tantissimo per te! Giobi non ne ha avute tante, io gli davo il Milycon, che peraltro a lui piaceva tantissimo, e avevo eliminato dalla mia alimentazione gli alimenti sconsigliati, quelli che si pensa provichino le coliche (passando nel latte materno). Io nel dubbio non li ho mai mangiati, avevo una lista, ma chissà ora dov'è, prova a cercare su Internet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto molto attenta all'alimentazione, mangio leggero e niente alimenti che possano disturbare, anche se darei non so cosa per un po' di Coca Cola!!!

      Elimina
  14. Tesoro mio....come ti comprendo!!! Entrambi i monelli hanno sofferto di coliche e specie con la monella (visto che era la prima figlia) all'inizio mi sono sentita sopraffatta come te, incapace di capire come fare, sommersa dai consigli (richiesti e non richiesti) e con rimedi che alla fine lasciavano più o meno il tempo che trovavano.
    Forse solo la posizione a pancia sotto ha aiutato davvero!
    Pensa che la monella si è fatta tutto la cerimonia del battesimo a pancia sotto, passando da me a suo padre!!
    L'Alginor glielo diedi un'unica volta, ma m sembrò che la stordisse troppo e non l'ho più adoperato, anche se i pianti erano belli forti.
    Sia lei che il monello, comunque, esattamente allo scoccare del 4 mese di vita hanno smesso come per magia di avere le famigerate colichette: fatti due conti e secondo me mettiti l'anima in opace (si fa per dire!) fino a quel momento, giorno più giorno meno.
    Non sono molto consolante, lo so, ma sappi che se sono qui a scrievertelo significa che si può soparavvivere a questa dura prova ;-) :-)
    Un bacione e un abbraccio solidale, mammina bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Alginor per ora l'ho accantonato, non mi piace l'idea che agisca a livello neurologico, come mi ha detto il pediatra. Sto provando il resto sperando che un aiutino lo dia.

      Elimina
  15. Oh cara come ti capisco ... Patato urlava che sembrava un'aquila e si calmava solo al seno (che poi ti dicono che se mangia e' peggio ma... e' anche sopravvivenza dei timpani!!)
    Tieni duro!!!Ti sono vicina!!!Un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io lo sto attaccando al seno ogni volta che piange, sempre su consiglio del pediatra, e passo praticamente tutto il giorno con le tette all'aria!!!

      Elimina
  16. Nessuna soluzione, anzi una: latte a volontà e tempo.
    So cosa stai passando perchè il nano ne ha sofferto i primi due mesi: il suo pianto disperato era straziante.
    Però a noi hanno detto solo di aspettare.
    Il tempo, le notti insonni e le aggiunte con il latte in polvere (però questo epr il nano, a cui il mio latte non bastava, quindi non credo si possa applicare la tuo caso) hanno fatto il loro corso e sono passate.
    Ti abbraccio e ti sono vicina. Passerà anche questa vedrai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passerà, passerà, passerà, passerà, passerà....che dici se lo ripeto all'infinito passa prima?!?!?! ;-))))))

      Elimina
  17. Chicca ha avuto il reflusso, Chicco le coliche... sulle prime ci sono rimedi più o meno efficaci (noi per esempio con la terapia posturale e il maloox risolvemmo molto), ma per la coliche ahimè, non c'è stato nulla da fare.
    S'è fatto tre mesi di pianto, attaccava alle 19 e andava avanti fino alle 23-24, ho provato il mylicon, i fermenti, curare la mia alimentazione, tenerlo a pancia in giù, niente, sempre quelle quattro ore se le faceva. Poi di botto, ai tre mesi, puf, sparito tutto.
    Però un consiglio te lo do': quando non ce la fai più sei disperata e hai bisogno di 5 minuti di stop anche solo per non spaccarti i timpani portala in bagno e accendi il phon... vedrai che smette subito! Io l'usavo anche per Chicca, per cambiarli la notte e non far svegliare mezzo condominio, o per stopparli 10 minuti se piangevano troppo. Sembrerebbe che il rumore del phon riproduca il rumore della circolazione del sangue nelle vene che loro sentivano durante la gravidanza (sembra che là dentro ci sia un gran casino in 9 mesi) e si traquillizzano. Provalo e poi dimmi! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto e' che le coliche sono la conseguenza della loro immaturità nella digestione e nel deglutire, quindi solo il tempo e' veramente efficace.

      Elimina
  18. Ciao cara.
    Io con il mio pistacchio sto affrontando lo stesso identico problema.. Purtroppo ho dovuto iniziare a dargli delle aggiunte di latte artificiale perché ho avuto la mastite per due volte e questo prima gli ha provocato reflusso e ora delle coliche bestiali.. Le provo davvero tutte ma anche il mio pediatra mi ha detto che solo il tempo potrà risolvere il problema, perché si tratta di immaturità dell'apparato digerente. Gli do 10 gocce di mylicon alla sera, quando proprio ha davvero molto male, altrimenti mi sveno e cerco di risolvere meccanicamente tenendolo a pancia in giù e premendogli le gambine contro la pancia. Ultimamente passo la notte a camminare su e giù per casa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il reflusso qualche rimedio più efficace sembrerebbe esserci, la pediatra mi ha anche parlato di due goccina di Tachipirina per calmare il dolore più intenso.

      Elimina
  19. Hai tutta la mia comprensione...entrambi i miei bimbi ne hanno sofferto. Il primo per 4 lunghissimi mesi, il secondo per fortuna solo per 2. I medicinali sinceramente mi sono sempre rifiutata di darglieli, anche perché il primo non aveva le coliche solo alla sera, ma in certi giorni, dopo ogni poppata. E sinceramente di riempirlo di medicinali non ne avevo voglia, anche perché sapevo che non era una cosa risolutiva. Ho seguito l'omeopatia, un po' ha aiutato, ma solo un po'. L'unica cosa che mi è stata veramente d'aiuto è stato il sondino. Per i primi 3 mesi mi sono rifiutata di usarlo, ma quando ho iniziato a farlo mi sono data della stupida per non averlo usato prima, perché in effetti far uscire l'aria lo calmava veramente. Sondino, massaggi al pancino e gambe a bicicletta, tutto al fine di far uscire la famigerata aria. E così con il secondo sondino fin dalle prime coliche. Inoltre, soffrendo lui anche di stitichezza, serviva anche a stimolarlo. Per entrambi mi è servito anche:
    - uscire fuori, non so perché, ma appena varcavo la soglia di casa si calmavano, soprattutto se uscivo con il marsupio
    - cullarli in braccio mentre camminavo veloce e cantavo, nella crisi peggiori correndo per casa come una matta.
    Credo che entrambi i metodi servissero a distrarli.
    Il secondo poi, una volta addormentato in braccio, dormiva solo se mi stendevo a letto senza che se ne accorgesse, lasciandolo nella stessa posizione fra le mie braccia. Se si accorgeva che eravamo stesi, iniziava di nuovo a urlare come un pazzo.
    Come vedi ne ho fatte tante...ricordo entrambi come uno dei periodi più brutti. Poi, è vero, magicamente passano da un giorno all'altro, ma che fatica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si faccia adusare il sondino non lo so.pero, come hai detto tu, ho notato che non ce l'ha tutti i giorni e quindi cerco di non ricorrere a nulla se posso, ma meglio essere preparata nel caso la situazione peggiori. Grazie del consiglio!!!

      Elimina
    2. Se hai bisogno chiedimi pure! Forza e coraggio

      Elimina
  20. Ad esser sincera non ho mai avuto questi problemi... o almeno Vittoria le ha avute ma non così vuolente. Bastava del mylicon

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con Cestìno nemmeno noi ci siam passati ma stavolta ci tocca!!!!

      Elimina
  21. Cara, col senno di poi l'unica cosa che mi dico per quei quattro mesi infernali di coliche che ci siamo passate è che avrei potuto restare più serena e distaccata, perché i bambini cambiano alla velocità della luce e alla fine tutto si trasforma, ma le preoccupazioni restano, forse cambiano solo forma ma in qualche modo fanno parte di noi ;)
    Quindi forse la cosa più sensata è cercare di essere sempre serene e viversi attimo dopo attimo questa avventura...
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serenità della mamma ed il giusto distacco, ridimensiona tutto e sapere che trattasi solo di un momento e per di più che volerà, fa passare tutto prima e rende più sereni anche loro.

      Elimina
  22. Come ti capisco..con Trottolina ho passato 4 mesi di coliahe, ho giurato l'Alginor mai (è come il valium) e provato tuti i rimedi citati,gocce sondini e co. Ti lascio il link al mio post dove troverai il mio rimedio http://mammacuore.blogspot.com/2011/12/coliche-come-una-fascia-e-un-pallone.html?m=1 spero ti sia utile, ultimamente in letto che anche una semplice manovra eseguita da un osteopata può risolverle ma non so se ce ne sono in zona e quanto costa, dicono che anche accendere il pimo aiuta..comunque sono certa che non sarà facile soprattutto avendo anche Cestino da gestire,se puoi fatti aiutare anche solo x dormire mezz'ora.posso lasciarti il mio cel se vuoi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa la digitazione errata, volevo scrivere accendere il phon..sto cel scrive quel che vuole

      Elimina
    2. Vado a leggermi il post e grazie di tutto!!!! ;-)))))

      Elimina
  23. Coraggio mamma Piki!
    io pure le chiamavo coliche, anche se c'è chi dice che "non sono tutte coliche quelle che piangono"
    Arrivavano tutti i giorni verso le 18, per fortuna solo a quel momento del giorno. Funzionavano un pochetto le pezzette calde sul pancino e poi "l'allattamento a testa in giù". Inizialmente la tetta veniva rifiutata, ma poi, bimbo sulla mia pancia con tetta scoperta, si calmava un pochetto, andava a cercare la tetta modello picchietto e ciucciacchiava un pochetto così a pancia in giù fino a calmarsi del tutto. Una cosa da sciogliersi in brodo di giuggiole.
    Se per caso sperimenti fammi sapere l'esito.
    Io nostalgia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pezzette calde sul pancino!!!! Non ci avevo pensato!!! Proverò!!!

      Elimina
  24. hai vinto un premioooo!!!

    http://infinitonelcassetto.blogspot.it/2013/05/parliamo-di-noi-stesse.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee mi ci voleva proprio in questo periodo!!!

      Elimina
  25. piccoline voi due, mi fate tenerezza entrambe, la piccola perchè soffre e tu perchè devi lenire con metodi blandi questa sofferenza :-( Aribella ne ha sofferto un po', ma per nostra fortuna non cose super tragiche. Usavamo anche noi il Mylicon. Raramente l'aiutavamo con un sondino per farle espellere l'aria. Comunque se ti può consolare quando il pediatra mi disse di pazientare tre mesi mi ricordo che uscii dallo studio e mi dissi tra me e me per farmi forza "tre mesi, Ele cosa vuoi che siano tre mesi in confronto ad una vita" peccato che mentre mi autoconsolavo mi scendevano i lacrimoni. Ora ci rido...ma che dura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi in realtà volano, ma li per li, quando passeggi tra urla e pianti, a notte fonda anche un minuto può essere lunghissimo!!!

      Elimina
  26. Ciao
    surfando tra i vari blog di padri sono arrivato qui,premetto che odio dare consigli, ma se ti va ti racconto come abbiamo fatto noi.
    Mia moglie usava se non ricordo male colikind della loacker(si come i biscotti!!! ) io invece mettevo il mio cucciolo in quelle fasce portabebe', in posizione culla e se avevo tempo facevo un giro o se no passeggiavo un po in casa; boh che dirti ,con i miei due baby ha funzionato ma non tutti i bimbi sono uguali!
    P.s. il pianto da coliche e' straziante quindi hai tutto il nostro sincero conforto

    complimenti per il blog

    Roberto & family

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei consigli e di esserti fermato qui. Mi segno la tua dritta!!!

      Elimina
  27. Come ti capisco, Emma ne ha sofferto parecchio e dopo il Mylicon prescritto dalla pediatra, che aumentava i gas e quindi i dolori subito dopo la somministrazione, sono passata a massaggi neonatali sul pancino e a rimedi omeopatici ma non esiste un solo farmaco omeopatico contro le coliche, dipende da cosa sono dovute...io avevo trovato il mio (oltre a tenerla spesso in braccio a pancia in giù), ma a questo link trovi più soluzioni, guarda quella che fa x te...http://www.donnaclick.it/mamma/coliche-gassose-neonati-rimedi-omeopatici.htm...spero di esserti stata d'aiuto...un bacione, Melie (ilmondodimelie@gmail.com)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, dimenticavo, latte a volontà, più stava attaccaa più stava bene....

      Elimina
    2. Anch'io la attacco al seno e si calma, infatti sono sempre tette all'aria!!!

      Elimina
  28. a me solo matteo, il primo, le ha avute. ed io, dopo aver provato massaggini e bagnetti, ho trovato quello che poi è diventato il nostro modo: tutte le sere verso le 17.30, quando puntuali arrivavano le colichette, lo prendevo in braccio facendo in modo che la sua pancia fosse ben attaccata alla mia (in modo che il calore la facesse rilassare), mettevo la musica (sempre la stessa, noi sentivamo de gregori) e ballavamo. ... per fortuna funzionava!

    RispondiElimina
  29. ema ne ha sofferto un pocheto e sempre dalle 18 alle 21.cn noi ha funzionato un po' la magnesia phosforica in gocce omeopatiche,ora sn alle prese cn la malefica tosse so che ne sai qualche cosa oggi si va dalla pedatra che tanto cm al solito nn mi darà niente di risolutivo, è un mese che si va avanti così, dirti chens sfatta è un eufemismo ma so che ne sai più di me in materia....anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultima volta che Cestìno ha avuto la malefica tosse, gli ho dovuto dare il Bentelan per farla passare!!!

      Elimina
  30. tanto la soluzione la sai già: far passare il tempo. anche io come tante mamme sopra non ho voluto dare alginor. Ho provato con qualche omeopatico che non ha mai contato un tubo. A parte massaggini e cercare di aiutarla a liberare aria l'unica cosa infallibile per me é sempre stata la fascia. Ci passava le ore tra me e il papà. Una faticaccia ma almeno dormiva serena e soprattutto non piangeva. (ah per noi la fase colica durava tutto il gg)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fascia e' una cosa che voglio provare, non solo per le coliche ma anche per ornare a fare cose usando le mani!!!

      Elimina
  31. Una neo mamma l'altra sera mi fa: "mi raccomando fai il corso del massaggio del neonato. E' bellissimo e poi ti insegnano in due mosse a fargli passare le coliche, l'ho insegnato anche a mia sorella che stava diventando matta!"
    Sarà questa la risposta ad ogni domanda...?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatti dire come si fa. Ti prego!!!!!

      Elimina
  32. Ciao!!! Mi piace troppo il tuo blog quindi ho un premio per te ;) non so se ti interessa o se l'hai già ricevuto ma volevo comunque farlo avere a te ;)
    un bacione

    http://makawrites.blogspot.it/2013/05/the-versatile-blogger.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Vengo subito a ritirare e grazie per le belle parole!!!

      Elimina
  33. nuova follower :)
    spero ti unirai al mio blog ne sarei felice
    http://sweetmakeupandfashion.blogspot.it/
    https://www.facebook.com/Sweetmakeupandfashion

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di essere passata i qui e piacere di conoscerti, faccio subito un salto da te!!!

      Elimina
  34. Spruzzetto di Sole le ha avute per i primi 3 mesi. Finito il mio latte al seno gli sono passate. Nel mio caso deduco fosse proprio il mio latte a dargli noia. -.-'
    Comunque non ho rimedi miracolosi da dirti purtroppo, noi con tanta tanta pazienza provavamo con i tanto discussi massaggini ma niente, l'unica cosa che lo placava un pochino di più era metterlo appoggiato sulla spalla del papà a pancia in giù. Proprio a cavallo, sopra la spalla stessa, non so se riesco a spiegarmi bene mannaggia.

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso