ORA SI CHE SONO CIRCONDATA



Domenica sera. E’ tardi, molto tardi, diciamo pure che è lunedì ed io sono sfinita.E’ stato un lungo week end, faticoso e difficile di quelli che concludono degnamente una settimana da schifo, ma di quelli che, forse più degli altri, merita di essere ricordato perché disseminato di così tanti errori, da richiedere un grosso momento di riflessione per evitare di ripeterli o per lo meno, per contenerli. Alla soglia dei quaranta, infatti, ancora mi riscopro incapace a cavarmela in situazioni oramai date per acquisite: gestire il quotidiano, far fronte alle inevitabili beghe e trovare soluzioni pratiche, veloci e indolori. Al tempo stesso però sono una campionessa nell’ingigantire i problemi, le ansie e le preoccupazioni, creando un mix esplosivo di negatività che tinge il panorama di scuro…
Venerdì mi sono regalata un’ora e complice l’Ipernonna, che si è occupata di Cestino, insieme alla piccola urlatrice sono stata a tagliarmi i capelli.
"Il secondo figlio è più facile da gestire, meno impegnativo e noi siam più preparate
Questa più o meno la “tiritera” che ho sentito per un’ora condita da tanti che bello e come vorrei essere al tuo posto, ed io, che all’inizio ne ero convinta, ora non lo sono più così tanto ma non ho avuto comunque il coraggio di smentire.
Ci ha pensato la parrucchiera a farlo. Fino a quel momento stranamente silenziosa, con le lacrime agli occhi, ha raccontato quello che non avevo proprio bisogno di sentire.

“Scusami se sono dura, ma io non t’invido! Ho avuto il secondo figlio a distanza di tre anni dal primo, proprio come te e a ripensarci mi viene la pelle d’oca”.
Ha descritto quel periodo per filo e per segno, con dovizia di particolari, proprio come se fosse ieri. Un grosso buco nero dove era caduta senza possibilità di risalita. Si ok, con il secondo figlio sapeva cambiare un pannolino, ma non era preparata a farlo mentre aveva l’altro agganciato a una gamba, allattare le era venuto più naturale ma non era stato meno faticoso, l’esperienza non la faceva accorre al primo pianto, ma due ore di strilli erano comunque snervanti.

“No, non t’invidio, preferisco ora che sono grandi ed io sono di nuovo un essere umano”.
Se mi servivano incoraggiamenti, ero di sicuro nel posto sbagliato e al momento sbagliato e infatti sono uscita da lì tra l’incazzato e il frastornato perché, se pur mi scoccia, in quelle parole io mi ritrovo e a malincuore, devo ammettere che sono vere e lo sono ancor di più oggi, che ho la consapevolezza di non averne azzeccata una nelle ultime 48 ore. La situazione mi è sfuggita di mano e mentre Cestino ne combinava anche di notte, Cicina ha urlato per tutto il week  end, facendo di me un avanzo da buttare nell’indifferenziata.
Ora, complice la festa del paese e il suo primo gioco da grandi, Cestino è finalmente crollato al mio fianco ma ha pensato bene di spalmarmi gamba e braccia su tutto il corpo e allo stesso modo sta facendo Cicina ma con un occhio aperto e uno chiuso, caso mai avessi la voglia di scappare. Io e il Principe stanchi e persi nel vuoto, sembriamo due, che dopo aver dato una festa, in cui tutti si sono divertiti tranne noi, si ritrovano da soli a dover pulire i cocci e sopra di noi un fumetto con scritto FINALMENTE DOMANI SI TORNA AL LAVORO!Devo concentrarmi sul positivo lo so, su quello che di buono la settimana ha lasciato, sul fatto che un piccolo miglioramento sullo spinoso fronte lavorativo c’è stato, sul Meteo che ha annunciato estate a partire da martedì, sul compleanno di Cestino da festeggiare e sulla connessione che si spererà domani, tornerà, o anche su un marchingegno chiamato lettino, che il Principe ci ha regalato per notti tranquille e che ora è montato di fianco al letto. Su questo dovrei concentrarmi ma un lieve rumore d’orologio mi dice che è oramai lunedì e così spengo la luce. Il principe è ancora davanti alla Tv spenta, Cestino alla mia sinistra nella posizione di cui sopra, Cicina nel marchingegno alla mia destra. Fa  caldo, io dovrei andare in bagno e non so da che parte scavalcare.
Mi guardo intorno e inizio la settimana con una certezza: sono circondata!!!
Forza Baby impara a ballare..due tre quattro, due tre quattro....
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

42 commenti:

  1. che forza che sei! Dico sul serio. Nonostante tutto sei ancora li, e già questo, che tu non sia scappata a gambe elevate, mi pare una gran cosa. temevo che con il secondo non fosse questa gran discesa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A buttarla sul ridere, ti direi che non ho alternative che quella di restare!!
      A buttarla sul serio, ti dico però che, nonostante tutto, non esiste altro posto oltre a questo, dove vorrei stare!

      Elimina
  2. Un vero e proprio assedio direi! :-) Ma niente mi toglie la certezza che quando sarà finito una parte di te (di noi) ne sentirà la mancanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà di sicuro così....rimpiangeremo anche le notti insonni!!!!

      Elimina
  3. meglio esaurire per i figli che per i parenti serpenti...parola di chi c'è finita con tutte le scarpe.
    al secondo figlio sei un lampo nei cambi, sai più o meno cosa ti aspetta, sai gestire rigurgiti e preparare un borsa cambio per uscire a occhi chiusi, ma non sei preparata a gestirne due ed è davvero dura, specialmente i primi 3-4 mesi e non tanto a far le cose quanto mentalmente a sostenere il duplice stress e la stanchezza moltiplicata. poi tranquilla, ritroverai quel nuovo equilibrio che ora stai cercando quasi invano e inizierai a vedere la cosa con molta positività.
    tu mi leggi e avrai notato quanti sbalzi di umore da ottobre a oggi, a volte ti scoraggiavo, altre ti rincuoravo, come vedi siamo tutte nel vortice ed è normale a giorni dire "che bello" alternando ad alcune volte di un sano "ma chi me l'ha fatto fare?" ^_^
    i miei primi mesi da bismamma sono stati una vera tortura, ma oggi, dopo aver vissuto l'inferno in primis per causa altrui ma anche per via della nuova condizione di mamma di due, ti dico che è meraviglioso! che lo rifarei cento volte e che non appena sarò pienamente tornata in me farò pure il terzo!
    ovvio con tanto di sali scendi di umore che di certo nei prossimi post non mancherà!!! normale amministrazione, ahahah
    i figli sono gli unici che ti fanno veramente uscire pazza ma che con un sorriso, con i tratti distesi mentre dormono, ti fanno capire che senso aveva vivere la vita!
    piky forza tesoro, è solo l'inizio ed è il momento più duro, poi passa e ti abitui ad essere bismamma e sappi che sbaglieremo sempre ma che i nostri figli sapranno sempre perdonarci perchè anche se vestiti da diavoli a volte, loro sono angeli terreni!
    ah... passa da me c'è un premio per te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo intuito dai tuoi ultimi post che c'era stato qualcosa del genere ma tu sei una forza, e di sicuro te la sei cavata benissimo e ancor meglio te la stai cavando ora....non mollare eh, che io prendo spunto da te!!!

      Elimina
    2. oddio spunto no rischi di fare macelli ;)
      un abbraccio super donna

      Elimina
  4. ammazza pikyna, se prima avevo dei dubbi sul quando fare un eventuale secondo figlio, me li ha tolti tutti...non prima dei 3 anni!!!
    però secondo me tra un pò li vedrai ridere tra loro, e tutto questo sarà dimenticato...
    ti abbraccio forte forte e ti dico che io starei esattamente come te
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo dipenda dall'età ... Frase e' solo una procedura a cui tutte siamo destinate, al primo, al secondo, al terzo.....etc.

      Elimina
  5. puo' darsi che fra qualche anno io questo commento lo prendero' e lo cancellero'...perche' non so neppure cosa sto per dire...ma per me sara' e' il primo anno il piu' duro poi comincerai a respirare...vedrai.
    gia' che ci sono i nonni a darti una mano e' molto vantaggioso...io non avrei neppure quelli..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringrazio sempre mia mamma, per l'aiuto che mi da, morale e materiale...senza di lei molte cose non sarebbero possibili.

      Elimina
  6. I miei figli si passano 24 mesi esatti, quando è nato F. il secondogenito ancora avevo G. nel lettone al pomeriggio.
    Ed è stata dura, durissima, da piangere, da avere i sensi di colpa e voler fuggire.
    Passa? Certo.
    Quando? Forse dopo qualche mese, forse col tempo di trovare un nuovo equilibrio.
    Un consiglio: parlane con chi ami, ti saprà essere vicina.
    Io l 'ho fatto e mi ha aiutata... almeno un pochino.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che tutto, o per lo meno quasi, stia nell'equilibrio che tu dici...c vorrà del tempo ma arriverà!!!

      Elimina
  7. MammaPiky ti abbraccio. Ti ho sentita stanca, ma credo che sia normale e inevitabile per te in questo periodo. Nonostante questo però, nelle tue parole traspare la forza che ti caratterizza e che ti permetterà di superare questi momenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stanca e' vero ...e a volte vaneggio!!!

      Elimina
  8. Io parlo cercando il 2°, pur essendo stanca (anzi Stanca) del 1° che da poco ha fatto 2 anni ... però però ... io sono figlia unica e per me è sempre satata la cosa più difficile e brutta che mi fosse mai capitata, forse perchè avrei avuto un fratello che ora non c'è ... e non voglio far passare a Figlio quello che ho passato io (e stò passando, perchè un fratello mi manca ancora ora a 37 anni).
    E' faticoso, ultra stancante, non ci sono nonni che aiutano e Marito fa poco ... ma tanto lo so che un giorno tutta 'stà gran fatica finirà! Prima o poi...
    Per i sensi di colpa, dai, chi non li ha?!? Sfogati con noi che siamo qui a dirti che un po' tutte abbiamo gli stessi problemi: non passano, non si alleggeriscono ma almeno non siamo sole ;)
    Un abbracciONE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo deciso per il bis anche pensando a questo. Ho due sorelle e so quanto questo arricchisce. Un abbraccio anche a te!!!

      Elimina
  9. Tesoro, il secondo figlio è impegnativo eccome!!! Lo so perchè dove sei tu ero io due anni e pochi mesi fa.
    Ma si supera. La cura è solo il tempo, te lo dico non per deprimerti ma anzi per rassicurarti che non stai sbagliando e che non ci sono cose che dovresti fare meglio di come stai facendo e così via. E' tutto perfettamente nella norma e devi solo aspettare che passi.
    Naturalmente dopo sarà molto ma molto bello, tranquillizzati e pensa a questo, ok?
    Baci solidali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando non sono così stanca e' bello anche ora...passerà lo so, il tempo fa sempre il suo lavoro.

      Elimina
  10. Lo so e ti capisco, ci sono passata anche io.. ricordo un pomeriggio sdraiata sul letto con Chicco attaccato al seno e Chicca che mi dormiva akkoalata sul fianco, mi sembrava di aver perso il mio spazio vitale.. i primi tre/quattro mesi sono davvero impegnativi, ma poi comincia la discesa... e oggi a due anni di distanza mi sembra sia volato il tempo e quasi quasi mi sembra di aver dimenticato tutto lo stress di quei giorni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile gestire il primo più del secondo...siamo in piena crisi di gelosia!! Consigli per me?

      Elimina
    2. tanta pazienza e coinvolgerlo tanto... a me il pediatra disse: "Signora ringrazi che è gelosa, vuol dire che è da sfogo al sentimento, è peggio quando quando lo soffocano e lo tirano fuori dopo anni".
      Pensa sempre che è un sentimento umano e naturale, digli che lo capisci che è geloso, ma che gli vuoi bene lo stesso e che nulla è cambiato ma anzi è tutto raddoppiato... vedrai che migliorerà! Un abbraccio solidale forte forte

      Elimina
    3. La stessa cosa disse a me il pediatra e lui l'ha preso in parola. Anche in questo caso, credo che il tempo aggiusterà tutto. Grazie!!

      Elimina
  11. Hey tesoro è difficile, difficilissimo ...ma io son sicura che tra poco, pochissimo ricorderai tutto con tanta malinconia ..e te lo dice una che allattava due pupi in tandem piangendo insieme a loro ...e che dava la pappa con due mani lei che con la sinistra è una incapace ...

    e' dura e tu parlane ...di quanto è dura ma sorridi e goditi i tre anni di cestino e il mese di cestina che non torneranno piu' ...un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto in toto Franci, io muoio di nostalgia! ;)

      Elimina
    2. Per me tu sei un eroe...due contemporaneamente sono una vera sfida

      Elimina
    3. haha quando ci sei nel mezzo annaspi ma stai a galla ;D

      Elimina

  12. premio per te qui ;):
    http://sweetmakeupandfashion.blogspot.it/2013/06/premi.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie !! Mi devo sdebitare con te! ;-))))

      Elimina
  13. Ti capisco. Benissimo.
    Ho la fortuna di avere accanto i miei perché tra dieci giorno trasloco e la pupa avrà appena fatto tre mesi.
    Comunque davvero dopo il secondo mese va meglio, il mio Piccolo Uomo di 33 mesi oggi mi vedeva correre e diceva: tranquilla, mamma, ci penso io alla sorellina :)
    Vi abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cestìno invece e' piuttosto geloso, dopo i primi giorni di indifferenza ora e' intrattabile!!!

      Elimina
  14. Ho paura che tra qualche mese questo post sarà anche il mio....userò dei sinonimi, tranquilla! Ps anche noi stiamo x acquistare un marchingegno più o meno simile al tuo e se pensi che questa mattina mi sono svegliata con Pupa appiccicata alla mia testa che era sul bordo del letto, puoi capire quanto ti sono vicina! Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lettino e' comodo per quando dome, quando dorme, quando dorme, quando dorme.....quando dorme????

      Elimina
  15. Mamma mia che paura...io tra pochi mesi...con l'aggravante che io non ho un Principe al mio fianco ma un'altra persona da accudire e che dipende totalmente da me, persino e soprattutto negli umori...quindi se sono nel caos lui lo è di più e non solo, si arrabbia pure...mi spaventa molto il mio futuro imminente...lo dico seriamente! Non so se le mie solo forze ed bergie basteranno per superare tutto, soprattutto per una "cosa" non a breve durata..adoro Emma, adorerò Tommaso, ma il mio amore x loro basterà x non cadere nello sconforto? Me lo chiedo sempre più spesso...nel frattempo mi dedicò a qls di carino e, se hai tempo e hai voglia di svagarti un po' sul mio blog creativo lecreazionidimelie.blogspot.com c'è un'iniziativa per una mamma super come te! Passaparola...:))))) e forza, sei una mamma super!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Principe e' fondamentale nella gestione del tutto, ma sta fuori per lavoro tutto il giorno e più di tanto non può fare e comunque l'umore mio o suo, influenza inevitabilmente anche l'altro e spesso ci ritroviamo "nel pallone" entrambi allo stesso momento. E' proprio allora che si genera il caos ma l'amore e' il salvagente per tutto. Ti sono vicina!!!!

      Elimina
  16. ti capisco piky....ma posso assicurarti che passa.....passa e il pupo dormirà!!!!! quando è nata S . il primo aveva un annno e............. dopo il primo momento di felicità idilliaca ...... ogni tanto mi immergevo nella disperazione più totale ..ma il loro sorriso mi ha aiutata ad essere non la mamma perfetta am la loro mamma che si stancava e non aveva voglia di giocare o che si metteva sul divano mentre loro giocavano......
    poi con la 3 è stato diverso ..ero più rilassata o forse abituata........ con la 4 poi ..... ma quello che volevo dirti è che è una parte del nostro essere madre la stanchezza .....sai che noia se fossim osempre perette e sempre con la soluzione per ogni cosa!!!!!!!!!
    goditi i tuoi pargoli e dove non arrivi pianta un chiodo
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me sei semplicemente un mito e detto da te che passa, e' da crederci!!!

      Elimina
  17. Ci sono già consigli a iosa..... ma non ho ben capito, sei già tornata al lavoro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, un mezzo servizio in realtà, compatibile con l'allattamento....la libera professione in questi casi, ti lascia poca scelta!!!

      Elimina
  18. Tesoro forse ti farò incaxxxx come la parrucchiera, ma pure per me la nascita del secondo è stato un "buco nero".
    Mi ci è voluto parecchio per uscirne, ma la notizia positiva è che poi se ne esce!
    Coraggio, fa tutto parte del gioco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no anzi, la verità mi serve per darmi una scrollata quando salgo sopa una nuvola!!!

      Elimina
  19. Eppure io in qs post ci leggo comunque coraggio, ironia e consapevolezza che prima o poi passerà. A me hai fatto sorridere. Secondo me è tostissima, sempre. Sopratutto all'inizio e già che ne parli, già che un minimo la butti sul ridere è un ottimo segno. si sarà un buco nero ma in fondo ce la luce.....go go mamma piky

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso