...E AL PRIMO POSTO CI SONO SEMPRE LORO



Ultimamente vivo con una follia in testa: vorrei del tempo per me e il Principe!
 Tempo esclusivo, non quantità ma qualità, direbbe Tata Lucia. Una giornata, serata o nottata che sia, solo nostra, un tempo di recupero per tutto ciò che è mancato in questi ultimi tre anni. Una chiacchierata fiume, di quelle che sputi fuori tutto d’un fiato per paura di essere interrotta sul più bello, o anche un irreale silenzio che accompagni un pasto da consumare in contemporanea.
Folli desideri che nulla c’azzeccano con la realtà di casa Piky. Infatti, spesso qui è pure difficoltoso scambiare chiacchiere di routine e informazioni di servizio tipo “C’è da passare alle Poste” o “Domattina ricordati la spazzatura”, perché Cestino e Cicina mal digeriscono queste confidenze. Lui se ne inventa di tutti i colori, anche mostri sulle scale, lei invece strilla nei momenti più giusti. La totalità del nostro tempo libero è assorbita esclusivamente da loro e forse, è solo dandoci un appuntamento fuori di qui che potremmo uscire dal loop.
Sono passati tre anni da quando sono diventata mamma e oggi sento, per la prima volta, il desiderio vitale e prepotente di tornare a essere moglie a tempo pieno, anche solo per poco.
Mi sono sposata per amore e sempre per amore sono ancora qui.
Lo guardo e lui per me è l’uomo più bello di quest’era, averlo vicino mi da ancora i brividi e mai vorrei qualcun altro al mio fianco (dichiarazione d’amore su Internet vale 100 punti).
Abbiamo dei ricordi di noi, dei progetti su di noi e dei sogni per noi.
Non voglio dimenticare i primi, vorrei realizzare i secondi e sperare nei terzi. Ristabilire delle priorità mie e sue, accantonate o peggio dimenticate. Dirci che oltre a mamma e papà siamo ancora Piky ed il Principe e che, se di sicuro ci sfuggiranno le albe, potremmo però ancora godere di qualche tramonto.
Tra l’altro mi scoccia pure ammetterlo perché io ero quella che mai e poi mai avrei messo i figli in secondo piano, quella che “Dove vado io, vengono loro” e che “Tempo per me ne ho avuto fin troppo”.
Sciocchezze che si dicono quando hai la superbia di credere di avere tutto inquadrato.
Oggi no.
Oggi, nel momento meno opportuno, ed in pieno allattamento a casaccio, dopo anni di piedi per terra, l’istinto di sopravvivenza mi dice di tornare a volare o per lo meno, provare a farlo e soprattutto e chiedo a mani giunte che qualcuno mi dica che “No, non è peccato!” e che spesso (come leggevo oggi) genitori imperfetti crescono figli sereni.
Complice la stanchezza di un anno lavorativo sulle spalle, so che per il Principe è lo stesso e giurerei che la sera, seduto su quella panchina ad aspettare che il sonno lo colga (e che il pratino si annaffi), il nastro della memoria lo riporta indietro nel tempo mentre la sua mente grida “Ridatemi la mia Piky!”.
Poi di sicuro se ne pente, come me ne pento io del resto, e al primo posto ci sono sempre loro.
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

57 commenti:

  1. Hai ragione cara. Siamo talmente assorbite dal ruolo di madre che spesso ci dimentichiamo di essere donne e loro sono lì a ricordartelo ogni volta in ogni momento della giornata. le nostre chiacchierate sono sostituite dalle chiaccheire familiari ed è per questo che bisogna ritagliare tempo per la coppia, cosa difficile ma va fatto, magari appena i bimbi cresceranno un pò e vedrai che vi ritroverete più forti e più innamorati con un meraviglioso bagaglio di ricordi dei giorni faticosi passati insiemi. No Piky non è peccato, sogna e non smettere di farlo! Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà bello recuperare certi momenti ma perché diventino grande ci vuole ancora troppo tempo ed e' bene che mi organizzi in qualche modo altrimenti continueremo a comunicare per mail!!!

      Elimina
  2. Non è peccato! Ma per favore lo dici anche tu a me???
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è peccato non farlo, altrochè.
      Dai donne, siamo nel 2013!!
      Vale

      Elimina
    2. E' peccato non farlo, e' peccato non farlo, e' peccato non farlo........me lo voglio ripetere di continuo fino a che non lo farò!!!!

      Elimina
  3. Tempo per me ne ho avuto fin troppo? Fermi tutti. Ci hanno cresciuto con questa mentalità catto-cristiana per cui la donna è moglie e madre E BASTA. Quando poi la moglie diventa madre è proprio madre E BASTA. Io dico no. Dico no a mettere i figli davanti a tutto (una nonna o una babysitter non hanno mai creato serial killers e nemmeno traumi legati all'abbandono) e soprattutto metterli sempre al centro, organizzare tutto in base alle loro esigenze. Perchè? Cresceranno con la convinzione che tutto giri attorno a loro. Riprenditi la tua vita, la tua relazione e il tuo uomo. I bambini staranno bene per qualche ora o anche per un weekend in compagnia di zii/cugini/nonni... ;)

    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà io sono cresciuta in una realtà e in una famiglia dove mi hanno insegnato prima ad essere donna ed a considerare gli altri degli aspetti in più, aggiuntivi e di sicuro belli ma non totalizzanti. Poi però e' nato il mio primo figlio ed ho scoperto una forma d'amore così forte e totalizzante da assorbirmi tutta, e' stato lo stesso anche per mio marito, fino ad ora quando l'istinto ha preso il sopravvento e giustamente reclama.

      Elimina
  4. proprio in questi giorni sento con irruenza anche dentro di me questa necessità di essere per due ora sola con Marito e come te, anche io, avevo detto "i figli sempre con me".
    sono sempre i miei amori immensi, il pensiero fisso, coloro per cui darei la vita ma AMO mio marito e no, non mi sento in colpa a voler, dopo 2 anni e 7 mesi e due figli, un pò di tempo per noi, per parlare, per baciarlo, per passeggiare per mano con la testa tra le nuvole senza badare ai piccoli, per poco e comunque loro sarebbero sempre lì nel nostro cuore.
    ma mi sembra come desiderare la luna e ti dico... continuo a sperare in un miracolo e in un tet-a-tet per poi tornare rigenerati a fare i genitori fulltime

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sono sposata per avere figli, mi sono sposata per amore, ho scelto lui perché con lui volevo stare. I figli sono arrivati dopo e sono stati una gioia, la più grande ma non l'unica.

      Elimina
  5. Qua urge un appuntamento a cena a lume di candela solo voi due...se mi dai il numero del posto in cui volete andare prenoto io, cosi' non ti senti in colpa ;)

    e come ti capisco pikyna cara....come ti capisco...
    ma se ti senti cosi', e lo scrivi, vuol dire che e' ora di un po' di tempo per voi!
    basta una sera, e poi tirerai avanti per altri 2/3 mesi tranquilla...
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son sincera, mi faccio molti scrupoli a lasciarli perché i nonni già se ne occupano durante la settiman perché noi lavoriamo, e chiederglielo anche perché ho voglia di andar i a divertire mi sembra troppo. In più ora con la bimba piccola che prende il latte quando vuole senza orari e senza limiti, farla resistere più di un paio d'ore sarebbe impossibile.....e ne avrei posti dove vorrei andare eh?!?!?!?,

      Elimina
  6. proprio ieri sera ne parlevano. il marito mi diceva che ha bisogno di una sera a settimana, ok, ho risposto, ci farò coincidere lo stiro. però poi ne voglio una per noi! e lui: come facciamo? Non lo so ma c'è bisogno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora mi accontento di una sera insieme o anche qualche ora, poi proveremo a trovare momenti esclusivi per ognuno, ma tanto per ora sarà difficile sia l'uno che l'altro!!!

      Elimina
  7. Ma certo che dovete uscire da soli, qualche volta, siete anche una coppia, e fa bene staccare un attimo. Noi da quando è nato il piccolo siamo riusciti a farlo solo 3 volte (non abbiamo nonni molto disponibili), anche se non siamo stati via tanto, è stato bello essere solo noi due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io come dicevo sopra già usufruisco dei nonni tutta la settimana per il lavoro, mi sembra di approfittarne chiedendo anche per momenti di svago

      Elimina
  8. A noi è venuta in soccorso proprio lei, la PiccolaPeste, centro del nostro piccolo universo che quest'anno ha deciso di rimanere al mare altre due settimane (oltre le due che abbiamo fatto insieme) in compagnia dei cuginetti, della zia e della nonna e non c'è stato verso, c'ha gentilmente fatto capire che io e il Prof potevamo pure tornare a lavoro, lei sarebbe rimasta lì. Così dopo una prima serata/nottata di angoscia la tensione è sparita, io e lui ci siamo ritrovati a fare i fidanzatini come non succedeva da tre anni e mezzo a questa parte e io mi sono pure riposata il pancione in vista delle ultime 10 settimane di gravidanza! Ti pare poco?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima dell'arrivo di Cicina qualche pranzetto ce lo siamo ritagliato ma stiamo parlando di mezz'ora poco più.
      ...saggia Piccola Peste e godetevela!!!

      Elimina
  9. è molto importante ritagliarsi degli spazi per te per la coppia ma anche per gli stessi bimbi ! se non sei serena loro lo sentiranno..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tempo di qualità per noi porterebbe di sicuro anche tempo di qualita per loro.

      Elimina
  10. Ho letto il tuo post e quanto hai ragione...qui non si riesce a dire nemmeno 'oggi è stata una bella giornata di sole' senza interruzioni..la sera poi c'è PapiSuperMega che vorrebbe star con la sua sposa ma alla fine un po' di carne la vede solo quando allatto..perché è vero..ce n'è sempre una..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto che stai per rientrare al lavoro....la cosa si complica ancora di più ma proviamo i dai...o per lo meno sognamolo che quello che si vuole intensamente, prima o poi si avvera.

      Elimina
  11. NON E' PECCATO!lo dico sia a me che a te. quando ci riuscirai, e quando ci riuscirò io, i ns figli godranno sicuramente dell'effetto positivo. solo per inciso di un commento un po' sopra...non vedo cosa c'entri la cultura catto-cristiana, lavoro nel campo e non mi è mai stato detto che devono venire prima i figli, anzi mi è sempre stato detto: ricordatevi che siete prima marito e moglie, poi genitori.purtroppo a chi se l'è dimenticato ho visto, spesso, fare brutte fini. anna

    P.s. ma noi ce la faremo a ritrovare un po' di tempo per noi-coppia,vero piky?dimmi di sì ti prego voglio crederci! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima ancora uomo e donna e da quest'unione sono arrivati loro, perché le cose belle portano solo cose belle.
      ....e si ce la faremo, che poi il tempo passa così in fretta che ci vorrà anche poco...

      Elimina
  12. E' assolutamente una cosa normalissima e non è affatto peccato, cara Piky!!! Te lo assicuro, anche perchè mi trovo spesso nella tua stessa situazione di voler evadere dal ruolo di mammasolomamma per essere anche moglieamantedonna.
    A volte ci riesco (non sempre...dovrebbe accadere più spesso) e con il mio maritino adorato ci ritagliamo una seratina post-messa a nanna dei monelli e diciamo anche una mezza nottata solo per noi... <3 <3 <3 eheheh!
    Risultato: pure se la mattina dopo siamo un pò stanchi per aver dormito meno del solito, ci sentiamo così felici, complici e uniti che poi riusciamo a tirare avanti per un pò di nuovo nella routine inevitabile di quando si hanno figli piccoli per casa. Fino al successivo appuntamento serale-notturno ;-)

    I figli sono un dono inestimabile, ma non dimentichiamoci di noi e della vita di coppia!!! (Lo dico e lo ripeto anche a me stessa)

    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'appuntamento notturno e' l'unico che per ora riesce ma li non si parla mica......;-))))))))))))

      Elimina
  13. Hai super ragione Mamma Piky. E' più che giusto desiderare momenti di solitudine con il proprio marito e compagno di vita, è una cosa meravigliosa.
    Io e io marito durante l'estate ci ritagliamo diversi week end di solitudine e piazziamo i figli dai nonni, senza rimorsi e pensieri.
    Se vivessimo vicine ti direi portami Cestino e Cicina che te li tengo per un paio di giorni, si divertirebbero sicuramente in compagnia dei miei Tati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeeeee, e poi dicono che qui non si fanno amicizie!!!!
      In realtà noi abbiamo i nonni che sono disponibili ma già ci aiutano, accudendoli durante la settimana che approfittarne oltre non ci va.

      Elimina
  14. Ti capisco, oddio come ti capisco! Non è peccato, assolutamente no!! Bisogna non dimenticare la nostra dimensione di moglie e di donna affinché il ruolo di madre non le spiazzi. Basta una cenetta romantica con il principe e un pomeriggio dal parruchiere o dall'estetista oppure un buon massaggio per non trascurare né una cosa né l'altra. E poi la prossima settimana sono in Italia. Non so se sia realistico pensare a un'offerta come babysitter :) Un abbraccio, cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto che sarai in Toscana, io abito ad Assisi in Umbria ma se passi sarei felicissima di conoscerti .....senza fare la baby sitter promesso!!!! :-))))

      Elimina
    2. Ad Assisi ci sono stata due volte! Però allora non ci conoscevamo. Magari qualche volta ci si torna perché mio marito ne è rimasto innamorato! Anche a me è piaciuto, eh! Ti farò sapere!

      Elimina
  15. TI capisco. Anche io vorrei del tempo per me, ma proprio non ce n'è. C'è tempo al massimo per tutti e 4 insieme. Ma arriverà il tempo anche per noi come donne e per noi come compagne e mogli. Anche io sono mamma di un figlio di tre anni e di una di quasi due e...che fatica! Ma confido nel fatto che...a 18 anni andranno via di casa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...o che per lo meno si faranno una vacanza da soli!!! :-))))

      Elimina
  16. è vero anche noi da tre anni e mezzo a questa parte siamo sempre e comunque in tre perchè in ogni nostra uscita a cena, in ogni nostra serata Pupa è sempre con noi e di questo io sono un pò colpevole perchè non volendo appoggiarmi ai nonni anche alla sera finisce che si esce sempre insieme. Per ora non ho mai sentito l'esigenza di una cena a due, forse perchè Pupa sta diventando un pò più indipendente e così non è poi così difficile portarsela dietro. Il problema sarà quando saremo in quattro, xche ho paura che uscire diventerà un pò più difficile. Quello che mi manca invece è riuscire a parlare serenamente, senza avere qualcuno che continua ad interromperci perché reclama la nostra attenzione, questo si adesso inizia a pesarmi, forse dipende dal fatto che siamo tutti un pò più nervosi visto che ormai manca veramente poco all'arrivo della sorellina...non so ti racconterò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La stanchezza e qualche complicazione in più con il secondo sono innegabili, si ricomincia tutto da zero quando pensavamo di poter tirare il fiato, ma sono una gioia inestimabile e con un po' di organizzazione e pazienza potremo pensare anche al resto. Tranquilla dai che il momento e' vicino!!

      Elimina
  17. Non è peccato. Peccato sarebbe ignorare questo desiderio, sano e normale, peccato sarebbe smettere di essere moglie o ignorare la voglia di essere coppia....provaci Piky, provaci e non te ne pentirai.,.cestino e cucina staranno benissimo anche senza di voi qualche ora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora la questione gira tutta intorno all'allattamento perché la piccola mangia più o meno di continuo..devo pazientare un po' quando gli orari saranno più regolari e ci sarà per lo meno un tempo per una cena...punto tutto a settembre per il mio e suo compleanno!!!

      Elimina
  18. quando si e' fidanzati e' tutto diverso,poi quando ci si sposa o si convive come nel mio caso...cambia tutto.
    da quando e' nato il pupo molte cose non si fanno piu' ora parlo proprio di vita...e' una scelta ,,voluta , felicissima.
    poi arrivano dei momenti di crisi totale dove vorresti riprenderti la vita quella adolescenziale quella che stavi a tavola per mezzore intere a parlare di cavolate...quella dei grattini ai piedi sul divano quella di un film d azione cn luci spente e birretta e patatine in mano..
    ma poi anche questi momenti passano e sei felice di essere una famiglia con i suoi e suoi contro..
    amo il mio compagno...a volte lo vedo stanco..non nego che la coppia di prima non esiste piu'..ma ne esiste un altra piu' forte piu' solida e con una voglia di allargare famiglia.
    trovarci il tempo per allargarla pero' ehehe..

    buon week end piki :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che quando ripenso al prima non me lo ricordo bene? Eppure ne abbiamo fatte tante, ed era anche quella una bella vita. Sono diventata mamma e mi sono resettata. Ho accantonato il prima e ricominciato da capo...ma non so mica se e' giusto e se ho fatto bene?!?!?

      Elimina
    2. sono sicura piki che dopo un po' di meditazione diresti che hai fatto bene.
      quando ero fidanzata e pensavo alla famiglia...all allattamento, al bimbo che gira per casa, alla cenetta in famiglia stile mulino bianco, non avrei mai pensato che fosse cosi' come lo vissuta, un vero campo di concentramento..ç_ç
      ora come ora si sta stabilizzando gli equilibri..ho qualche dubbio pero' nel scriverlo O_o

      Elimina
  19. a parte che mi hai fatto commuovere!
    puoi sognare e devi farlo..non smettere mai....prenditi del tempo per te. loro impareranno vedrai..e quando tornerai rigenerata vedrai tutto sotto un'altra prospettiva!
    buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio quello a cui pensavo...staccare per ripartire, spegnere il motore per tornare a correre più forte, rigenerarmi.

      Elimina
  20. Come ti capisco! Io sono mamma a tempo pieno da un anno e non staccare mai è davvero dura figuriamoci dopo tre anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi la piccola ha poco piu di due mesi e li sta il difficile e l'impossibilità a staccare...già andare al lavoro (anche se per poco) e' dura.

      Elimina
  21. Come non capirti?? Ci siamo concessi dopo quasi due anni , una cena per il nostro decimo anniversario...è stato bellissimo ...solo noi due....ma il nostro argomento della serata durante la cena sono stati i bambini hihihihi....però è stata un ora di cena intensa....

    baci e grazie di essere passata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheheh...credo che se lo facessimo sarebbe così anche per noi...continueremmo a parlare di loro. Alla fine più che il tempo manca la mentalità.

      Elimina
  22. Genitori sereni crescono figli sereni.
    Noi in qualche modo siamo fortunati, mio marito fa un lavoro su turni perciò ci troviamo con mezze giornate tutte per noi, in cui chiacchiere, dibattiti, confessioni, discussioni non mancano. E io, che in questo momento sono a casa in incubazione, le trovo vitali.
    Certo, lo scotto che paghiamo è che la domenica a tre è un lusso, che il papà è a ore, che per organizzare una giornata fuori porta ci vuole la cabala.
    Abbiamo anche imparato a ritagliarci qualche sera, in cui non cediamo alla pigrizia e ci mettiamo in giardino a guardare le stelle e a chiacchierare, una volta che Guu è abbracciato alle sue peppe, fedeli compagne di sonno.
    Io consiglierei un w-e a due una volta svezzata la piccola. Vuol dire tenere duro ancora qualche mese ma.. poi ne vale la pena! Io del nostro primo w-e a due ricordo ogni istante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Durante la settimana io e mio marito ci incrociamo in casa, stanchi morti, due zombie che a mala pena riescono a cenare. Il fine settimana siamo così stanchi che non riusciamo nemmeno a goderci i momenti insieme.

      Elimina
  23. Mi associo anche io... In quest'ultimo periodo -dopo tre anni di mamma full time- sto riscoprendo anche io il desiderio di ritagliarmi degli spazi solo per me, ma anche degli spazi per me e mio marito, per riscoprirci come coppia, prima che come genitori. A prescindere dai luoghi comuni e da qualcuno che è sempre pronto a giudicare e far venire sensi di colpa, io ritengo che il bisogno di sentirsi non solo mamma sia più che legittimo! In fondo, i nostri figli hanno bisogno di mamme serene e appagate, più che di mamma onnipresenti ma trascurate e stressate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che ho letto vedo che siamo messe tutte allo stesso modo, forse dovremmo fare un'uscita tra di noi per riscattarci dai nostri tiranni!!!! :-)))))

      Elimina
  24. Già, al primo posto ci sono sempre e comunque loro, ma che fatica. A me manca il tempo con mio marito, e manca al il tempo con me stessa, un weekend via con la mia migliore amica, per esempio. Poi non lo programmo mai, perché mi sento in colpa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si anche per vedere gli amici c'è sempre meno tempo e quelli che sono single spesso li perdi di vista, mi dico che e' la vita ma nn mi va molto giù sai?!?!?

      Elimina
  25. Io ho bisogno vitale di ritagliare momenti con maritino e proprio ieri sera siamo riusciti, complici i nonni umbri, a ritagliarci una serata/nottata tutta per noi!!! Mi rendo conto però che con un figlio solo e di tre anni è più facile. Sono sicura che quando cicina crescerà un po' c'è la farete anche voi!!! Viva l'amore, viva la coppia, che se quelle cede scoppia tutta la famiglia!! Io ogni tanto penso a come sarà bello invecchiare con il mio lui accanto;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo una catena di anelli, servono tutti per generare forza e tutti al massimo della "forma"!!!!!

      Elimina
  26. In ufficio tanto tempo fa conobbi una donna fantastica. mamma di tre figli. Mi sembrava una dea. Bella. sorridente e mamma di TRE figlia a milano...Lei mi disse che già con la nascita del primo si era imposta che una volta alla settimana si usciva da soli lei e il marito. Mi raccontava che la prima volta sono andati a mangiare una pizza sotto casa. Tempo 40 minuti. Gli batteva il cuore, ma hanno voluto imporselo. Io nn l'ho mai dimenticato. così come delle mie amiche a milano da sempre si regalano la serata fissa. Anche solo per vedere un film al cinema insieme. Mio marito non lo capiva, poi dopo patata si. Noi in Kuwait non lo facciamo quasi mai. Ma credo che regalarsi una paio di volte al mese. Fa bene a tutti. Non sai quanto mi hanno fatto bene quei 3 gg a capri. ne avevo bisogno..Vedrai che tra un pà ci riuscirete. Averne preso atto è già un buon segno. W i genitori imperfetti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imporselo potrebbe essere una soluzione, proprio come se fosse un appuntamento di lavoro ma molto più piacevole...chissà forse riuscirei addirittura ad arrivare puntuale!!! ;-)))

      Elimina
  27. Ciao MAMMA PIKY...sto promuovendo il mio libro di filastrocche per grandi e piccini, che l'ha letto lo ha trovato divertente, se ti va ti aspetto da me,lo trovi in bacheca. Un saluto cordiale, Magu

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso