VOGLIO CAMBIARE NOME. COME FACCIO?


Diverso tempo fa, per lavoro, mi è capitato di conoscere una persona oramai adulta, figlia di madre brasiliana e padre italiano, con un nome alquanto insolito, bello ma che, affiancato al cognome, era difficile da portare.
Parlando di se raccontò della fragilità del suo carattere, delle sue insicurezze e della paura dei giudizi che da sempre le facevano compagnia. Il suo nome era per lei un fardello.
Innumerevoli le prese in giro, le battute e le cattiverie, troppe per una bambina di elementare e troppe ora che era adulta e "vaccinata".
La stupidità e cattiveria della gente a volte non conosce ne limiti ne vergogna e per lei il disagio era diventato troppo pesante per sopportarlo ancora.
Da qui la decisione, drastica e difficile di cambiarlo.
Ora vive meglio (credo), ma con un nome diverso e se volete sapere com’è che ha fatto andate QUI
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

6 commenti:

  1. Mi piacerebbe cambiare cognome..la rabbia che provo nei confronti di mio padre sarebbe un valido motivo ma lo tengo solo perché non vorrei fare un torto ai miei nonni..non sapevo si potesse cambiare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si può ma a certe condizioni e comunque l'iter deve essere sottoposto ad approvazione. Non e' così scontato ma e' possibile.

      Elimina
  2. Ma questa tua conoscente ha cambiato nome o cognome? Mi viene anche da pensare,ma i suoi genitori, magari al padre, non era venuto in mente che l'abbinamento avrebbe potuto causarle dei problemi?

    A me il mio cognome ha creato un po' di problemi da bambina, perché i bambini a volte possono essere crudeli con i loro coetanei ... da adulta il problema non si è presentato. Però ricordo ancora molto bene il disagio che provavo allora, quando certi bambini mi prendevano in giro e deformavano il mio cognome. Perciò posso capire quello che deve aver provato questa persona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha aggiunto un secondo nome che facesse da intramezzo con il cognome perché il primo nome letto di seguito con il cognome, dava il nome di un fiume.
      Io ho un nome doppio, difficile che qualcuno lo usi per intero per chiamarmi, lo faceva solo mio padre, ma da anni sono per tutti Piky anzi ora sono Mamma Piky.

      Elimina
  3. Sapevo che si potesse fare e in alcuni caso penso che sia giusto.
    Grazie, come sempre sei preziosa.
    Raffaella

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso