IL FASCINO DI UN WEEK END (l'eroe buono non va più di moda)


L'inizio dell'estate ci aveva visto ideatori e protagonisti di un week end fuori luogo, andato decisamente storto e che ci ha reso parenti stretti di un burattino di legno. Presi dall'enfasi, avevamo fatto una promessa e non l’avevamo mantenuta, il maialino tanto atteso non si era presentato e la delusione di Cestino, per l'appuntamento mancato, era palese. Una serie di eventi infausti ci aveva remato contro e noi sentivamo di dover, in qualche modo, rimediare.
Il concetto di Parco dei Divertimenti, lui l’aveva piuttosto chiaro in testa, e ancor più chiara era la sua voglia di andare, il problema era trovare il coraggio per provarci una seconda volta. Alla fine abbiamo rischiato e un giorno di questo week end di mare l'abbiamo passato qui.
Il Parco esiste da diversi anni, e tanto per rendere un'idea io ne ero un'assidua frequentatrice, quindi, alla voglia di rivederlo per ricordare, ho mischiato la paura di ritrovarlo tale e quale, mentre mi ha sorpreso. Tutto molto curato e a loro misura, perfetto per bambini dell'età di Cestino perché ogni attrazione è alla loro portata e tutto è facilmente accessibile. Castelli, trenini, labirinti e gallerie, la ricostruzione in scala delle favole più belle e spettacoli da lasciarli a bocca aperta. Carini anche i punti ristoro e diverse le aree da pic nic. In più noi abbiamo goduto della scarsa affluenza che da la bassa stagione e questo ha reso tutto una piacevole passeggiata.
Osservarlo stupito a ogni angolo, era gioia pura, vederlo ridere (non sorridere), la gratificazione vera, lasciarlo libero di provare, una leggerezza e tutto con la complicità della Piccola Urlatrice, solidale con il fratello, che ha limitato (per quanto possibile) l’insofferenza per una giornata passata in carrozzina.
Per noi la meta di tutto ciò era pareggiare i conti e la tappa più ambita era la Baia di Peter Pan, eroe indiscusso di casa Piky. Vederlo a grandezza naturale gli ha dato la conferma che non esiste solo nei sogni o in un cartone alla TV e che i bimbi sperduti sono molto simili a lui. Stupore puro, però... però... primo pomeriggio di quell'assolata giornata, al padiglione spettacoli, le luci si sono abbassate. la musica ha alzato il volume, le mani hanno iniziato ad applaudire le grida si sono moltiplicate...
"Sono o non sono il Capitano Uncino, e allora quando vi chiamo, correte tutti da me e fate presto perché chi arriva tardi lo sbrano... “.
Esce lui, vestito di tutto punto, con cappello e stivali, agita la spada e mostra il suo uncino sinistro.
E' il delirio e quel bambino vestito di verde con berretto e pantofole ai piedi, è rimasto lassù sul tetto di una casa, solo ed al buio.
Luci, occhi e sorrisi sono tutti per il Capitano, che nella battaglia finale perde sempre (com’è giusto che sia) ma che, nei cuori, ha distanziato, e di tanto, l'eroe buono.
Io con gli ormoni post parto, che stanno facendo di me carne da macello, ho brividi d'emozione per lui mentre mi mancano aggettivi appropriati per descrivere il suo viso. Non lo sento, ma so che il suo cuore sta battendo all'impazzata ed al momento della foto, lo vedo agganciare l'uncino che si è portato da casa mentre se lo guarda “brutto" come solo un vero pirata sa fare e quando, a spettacolo finito, ci è corso incontro gridando "Capitan Uncino mi ha salutato" io sarei andata a chiedergli l'autografo.
Ho guardato il Principe ed abbiamo riso forte: consapevoli oramai di aver pareggiato i conti e con la certezza che Il Buono non va più di moda mentre Il Cattivo piace sempre!
 
 
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

26 commenti:

  1. Bellissimo il video! Poi lo faccio vedere anche ai miei ometti, impazziranno di gioia nel vedere il mitico, unico e inimitabile Capitan Hook.
    Anche noi adoriamo Peter Pan e la scorsa estate abbiamo visto uno spettacolo con gli spandieratori, per mesi Tato girava per caso sventolando vestiti dicendo che era Peter Pan.
    Dai che avete recuperato alla grande e Cestino vi ha sicuramente perdonati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora ne parla e si rimira quella foto come fosse un trofeo!! Amo realizzare i loro sogni!!!

      Elimina
  2. bella fabilandia! io non son mai andata e ho avuto commenti diversi: mi fido del tuo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati! Però ti consiglio sempre un'uscita in bassa stagione perché, visto dove si trova, ad agosto o nei giorni festivi, secondo me c'è troppo caos. So che organizzano qualcosa di carino per Halloween, se il tempo e' clemente, potresti provare!

      Elimina
  3. Perchè è un cattivo simpatico!!
    Visto che siete riusciti a rimediare al "disastro" dell'altra volta? Bravissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio figlio dice che e' un simpaticone!!!

      Elimina
  4. Aaaaaah come capisco! Quando io sento la mia bambina che sghignazza di gusto sento persino le gambe molli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In fondo siamo qui per farli felici!

      Elimina
  5. Che bella giornata! E come ci l'hai racontato bene! Mi sa che sia riuscita a sentire le vostre risate e a vedere la gioia negli occhi di Cestino. Un bacione, cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dov'eri finita? Mi sei mancata sai? ...e' stata una bella giornata!!

      Elimina
  6. Sai che fanno lo stesso spettacolo, con una coreografia identica a Leolandia/Minitalia a Capriate??? L'anno scorso avevamo l'abbonamento e abbiamo visto lo spettacolo x ben tre volte...sempre bellissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello e' un video preso su youtube, lo spettacolo a cui abbiamo assistito noi era leggermente diverso, ma solo nelle piccolezze. C'era anche un numero con i pappagalli veramente spettacolare!

      Elimina
  7. Chissà lo stupore di Cestino! Posso solo immaginare la gioia di voi genitori nell'averlo reso così felice. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, forse più felici noi di lui! ;-))))

      Elimina
  8. Meraviglioso! Direi che vi siete rifatti alla grandissima. Anche alla mia pulce piacciono Capitan Uncino e i pirati, pensa che tempo fa le abbiamo mostrato una mia foto scattata ad Orlando con Spugna e Capitan Uncino e lei ha pianto due ore perché avrebbe voluto essere al mio posto!
    p.s. sono in arretratissimo con i post che mi sono persa nelle ultime settimane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello Orlando!! Portarli li sarebbe il max! Chissà magari prima o poi ci si riesce! :-)))

      Elimina
  9. Ai bimbi basta davvero poco per essere felici..ne abbiamo da imparare da loro..
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quella giornata son tornata un po' bambina anch'io!! E' stato veramente divertente e pure rilassante ( che detto di un parco di divertimenti fa strano!)

      Elimina
  10. Ti dirò: io sto sempre con i cattivi ;-)

    RispondiElimina
  11. IMMAGINO COME CESTINO SIA RIMASTO IMPRESSIONATO DA COREOGRAFIA, BALLETTI E TUTTO IL RESTO, MA SI DAI UN' APPLAUSO STAVOLTA ANCHE A CAPITAN UNCINO ;)

    RispondiElimina
  12. :-)))
    P.S.: domenica peppa sarà da noi, a bari, ma io...ehmmm...non le ho promesso nulla...sono cattiva? Mr uncino, posso stringerle la mano? :-P

    RispondiElimina
  13. Anche noi subiamo il fascino di capitan uncino...ieri però, vedendo poter pan, mi ha chiesto perché lui non vola !!!
    Baci
    Raffaella

    RispondiElimina
  14. Il mio parto è ormai lontano ma i brividibmi sono venuti lo stesso... Quella canzone, anzi, quell'album è una parte indelebile dei miei ricordi!:)

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso