TENGO UNA PERLA


La storia vuole che sia la borsa più itinerante del momento e, non c'è che dire, Mamma Piky e le sue sorelle quest'anno le hanno ridato una seconda vita, facendole toccare il record di numero di cerimonie effettuate. Da fan sfegatata del sacco di  Mary Poppins, non possiedo pochette e quindi la mattinata di sabato è iniziata così, con il recupero presso Sorella n. 1, di questa scatola nera cinese  15*10. Matrimonio n. 2 dell'estate (il primo è QUI) da affrontare con grande coraggio e somma speranza come abbiamo fatto per l'altro.
Una giornata che fin dall'inizio si annunciava molto lunga e che alla fine è durata molto di più. Di quelle che con i bambini "meglio di no", dove rinunciare sarebbe di sicuro la migliore scelta, per lo meno la più saggia ma una giornata dove c'era pur sempre un impegno da portar a termine e per questo ci ha regalato una perla.
La cerimonia è nel suo clou, la chiesa piccola ma gremita è un tripudio di colori, lo spagnolo rosso, l'elegante blu, il capostipite nero, qualche azzardata fantasia tropicale e ovviamente il bianco sposa.
Noi in fondo alla navata attendiamo un cenno della mano.

"Non osi separare l'uomo ciò che Dio ha unito".


Nel libero corridoio centrale, lungo quel tanto che basta da far sembrare l'altare dall'altra parte del mondo, due scarpine n. 26 avanzano lentamente. Le braccia protette in avanti sorreggono un bianco cuscino con i pegni dell'amore fermati da due fiocchetti rosa e azzurro. Un passo, poi un altro e un altro ancora, lo sguardo fiero e deciso punta laggiù, dove sa di dover arrivare. Tutti ammirano mentre io conto i passi 4,5 6, ....14, 15, 16. Un sorriso e compie il suo dovere :"il lavoretto del cuscino" come lo aveva battezzato poco prima. Poi orgoglioso, sorridente e di sicuro più rilassato, torna indietro con la stessa calma e in più un  applauso a fargli compagnia. In fondo alla navata, il Principe si abbassa e lui con un balzo è tra le sue braccia. La bocca non parla ma lo sguardo sì. Io strizzo gli occhi per non piangere, e intorno a me i complimenti mormorano.

Devo uscire, dobbiamo uscire. Lo devo abbracciare, baciare e stringere, devo dar sfogo a tutto il mio essere mamma, anche agli aspetti più ridicoli, di quelli che ti rendono orgogliosa perché mentre tuo figlio stava portando le fedi a un matrimonio, tu lo vedevi partecipare a una missione per salvare il mondo. I successivi minuti sono confusi e nebulosi.

Che cosa ho detto? Che cosa ha risposto? Sorrideva? Piangevo? C'era tenerezza o pietà a guardarci? Non lo so...ma tornando verso la macchina lui ha iniziato a canticchiare un ritornello ed io ho pensato:

 "Un giorno bellissimo comincia da un battito, le ciglia si aprono e davanti agli occhi questo spettacolo è tutto da vivere...."

Questo è quello che ricordo.
"E il resto della giornata?"
 No, il resto no. Vissuto con una bambina sempre in braccio.....


Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

33 commenti:

  1. Bravo cestino... e noi mamme che li guardiamo avanzare verso il mondo senza di noi...teniamoci solo i bei ricordi! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quando ho loro ogni momento merita uno spazio nei ricordi e nel cuore.

      Elimina
  2. perchè tieni l'essenziale! il resto che importanza può mai avere? E bravo Cestino!

    RispondiElimina
  3. Che bello il portafedi! Pure io lo feci a 4\5 anni..che responsabilità'...e che soddisfazione...
    il resto sono dettagli piky, non contano :)
    (più o meno)
    darling

    RispondiElimina
  4. Pensa che noi siamo sposati in comune perché stiamo aspettando che il nostro bimbo ci porti le fedi all'altare. Pensa che emozione per noi e per lui..ma dobbiamo ancora decidere la data!! Bravo piccolo tuo ometto!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro sarà emozionante e renderà ancora più speciale il momento. Aspetto la data allora.

      Elimina
  5. Sai, me lo sono immaginata, il tuo piccolo, che torna fiero dalla sua missione e cerca il vostro sguardo. E che felice deve essere stato quando ha visto la felicità e l'orgoglio nei vostri occhi.
    Ma porca miseria, è possibile che mi metta a piangere anche per un racconto così bello e tenero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè anch'io commossa!! Però se lo sa la sposa ci rimane male....che nessuno si è commossa per lei. Un bacio cestino-

      Elimina
    2. Siamo mamme e commuoverci e' nel nostro DNA!!

      Elimina
  6. Ma che bella l'immagine di Cestino che percorre la navata con le fedi! Missione compiuta;) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un uomo su un corpo bambino!! :-)))

      Elimina
  7. Il resto non ha importanza, dopo un'emozione così, vero?

    RispondiElimina
  8. Cara Piky, mi commuovo solo al pensiero del tuo cestino e la sua bellissima missione;-)) un bacio grande amica cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca, e' stato veramente bello!

      Elimina
  9. Evviva le mamme che si emozionano davanti ai figli paggetti!!! Bravo Cestino :-)
    La mia monella a luglio ha fatto la damigella al matrimonio degli zii ed era bellissima e felice....e io ero ovviamente più felice ancora di lei ;-)
    E sai una cosa? Anche io come te il resto di quella giornata, col monello urlante e capriccioso e iperattivo vorrei dimenticarlo eheheh :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo resto e' stato simile al mio allora!!!

      Elimina
  10. mitico cestino orgoglio di mamma!!!!

    RispondiElimina
  11. bellissimi!ovvio che mi sn commossa.anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quel momento forse molti avranno pensato a me come ad una sciocca: commuoversi per così poco!!! Ma per me e' stato un momento che non dimenticherò!

      Elimina
  12. Bravo Cestino, che emozione devi aver provato...
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una grande emozione di quelle che lasciano il segno a distanza di giorni e che forse del tutto non se ne andranno mai.

      Elimina
  13. Ahahah! spero che gli sposi non leggano mai il tuo blog! :))
    Dolce il tuo ometto fiero di sè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica sono sicura che non lo leggeranno, ma nel caso voglio precisare che la cerimonia e' stata bellissima e ben organizzata però affrontarla con due bambini di cui una tetta dipendente e' stato traumatico!!!

      Elimina
  14. E bravo cestino, che ha reso ancor più orgogliosa Mamma Piky!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo e responsabile come un ometto!!!

      Elimina
  15. Brava, tieni solo le perle! Il resto verrà, o magari anche no e andrà bene lo stesso!
    Alex ha portato le nostre fedi e anch'io lo ricordo con tanta emozione, il resto meno ... molto meno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo, di certo sarà stato un momento indimenticabile e comunque sanno sempre sorprenderci e con dentro i loro cuori spesso complicati, c'è un intero mondo.

      Elimina
  16. Come potevi non piangere!! Mi commuovo io nel leggerti!!
    Immagino come sia stato il resto!!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Risposte
    1. Sarà un gioiello prezioso da custodire gelosamente.

      Elimina

Con un commento mi regalerai un sorriso