E SI PARLAVA DI ME AI TAVOLINI DI UN BAR

La giornata inizia sempre meglio con la colazione giusta: una brioche appena sfornata, un caffè che volevo fin da sotto le coperte e qualche bacino extra dal sapore di sonno. Sta piovendo a dirotto, devo uscire nel più breve tempo possibile e non avrò di certo le mani libere per un ombrello. Mi sorrido allo specchio e decido che indosserò comunque una minigonna, così per ringiovanire un po'.
"Guarda che hai quasi 40 anni e due figli", direbbe il Principe storcendo il naso, ma lo direbbe scherzando e quindi appongo timbro di convalida sulla scelta fatta.
Prima tappa il controllo di Cicina dal pediatra.
Esito ok e attesa esilarante: un marito e una moglie che si son beccati per tutto il tempo, dividendo gli spettatori in due fazioni contrapposte. Oggetto della discussione, la visita dei parenti di lui la sera prima, che avrebbe scombussolato la routine della nanna e lasciato come souvenir, una notte insonne per tutti. Me ne sono andata che ancora litigavano e mi son buttata in una serie di commissioni a vortice, divertenti, con nessun acquisto all’attivo ma  e che mi hanno riempito gli occhi.

Provo un piacere sconvolgente a vedere minigonne, come quella che indosso, taglia 6/9 oppure quel trench rosa shock formato bonsai con tanto di cintura in vita. Osservare un manichino big e uno formato small, vestiti allo stesso modo, soprattutto se "lo stesso modo" è un tripudio di rosso, il colore che più amo. Da adoratrice di cappelli posso pure svenire di fronte ad un basco di lana cotta con i colori del kilt, per non parlare di quelle scarpine di pelle lucida, perfette per il periodo delle feste e della molletta mignon abbinata al gilet a cuori!
Da quando ho Cicina rivivo un po' l'epoca delle bambole, la sottopongo a più cambi d'abito che a San Remo, ho imparato a usare tutta la scala di colori e mi diletto con spazzola e phon (perché qui abbiamo lunghezze serie eh!?). Lei un po' protesta a dire il vero ma è femmina, e mi osserva incantata quando mi passo il rossetto!
Non ne farò la mia estensione ma fare shopping insieme non me lo toglierà nessuno..tra qualche anno, così come oggi, magari senza passeggino e mano nella mano.
A questo pensavo, bevendo un caffè, ai tavolini del bar.
Ero un po' sulle nuvole a dire il vero, ma quel "Mamma Piky" l'ho sentito nitido, mi son voltata in automatico e guardato intorno. Nessuno in realtà mi aveva chiamato, semplicemente a due tavolini dal mio, due mamme munite di passeggino parlavano di me.
Follemente ho sempre legato al blog l'aggettivo di "privato" e sentire la mia vita in bocca a chi non conosco mi ha stupidamente sorpreso.
Certo che a volte il destino ha fantasia da vendere e ti mette in un certo posto e in un dato momento, non a caso, ti da delle chance, ti fa passare davanti dei treni, fornisce aiutini per capire di più la vita, ti tende la mano e ti offre occasioni. Sapere cosa pensano gli altri di noi non è poi così male come dono, soprattutto così senza filtri, mi sarebbe servito per darmi una regolata o per gongolarmi un po'. Mi sarei potuta avvicinare, sorridere e presentarmi, credo che ci saremmo fatte una bella risata insieme e forse un altro caffè, ma non volevo sembrar "fanatica" e rossa in viso, sono praticamente scappata, dandomi della sciocca.
Ora, dopo questo post, forse avrò due lettrici in meno,  e magari due commenti acidi al punto giusto. Me lo merito, e allo stesso tempo, so che non mi capiterà mai più un’occasione come questa. Avevo una chance e non l’ho usata, è passato un treno e non son salita, mi era stato fatto un dono e non l’ho scartato e il destino non mi concederà un bis. Ho fatto una cosa senza senso in realtà, un riflesso non condizionato dalla ragione, mi son data alla fuga...però, una cosa vorrei dirla, magari come attenuante (io ci provo eh?).
Mamma Piky non ha un diario segreto, ha un blog, perché voleva condividere e cercare il confronto, d'impatto è timida ma alla lunga logorroica ed anche  se non vi siete conosciute, per lei è stato bello incontrarvi!
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

46 commenti:

  1. Ma non hai nemmeno sentito cosa dicevano di te? presentarmi non l'avrei fatto nemmeno io, ma origliare mi pare il minimo! ;)
    Sapessi quanto adoro mamma e bimbi vestiti uguali... perchè ho due maschetti, perché?!?!!?
    (ovviamente scherzo: come ti sbaciucchiano loro, nemmeno la miglior femminuccia!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho captato che parlavano dell'ultimo post e del tempo lungo all'asilo, non credo di essere stata io l'argomento di conversazione ma gli i temi trattati.
      ...Cicina ha solo cinque mesi ma sai che già la vedo meno coccolona del fratello?? Ha uno sguardo furbo che mi preoccupa!!

      Elimina
  2. 3 cose: i bacini che sanno di sonno sono fantastici! ti invidio tanto il poter vestirsi uguali (e pure la folta chioma della ciccina, che era fantastica e ora sarà meglio!). non hai sprecato un'occassione, non era il momento giusto! infondo internet lo scegliamo per timidezza!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La chioma e' oramai folta ed indomabile! Ho una collezione di mollette in casa di tutti i colori ma, visto che per asciugarli, mi ci vuole un pomeriggio, mi sa che dovrei iniziare a pensare al parrucchiere!!!

      Elimina
  3. ma come facevano a sapere che eri tu...?
    cioe' , hai un profilo face cn la tua foto e il nome mamma piki?
    non ho tanto capito...io non ti riconoscerei..anche se vedo una minuscola tua foto che ovviamente sei carinissima ..mmh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi hanno riconosciuta, non mi hanno nemmeno vista! Sono io che le ho sentite parlare di me, del blog in realtà.

      Elimina
    2. Solo che invece di avvicinarmi, e conoscerle per continuare insieme la chiacchierata, sono " fuggita"!!!

      Elimina
    3. ma dai..ma che figata.
      ma ti potevi presentare, sai che faccia la loro..?
      sarebbero state felicissime ...
      beh credo che ora lo sanno che sei fuggita, forse..:))

      Elimina
    4. Se leggeranno questo post lo sapranno di sicuro!!!

      Elimina
  4. Non vedo perché dovresti avere 2 lettrici in meno! Semplicemente un po' di imbarazzo, di timidezza, ti ha fatto ripiegare invece che presentarti. Io avrei fatto lo stesso.

    PS: anch'io adoro i cappelli!
    PPS: non farti problemi d'età per la minigonna. Siamo quasi coetanee e io oggi sfoggio leggins neri, felpa grigia lunga e bikers ai piedi. Praticamente una ragazzina uscita da un concerto rock ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-))))))))))))
      Secondo me, siamo bellissime!!!

      Elimina
  5. Ma che figata! Sei una celebrità!
    Comunque io i miei due maschietti li vesto uguali al papà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che figata l'ho pensato anch'io dopo....ma li per li mi sono sentita in imbarazzo! :-((((
      ....ho perso l'occasione per firmare autografi! ;-))))))))))))))))))))))))))

      Elimina
  6. ma che bello!!! una botta di autostima infinita!!! anch'io non cosa avrei fatto....forse sarei rimasta per sentire cosa dicevano...ma nn mi sarei presentata sarebbe stato troppo ....alla fine ci nascondiamo dietro le parole e forse è il suo bello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autostima poi in questo periodo mi manca....ma mi serve!!! ;-))

      Elimina
  7. Anche io provo imbarazzo quando qualcuno che conosco mi tira fuori la storia del blog. Scrivere mi serve da sfogo e non sempre mi rendo conto che c'è qualcuno che legge (a volte anche qualche protagonista del post!!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirmi niente....a volte mi e' capitato di scrivere anche situazioni poco piacevoli, dove i protagonisti erano riconoscibilissimi...ma anch'io non mi rendo conto che qualcuno sta leggendo e non mi dimenticherò mai quando il Principe mi fece notare che diario segreto ed internet non sarebbero andati molto d'accordo.

      Elimina
  8. Abbiamo due passioni in comune, il rosso e i cappelli!
    Lo capisco che tu sia scappata, è difficile abituarsi al fatto che il blog abbia un risvolto reale oltre a quello che sta sul web; io quando incontro qualcuno che mi dice "ma sai che leggo sempre il tuo blog?" mi intimidisco un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un cappello rosso e' per me in massimo...soprattutto in un grigio inverno!

      Elimina
  9. Io che sono timida, sarei praticamente andata sotto il tavolino! Però è bello che qualcuno parli di te, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo l'abbiano fatto in bene..sono scappata così velocemente che non ho praticamente sentito nulla! Comunque se le rincontrerò (vedi ultimo commento in fondo alla pagina), chiederò di cosa parlavano.

      Elimina
  10. ma perchè le mamme che conosci sanno che hai un blog? io a volte vorrei confidarmi ma poi sarei "frenata" in tante cose che riporto e allora meglio che rimanga "segreto" anche se poi a qualcuno l'ho detto..... forse avrei fatto come te... in quelle situazioni non si sa mai come comportarsi e poi magari pensiamo male invece ti hanno fatto dei complimenti !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lo sanno, io ne parlai con le amiche più strette ma non so se mi leggono, e sinceramente questo non mi ha mai frenato su cosa a raccontare, a parte casi molto personali che non sarebbe proprio corretto, scrivere qui. So che a volte ho anche scritto cose un po' antipatiche e non so se qualcuno vi si e' riconosciuto.

      Elimina
  11. Wow, due lettrici al bar... Sei super famosa allora!
    Dai, scappare via non è poi terribile, e magari presentarsi sarebbe stato invadente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si potrei firmare autografi! L'invadenza e' una delle cose che odio io per prima e forse per questo evito tutte quelle situazioni che mi possano far apparire tale...forse hai ragione, l'invadenza e' la chiave di tutto

      Elimina
  12. Neanche io avrei avuto il coraggio di presentarmi, sai?
    Però forse avrei cercato di ascoltare ...o forse sarei fuggita!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rimando al commento in fondo alla pagina....e' arrivato ieri e ne sono molto orgogliosa...rimedierò alla fuga!

      Elimina
  13. L'immagine dello shopping con Cicina quando sarà grande mi ha fatto venire in mente me e mia mamma. Quanto mi piace andare in giro con lei, nei negozi, al supermercato, a mangiare un gelato. E soprattutto ora che sono a Roma, quando il fine settimana torno a casa, una girata insieme non ce la toglie nessuno.
    Mi sembra di aver capito che parlassero di un tuo post. Il fatto che sia stato spunto di conversazione deve già renderti orgogliosa di quello che scrivi. Baci

    RispondiElimina
  14. Eh eh dillo a me che sono un'arrossitrice cronica!!!!
    Capiscooooooo!:)

    RispondiElimina
  15. Aaaaaarrrrggghhhh che invidia potersi vestire ugualiiii! In generale io ho sempre pensato che avrei avuto una femmina e che ci saremmo vestite almeno una volta uguali! Anche se c'è chi critica le mamme che lo fanno perché a loro sembra quasi che rubino "la scena" alle figlie...per lo meno questo ho letto in giro, a me piacerebbe tanto!

    Seconda cosa: anche io non mi sarei presentata ma avrei ascoltato!!

    Per il resto, per esempio a me intimidisce quando mio marito parla del mio blog agli amici che non lo conoscono :S so che lo fa con orgoglio ma quando ne sento parlare mi sembra di fare una cosa stupida! Non so perché!!

    RispondiElimina
  16. sarei scappata come te! evviva gli acquisti 0-24 mesi :)
    darling

    RispondiElimina
  17. ma Pichy!!! che mi combini!!??? ti capisco e anche io m'intimidisco parecchio quando qualcuno (amiche) nomina il mio blog.... poi ultimamente latito parecchio;-)) un bacio cara!!!

    RispondiElimina
  18. Nemmeno io mi sarei presentata, ma avrei avuto un batticuore tremendo.
    Se avessi avuto una bimba x me sarebbe stata una tragedia economica, sarei impazzita nel vestirla. io adoro abbinare tutto: reggiseno mutandine, canottiera maglia, calzini, alastico dei capelli, devono essere dello stesso colore...

    RispondiElimina
  19. Pensa che a volte cercavo di abbinare i miei vestiti o almeno i colori a seconda di come era vestito marito ;)

    RispondiElimina
  20. mi sembra un fatto meraviglioso, e poi basta coi sensi di colpa! se non ti sei presentata è perché evidentemente non te la sentivi in quel momento... poco male! hai tante affezionate lettrici, direi che il treno non è affatto passato. Sul vestire madre e figlia/o uguali sai come la penso... io lo faccio costantemente e mi sembra sempre troppo poco! un abbraccio

    RispondiElimina
  21. cara, io mi sarei comportata allo stesso modo... hai fatto bene, se non te la sentivi.
    anche io ho una bimba e curarne l'abbigliamento senza esasperazione lo trovo carino!

    Scarpe per bimbi: New post http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/snoopy-friends-shoesy/

    Follow me on https://www.facebook.com/EmiliaSalentoEffettoModa?ref=hl
    grazie

    Mari

    RispondiElimina
  22. Ma dai, che cosa!!! Allora sei una blogger famosa :-) ed io posso vantarmi di seguirti sempre e che tu segui me!!
    Sai che anche io forse sarei scappata via? Sono estroversa e un bel pò logorroica, ma poi a volte inspiegabilmente mi blocco, ho timore e divento impacciatissima :D
    Un bacio cara Piky!

    RispondiElimina
  23. Pensa che io, quando ho trovato i tuoi commenti sul mio blog, mi sono sentita LUSINGATA!!! Ah, la figlia femmina, avercela

    RispondiElimina
  24. Piky for president!!!! ti adoro ti adoro e ti adoro, sempre di più ;)

    RispondiElimina
  25. Se ti sei pentita, puoi rimediare con "appuntamento" ... magari tra un po'!
    No, non ero io una delle due, è che io sono andata a conoscere una persona che scriveva un blog e che aveva fatto un invito per una festa di paese dicendo che sarebbe stata in un determinato posto! Le ho fatto una sorpresa e ci continuiamo a vedere (non spesso perché abitiamo in due città differenti)!
    un abbraccio
    Princi

    RispondiElimina
  26. Lo shopping per una bimba ... sogno! I maschi si vestono uguali a 6 mesi, a 10 anni e pure a 30 anni, non è colpa loro però cavolo :)

    RispondiElimina
  27. Forse se ti fossi presentata avresti dato davvero una brutta impressione, invece secondo me, hai fatto bene, hai dimostrato di essere una persona semplice, umile e schiva. Forse vale poco, avrai due lettrici in meno, ma hai sicuramente una lettrice in più - me! :)

    RispondiElimina
  28. Anche io mi sarei sentita imbarazzata... nonostante sul mio blog io sia riconoscibile, non ne parlo mai con amici e familiari, sono pudica su questa cosa. Credo che non avrai due lettrici in meno, anzi, ti avranno apprezzata ancora di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sotto ecco il commento di una di loro!!!! Evviva sono ancora qui!!!

      Elimina
  29. Ciao mamma pichy, a quel tavolo c'ero seduta io con mia cognata. Ti leggiamo spesso perché abbiamo una amica in comune ma non ti dico chi è devi indovinare da sola. comunque se ti eri fermata avremmo preso un caffè, sarà per la prossima volta e stai tranquilla che ti leggiamo sempre. Ah io mi chiamo silvia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhhhhh!!!! Eccoti!!! Sapevo che prima o poi avrei letto il tuo commento! Mi dispiace per il caffè mancato ma credimi sono una timida e vado nel panico, quando mi si presentano situazioni nuove....poi in realtà mi son subito pentita ma oramai non potevo mica tornare indietro e dirvi "Piacere sono Mamma Piky, pochi minuti fa sono scappata, ma ora eccomi qui!" ...sareste fuggite voi a gambe levate. Però sarebbe bello rimediare, ovviamente offro io e forse ho anche capito chi e' l'amica in comune. Piacere di averti qui Silvia, spero di incontrarti di nuovo!

      Elimina

Con un commento mi regalerai un sorriso