L’ESPERIENZA (di cui avrei fatto volentieri a meno): IL PUNTO E QUALCHE DRITTA


Dopo l'ultima puntata di questa complicata saga (o sarebbe meglio dire dramma?) che mi ha visto litigare per l'ultima volta nel 2013, abbiamo cambiato rotta.
Ovvio che lì non ci avrei più rimesso piede ma altrettanto ovvio, era che ci serviva un'alternativa.
L'abbiamo trovata in una struttura per metà ospedaliera e per l'altra metà universitaria, dedicata proprio a loro, ai bambini. Un centro dentistico d'eccellenza che ho scoperto essere un fiore all'occhiello della nostra regione e cui si accede dietro pagamento di un modico ticket, sfatando il mito che più è alto il costo, migliore è il servizio. E meno male.
Sono entrata dubbiosa e uscita convinta, con il sesto senso che mi diceva "Fidati".


Dietro quella grande porta bianca c'è un mondo a colori ed è lì che abita il famoso "metodo pediatrico", nulla a che vedere con quello propinato della dentista "Simpaty".
Tutto il personale è formato e l'atmosfera è lenta e rilassata, l'ansia l'ho lasciata fuori dalla porta, anche se a ricevermi, ho trovato uno di quei professoroni con più onorificenze di un generale a Guantanamo.
Mi stupiscono sempre persone così: potrebbero tirarsela (ne hanno diritto e onore) e invece si prostrano, si mettono al tuo servizio, allineandosi con te e non aspettandosi il contrario.
La visita non è andata un granché, Cestino ha collaborato poco e male, ma è bastato per una diagnosi completa e sincera e di questo avevo bisogno.
La carie è avanzata, impossibile pretendere di curarla con normali metodi, in un bambino così piccolo: occorrerebbe una collaborazione per un tempo troppo lungo e, dopo il recente vissuto, nemmeno a provarci. Si rischia di far solo peggio. L'alternativa sarebbe un intervento chirurgico con fine l'estrazione ma anche quello per ora è da scartare, per lo meno arrivarci il più tardi possibile perché i premolari sono importanti e anche se denti da latte, tra averli e non averli c'è una grande differenza.
Per noi per ora, c'è un’unica via praticabile: cercare di fermare la carie, di bloccarla, in attesa che recuperi la fiducia e soprattutto che cresca con l'età, anche di qualche mese sarebbe importante, un tentativo, che può fare un buco nell'acqua, ma non è una chimera e comunque è' l'unico possibile.
Dobbiamo tentare e sperare.
Come si fa?
Occorre indurire la superficie malata mediante applicazioni costanti di fluoro, se siamo fortunati e se la situazione non è' all'ultimo stadio, ci sono buone possibilità di riuscirci.
Non nutro grandi speranze in realtà ma apprezzo la diagnosi sincera e priva della presunzione di dover curare solo per soddisfare un ego personale. Oltre a ciò avremo visite costanti e monitoraggi della situazione, volti anche a ricostruire piano piano quel clima di fiducia che ci siamo giocati con l'ultima visita e in più una scorta di suggerimenti e consigli che condivido con piacere:
Lavare i denti anche prima dei pasti (“Se ci si lava le mani prima dei pasti a maggior ragione si devono lavare i denti”)
Usare Spazzolino a setole dure e dentifricio da adulti (“L’invenzione dei prodotti da bambino in questo campo non l’ho mica capita”)
chiaramente alimentazione controllata (“Inutile dire che dolci solo con il lanternino”)
 e no deciso a bevande zuccherate dopo cena (“Il più grave di tutti, attenzione è il latte”)
Forse per noi tutto questo non basterà e arriveremo alla soluzione estrema ma voi fatene buon uso, io di sicuro ho imparato la lezione.
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

38 commenti:

  1. Piki, che lezione avevi da imparare?! non è colpa tua se ha lo smalto così sottile da cariarsi con facilità! certo, questi accorgimenti sono utili, ma non bastano, credimi: se sei predisposto alle carie i denti si cariano. Punto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo e' vero ma io pensavo più che altro all'esperienza che abbiamo vissuto con l'altro dentista, il mio istinto mi diceva che non era quello giusto ed io non l'ho ascoltato. Ad averlo fatto forse ora saremmo stati un po' più avvantaggiati, per lo meno nella collaborazione di partecipare alla cura.

      Elimina
  2. Io ho sempre avuto problemi di denti (me li hanno rovinati i trppi antibiotici che ho preso da piccola...) ed ora li ho super delicati.
    Anche per questo motivo con i miei figli ci sto attentissima!
    Io comunque uso dentifricio per bambini perché può essere ingerito senza controindicazioni e perché ha un sapore che invoglia i bambini a lavarsi i denti.
    La cosa più importante però è dare il buon esempio: i miei figli sono cresciuti vedendo che dopo i pasti ci si lava i denti ed ora, anche la piccola di 18 mesi, finito di mangiare va in bagno e mi aspetta davanti al lavandino: mi fa una tenerezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le buone abitudini si imparano proprio ora, all'inizio e' un gioco poi diventa una normale azione quotidiana!

      Elimina
  3. mi pare che finalmente siete arrivati ad un punto di svolta! Speriamo proprio perchè ne avete passate troppe! non ho capito bene quelle del lavare i denti prima di mangiare ma ci credo! i dentifrici per bambini sapevo fossero per evitare la fluorosi, visto che molti fanno anche la profilassi per bocca! Il mio usa solo quello alla banana!!! :-(((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lavare i denti prima dei pasti ha lasciato perplessa anche me, ma sembra essere fondamentale per impedire un accumulo eccessivo di tartari sulla superficie dei denti più concavi, come sono i premolari.

      Elimina
  4. Mi fa piacere leggere che almeno avete trovato una struttura con un vero metodo pediatrico. Avevo sentito anch'io la storia del latte prima di andare a dormire mentre invece perché lavare i denti prima di mangiare? Te l'ha spiegato?

    RispondiElimina
  5. A mia figlia è nato un dente permanente senza smalto. Pure lei ha fatto la terapia con il fluoro e poi glielo hanno rivestito. Per ora regge bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scopo e' quello, bloccare la carie e poi rivestire il dente. Mi fa piacere che funzioni!

      Elimina
  6. Sono molto contenta che abbiate trovato un posto adeguato e ti auguro che piano piano tuo figlio prenda in simpatia i dentisti, così anche le cure diventeranno più facili! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li in realtà e' tutto molto semplice, più che dal dentista sembra di essere all'asilo per l'approccio che hanno.

      Elimina
  7. mi vuoi dire che posso abolire quello schifosissimo dentifricio alla fragola?
    in bocca al lupo per la cura!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi, perché serve a poco, se non a niente. I dentifrici dei bambini aromatizzati contengono niente o poco fluoro per evitare casi di sovrano saggio, per chi fa anche la terapia orale ( gocce o pasticchine di fluoro) ma e' una cosa che non si verifica mai: occorrerebbero dosi massicce da elefante per avere casi di fluorite.

      Elimina
  8. Proprio due giorni fa (due notti fa, in realtà ^_^ ) ho curiosato in giro e ho letto delle disavventure con i dentini cariati... attendevo questo aggiornamento! Bhe, dai, almeno persone che lavorano per il lavoro, non per se stessi... ogni tanto se ne incontrano ancora!!!
    Spero davvero che le cose vadano come si spera, forza via di spazzolino e fluoroooo! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, lo spero con tutto il cuore perché credimi vedere un bambino così piccolo, con il mal di denti, e' straziante!

      Elimina
  9. Sono contenta che abbiate trovato un centro con personale qualificato e soprattutto, umano. E grazie delle dritte....lavarsi i denti prima di mangiare è strano, ma se lo dicono ci sarà un perché! Adesso devo capire come sostituire il suo dentifriciaccio con i mio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh di sicuro il sapore e' diverso!:)

      Elimina
  10. fortunatamente una svolta positiva, bene! nemmeno io capisco il senso di lavare i denti prima di mangiare...io ho la fissa dei denti avendo sempre avuto problemi da piccola e tutte le sere glieli faccio "lavare", dolci pochissimi (non sa ancora cosa sia il cioccolato) e mai nè latte nè camomilla prima di andare a letto. Per ora resiste, speriamo di tener fede a questi propostiti! In bocca al lupo per la vostra cura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona partenza, questi accorgimenti sono fondamentali!

      Elimina
  11. Ci siamo andati ieri anche noi, con Leonardo. Qui abbiamo una buona struttura (prima di portarlo lì abbiamo girato e ci siamo informati) che è lo Stomatologico pediatrico. Gli hanno fatto la sedazione vigile e non è una bella esperienza, ti dico la verità avevo paura. Però gli han curato un dentino in brutte condizioni e ci dovrà tornare. Sono competenti, pazienti e Leonardo non si è spaventato. Certo, era meglio farne a meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sedazione cosciente qui la praticano in pochi ed anch'io come te, ne ho paura.

      Elimina
  12. ecco una svolta positiva...
    mi a che mi toccherà levare il latte prima di andare a nanna?
    che dici...
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me hanno detto no deciso al latte prima di dormire, mio figlio non ne prendeva ma qualsiasi bevanda che non sia acqua, e' controindicata.

      Elimina
  13. una bella gatta da pelare... se certi insegnamenti ... di buona condotta ...per un adulto sono difficili da sopportare figuriamoci per un bambino! In bocca al lupo, e che sia privo di carie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si infatti tutto è complicato dall'età e dalla scarsa collaborazione!

      Elimina
  14. Mi dispiace per la piccola odissea che avete vissuto, ma sono contenta che ora abbiate trovato un approdo che vi comunica fiducia, speriamo che adesso si riesca ad attuare questa terapia conservativa in attesa della crescita! un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già aver trovato l'ambiente e' tanto per il resto speriamo un po' nella buona sorte.

      Elimina
  15. Io curo i denti in maniera puntuale e ordinata, eppure da quando sono piccola ho un sacco di problemi.
    Non è colpa di nessuno.
    Sono felice che tu abbia trovato un centro a cui affidarvi con fiducia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La predisposizione genetica influisce molto e su questo purtroppo mio figlio ha preso da me!

      Elimina
  16. Mi dispiace che abbiate dovuto sopportare tutto questo.
    Un bacio.
    Raffaaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vorremmo mai vedere i nostri figli soffrire, anche se si tratta solo di un mal di denti

      Elimina
  17. La cosa importante è che si recuperi anche il clima di fiducia col dentista. Io sono una terrorizzata dai medici e li evito come la peste. Anche se ho male non vado a farmi curare... quindi davvero se si trova un centro che riesce a far riacquistare fiducia è bene andarci e seguire i loro suggerimenti. Complimenti per la perseveranza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In alcuni casi curano anche gli adulti e comunque i genitori dei piccoli vengono visitati per primi proprio per instaurare il clima di fiducia giusto

      Elimina
  18. Perchè lavarli prima? Quindi dovrei lavargli i denti 8 volte al giorno?! Mh, non ce la posso fare....
    Per quanto riguarda spazzolino e dentifricio da adulti, YEAH, ci sto!!!! Per ora gli faccio usare quello più piccolo, altrimenti non riesco a pulirglieli bene.
    Grazie per i consigli: sono mille volte più graditi quelli dati da mamma a mamma!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti e' impegnativo ma per noi il doppio lavaggio e' importante perché la parte malata per "cicatrizzarsi" deve essere sempre pulita

      Elimina
  19. Mannaggia. Io ancora tremo quando vado dal dentista e ho trent'anni. E lavarmi i denti mi annoia terribilmente. Ma dovrò iniziare a disciplinarmi.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è' per quello tremo anch'io ma a lui non lo do a vedere che è già spaventato di suo.

      Elimina

Con un commento mi regalerai un sorriso