STORIE DI VITA VISSUTA (tra pomodori ed insalata)


La scena è questa: io e Cestino, ore 10:00, al reparto ortofrutta del super vicino casa, lui si è infilato il guanto di velina ed imbusta cose senza senso, ma mi piace guardarlo ed anche se a far spesa così, ci metto il doppio, lo lascio fare. Non è la prima volta che torniamo a casa con un cestino di fragole d'inverno ma a noi piacciono pure!
Tic, tic, tic, tic, qualcosa mi passa vicino e si alza una folata di vento dal profumo dolcissimo.
Sarà qualche frutto tropicale? Mi volto e vedo una nuvola di capelli proprio dietro di me, e se dico nuvola, credetemi era nuvola, con quello che porto in testa io, per impressionarmi ci vuole, e lei mi ha impressionato. Si sta rifornendo di pomodori ed insalata, così vestita: pantalone nero lucido seconda pelle (forse anche prima) pieno di luccichini, scarpe, no scarpe no, trampoli è meglio, ma seri eh?! No, non credo un tacco 12 ,molto di più, forse solo il plateau era altezza 12, giuro mai viste scarpe così, non pensavo nemmeno fossero in vendita.
Chiaramente si accuccia male tra le cassette, ma di piegarsi sulle ginocchia non se la sente, preferendo un onorevole 90°, i pomodori gli sfuggono di mano e dietro di lei un paio di omini sarebbero pure pronti per mettersi in poltrona con un sacchetto di pop corn in mano, se non avessero vicino le mogli a strattonarli via. Poi improvvisamente si rialza. E' carica di braccialetti e tintinna. Tanto. Sembra di sentire la campanella che il prete suona quando inizia messa.

Si volta ed è bella, veramente bella e giovane.
Una di quelle "strafighe" che ti giri per forza a guardare, anche al reparto ortofrutta, anche se sei donna, se non altro per la scia che lasciano e per il rumore che fanno al loro passaggio.
E' bella e lo sa, si vede da come si muove. Parla a voce alta, altissima, quasi urlata e si rivolge a lei di qualche metro distante, che con il cestello in mano aspetta ad occhi bassi.
E' piccolina, cicciottella e con qualche brufolo di troppo. E' un'adolescente mal vestita. E' sua figlia e più sua madre strilla più lei parla a bassa voce.
Sono un'impicciona e mi metto in ascolto.
"Falla finita mamma ti guardano tutti"...e ancora qualcosa come "Non si viene al supermercato vestita così!" ..."Io mi vesto come ca@@o mi pare!" ...si ha detto ca@@o! e via su questi toni.

Mi hanno fatto compagnia per tutta la spesa e me le sono ritrovata alla cassa che ancora litigavano con lei (la mamma) che sguaiatamente parlava al cellulare con un certo "Gigio"!

Ora io di regola non giudico, non per buonismo eh, ma semplicemente perché a me di quello che fanno gli altri, poco importa, puoi passarmi davanti in mutande che forse io manco ti noto e c'ho già l'esistenza incasinata di mio che mi manca solo di intromettermi in quella degli altri. ho il mio modo di intendere la vita, gli altri avranno il loro, ognuno giusto a modo proprio. Per me puoi pure venire a comprare frutta e verdura vestita come meglio ti aggrada, al massimo sorriderò tra me e me ma nulla più, però se lei si vergogna forse è il caso che ci ripensi e lei, non ce lo dimentichiamo, è tua figlia.

Di sicuro è una mamma giovane, quasi una sorella, e vuole godersi la vita, non si annulla per la famiglia, non dimentica il suo io, non come me che mi sento in colpa anche a farmi una doccia senza loro tra i piedi. Da quando ci sono, io gli ho votato la mia di vita, lei no. E su questo nessuno può dir niente, ma quegli occhi bassi, quell'imbarazzo, quel non sentirsi alla tua altezza, devono dirti qualcosa, per lo meno un po' impietosirti o farti riflettere. Sei bella, credimi, lo saresti anche vestita "normale" forse lo saresti di più, la gente continuerebbe a voltarsi e tua figlia invece di starti lontana di qualche metro, ti sarebbe a fianco. Non la troveresti a sussurrare e nemmeno a guardare in basso ma sorridente e fiera mostrerebbe a tutti la sua mamma meraviglia. Sareste magnifiche sia tra le corsie di un supermercato che a casa con te che le aggiusti i capelli e l'aiuti a crescere. Perché questo è tra i tuoi compiti sai? Sareste madre e figlia, un quadro bellissimo da ammirare e non una caricatura da fumetto.
Spero che ciò che ho visto in realtà sia stato solo una mattinata iniziata male, che non sia la vostra normalità, che ci sia dell'altro, molto più bello dei tuoi capelli, dei vestiti e dei braccialetti che indossavi, spero che le due persone estranee che c'erano li, in realtà siano una famiglia felice e che quello che ho visto sia stato solo una realtà distorta dall'apparenza, spero sia così ... sono certa che sia così ma se mi permetti, un consiglio te lo do lo stesso, che per lo meno ti semplifica la vita: la prossima volta vieni in sneakers, credimi, i pomodori, almeno quelli, ti sembreranno molto più vicini.

Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

41 commenti:

  1. Anch'io vorrei andare in giro sentendomi bella e sicura di me, ma non a questi livelli, soprattutto - come fai notare tu - se si viene a mancare di rispetto nei confronti dei propri figli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che molte volte l'abito serva proprio a nascondere le insicurezze specialmente se è così esagerato.

      Elimina
  2. Spero anch'io che fosse solo un episodio, qualcosa che non ripete. Anche se temo sia il caso di quelle madri così talmente prese da se stesse da non accorgersi del disagio di chi sta loro accanto. O peggio, una madre talmente vanitosa che tiene "a distanza" la figlia, perché non è alla sua altezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li era la figlia a tenersi a distanza come se si vergognasse...oh magari mi sbaglio.

      Elimina
  3. speechless!!!!
    baci e buona giornata e w le sneakers!!!
    cristina
    http://sofiscloset.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. Sai... io ho una cognata bellissima (anche ora che ha varcato i 60) con una figlia non bella. E l'ho vista soffrire, mia nipote, da adolescente, con questo "peso" della mamma strabella. Non ci frequentiamo molto (in realtà, non frequentiamo nessuno della famiglia di mio marito) ci si vede una/due volte l'anno e quasi sempre per caso. Però, a differenza di quella sciagurata mamma che hai appena incontrato, mia cognata non ha mai messo da parte la figlia. In realtà la ragazza (ora moglie e mamma) qualche complesso l'ha avuto, ma non per colpa della mamma.
    Questo per dirti che succede, di avere una mamma stupenda e di essere dei topolini, al confronto. Ma, come dici tu, trattare così la ragazza è stupidi. Povera ragazza, una mamma senza rispetto, nemmeno per se stessa, che pena.

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Gia :( capisco non annullarsi per la famiglia ma rispettarli e non umiliarli questo assolutamente si!!

      Elimina
    2. Certi atteggiamenti non saprei come definirli mi sembra un comportamento poco rispettoso anche verso se stesse

      Elimina
  6. Mi dispiace per la ragazzina, che se non cambiano le cose subirà tutta la vita una competizione persa in partenza con la madre, che non è solo bella ma è attira-uomini. Perchè come dici tu, se fosse stata solo una madre bellissima, tutti l'avrebbero notata ma in maniera discreta, invece la poca sobrietà dell'abbigliamento ha fatto proprio girare le teste e partire i commenti.
    E' questo che è brutto, che la madre non capisca che in questo modo fa soffrire la figlia, che potrebbe limitarsi a portare in giro con dignità ed eleganza la propria bellezza... manca proprio di rispetto verso la sua creatura. Che magari già non regge il confronto estetico con la madre (ma occhio alla storia del brutto anatroccolo), e in più viene umiliata dal suo comportamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rapporto madre figlia credo sia molto delicato, so per certo che non terrei mai certi comportamenti ma spero di non incorrere in altri errori. La mamma per una figlia e' un esempio nel bene e nel male, l'identificazione e' molto forte e l'errore e' dietro l'angolo. Spero di essere una buona madre!

      Elimina
    2. Gia' il fatto che tu ti ponga l'obbiettivo di esserlo e' ottimo :-)

      Elimina
  7. Di gente strana a volte se ne vede in giro, anche a me è capitato di vedere situazioni simili, con mamme bellissime e figlie un po meno. Mai entrare in competizioni in questo modo, deve essere stato molto umiliante per quella creatura l'atteggiamento della mamma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso anch'io e mi ha fatto tanta tenerezza.

      Elimina
  8. Ho vissuto una scena simile qualche giorno fa (eravamo allo stesso supermercato..?)
    Che tristezza ... non tanto perchè lei è gnocca e io devo depilarmi le gambe da 2 settimane, non tanto perchè lei ha avuto la forza di continuare con le sue abitudini e io il poco che mi ero costruita in palestra/lavoro l'ho accantonato per Figlio. Beate lei, che lo riesce a fare ... ma triste è il non rapporto con la figlia. Perchè se io dovessi tenere un comportamento che fa vergognare mio figlio, cerco di modificarmi, anche se l'ho sempre fatto.

    Peccato ... e speriamo veramente che sia stato solo un piccolo litigio, come dici tu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro c'era vergogna e competizione, entrambi ingredienti di un difficile rapporto

      Elimina
  9. Certa gente nella vita dovrebbe fare altro, non il genitore. Purtroppo viviamo in tempi in cui la società passa un modello femminile che fa sentire in difetto chi non lo rispecchia. Se in più il disagio viene provocato anche dalla mamma credo che il danno sia ancora più permanente. Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Risposte
    1. (mi riferisco ai pomodori, non alla situazione madre-figlia a cui hai assistito!)

      Elimina
    2. Beh quello era un aspetto comico che non si poteva non notare, un atteggiamento che non aveva nulla di sensuale...sembrava un fumetto.

      Elimina
  11. Mi auguro davvero che la loro sia stata solo una mattinata iniziata male, povera stella! Purtroppo ho una mamma bellissima che le amiche mi invidiavano per la poca differenza d'età e che gli amici guardavano diversamente dalle altre mamme. Devo dire che non si è mai messa in mostra in questo modo per fortuna ma la mamma bella pesa sempre un pò soprattutto in adolescenza quando già da sola ti trovi 1000 difetti. E poi va bene tenersi e non lasciarsi andare ma certe mise per favore lasciamole alle ragazzine! a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La competizione con la mamma credo ci sia sempre ed ognuna l'ha vissuta per la voglia di identificarsi in quella che è per noi un esempio. In quel caso l'esempio era distorto e secondo me nocivo.

      Elimina
  12. che assurdità!!! poveri figli

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/tutti-tavola/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assurdo...speriamo un episodio isolato!

      Elimina
  13. Per un attimo mi è parso di vedere la faccia di quei due omini mentre osservavano la donna in posizione 90° che raccoglieva i suoi pomodori....
    Cmq che tristezza per questa ragazzina, speriamo veramente che si sia trattato solo di un episodio e che la realtà sia diversa, anche se la vedo dura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh i due omini non ti dico e non ti dico le mogli! Da ridere! Il resto una tristezza!

      Elimina
  14. Ah, benomale mia mamma è più spettinata di me! Davvero, noi saremo sceme a non ritagliaci abbastaza tempo per noi stesse, ma se dobbiamo eccedere meglio in questo senso che nell'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo e' certo anche se una via di mezzo sarebbe ottimo, io però mi preparo sempre al volo e non sarei capace a mettermi in quel modo ( sempre che ne avessi l'indole!)

      Elimina
  15. Ma come si fa ad andare al supermercato vestite così??

    RispondiElimina
  16. ripasso!!!
    buon pomeriggio:

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/sicurezza-e-dintorni/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  17. La cosa più triste è che tra qualche anno questa donna si ritroverà con una figlia diventata grande e non la conoscerà affatto perchè si sarà persa tutta la sua crescita per star dietro a tacchi stratosferici e pantaloni iperelasticizzati :-(
    Valle a capire certe donne! C'è un tempo e un luogo per ogni cosa, ma loro proprionon vogliono metterselo in testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio pensando al futuro che mi sono intristita. Cosa ne rimarrà di questa famiglia?

      Elimina
  18. bello, sembra di aver assistito alla scena.
    e per quella ragazzina spiace, sì. da come le risponde la madre pare quasi che l'adolescente sia lei!

    RispondiElimina
  19. Prenditi una pausa...passa a ritirare il premio che ti ho regalato!!! ^_^

    RispondiElimina
  20. Ahimè scene simili le ho viste tra i miei parenti, ho una zia giovane, giovanile e anche molto bella, ma per la figlia, ai tempi dell'adolescenza, questa non era una bella cosa: lei, di suo una piacente ragazza, era completamente complessata e non si sentiva all'altezza della madre che non disdegnava mai di vestirsi come la figlia...fu un periodo difficile e nonostante sia passata a volte osservandole credo degli strascichi siano rimasti. Ed è triste.

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso