IL POST SPONSORIZZATO (in un luogo aperto al pubblico)

Cosa sia un post sponsorizzato non è mistero.
Ti arriva una mail in cui il responsabile di un ufficio marketing, publishing, selling o qualche altra diavoleria, ti chiede se ti va di provare il prodotto della Ditta Tal de Tali e, nel caso ti piacesse, recensirlo.
Al di la del fatto che il post sia pagato in denaro o prodotti, si tratta pur sempre di una forma pubblicitaria e a vedere quanto è diffusa, viene di sicuro considerata una strategia vincente.
Di mail così ne ricevo diverse e credo che sia la stessa cosa per molte di voi.
A volte ho accettato, altre volte no, altre ancora le ho accantonate in una cartella della posta, in attesa di decidere cosa farne.

Il mio scrupolo nasce dal fatto che fare di questo blog una vetrina non mi va ma è pur vero che oramai considero questo posto un salotto, e non solo un diario e, come capita anche nel reale di scambiarci opinioni e consigli, ci può pure stare che anche in rete si faccia lo stesso.
In altre parole, quando accetto lo faccio con questo spirito e comunque non consiglierei mai una cosa che a me per prima non convince.
Questa è la premessa.
Ora però siccome Mamma Piky lo considero un" locale aperto al pubblico" e comunque non un posto solo mio ma nostro, da "gestore del locale" vorrei che quello che c'è dentro piaccia e sia, per quanto possibile, anche utile.
Quindi che ne faccio di quelle mail che aspettano una risposta? A voi la parola.
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

50 commenti:

  1. Non ci vedo nulla di male, però io ad esempio riesco a parlare bene di una cosa solo se la uso abitualmente e mi piace. A volte scrivo post che di fatto sponsorizzano qualcosa perchè mi è piaciuta e non sono richiesti e quindi sponsorizzati.
    L''altro aspetto che mi sembra importante è che si mantenga lo stile del blog anche nei post sponsorizzati: i post sponsorizzati molto forzati e didascalici non riesco proprio a leggerli.

    ma questa è una mia opinione.
    ciao

    RispondiElimina
  2. Se le cose che devi sponsorizzare ti piacciono, fallo, se no evita, non devi sforzarti perché si capirebbe :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sforzarsi non se ne parla, il mio dubbio era solo se un post del genere, pubblicitario intendo, potesse essere d'interesse per voi

      Elimina
  3. anche a me è capitata qualche richiesta di collaborazione...finora nessuna ha attirato la mia attenzione, deve piacermi e devo considerarla valida altrimenti nulla....

    RispondiElimina
  4. Beh diciamo che c'è molta differenza tra i blog che fanno solo post di collaborazione, e blog come il tuo che parlano anche d'altro. Se un prodotto ti soddisfa davvero perché non parlarne? Purché non diventi magari l'unico scopo di avere un blog, ma so perfettamente che non sarà il tuo caso.

    Maira.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no al blog solo come vetrina, non mi piacerebbe proprio

      Elimina
  5. Segui il tuo cuore, e il tuo portafoglio..se ti conviene e ti piace il prodotto ok, se ti conviene e non piace del tutto ci sta anche, ma dicendo quello che pensi davvero, se non ti conviene lascia perdere :)
    facile no?! ;)
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha il portafoglio darling? Ma con un post sponsorizzato il portafoglio non cambia mica!?!?!? :-)))

      Elimina
    2. Magari adesso no, ma che ne sai!!!!
      darling

      Elimina
  6. Io a dire il vero non amo i post sponsorizzati di pubblicità se troppi, però uno ogni tanto non fa male, se il prodotto ti convince davvero o sei disposta anche a dire cosa non ti piace.
    L'importante e' che non compaiano dappertutto nel blog e non siano troppo forzati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dire cosa non mi piace mai! Ora dopo le vostre risposte ci rifletto su e poi deciderò.

      Elimina
  7. Non ho mai ricevuto proposte di questo tipo e questo un po' mi preoccupa visto che il mio blog a più visite e commenti di molti altri che invece le hanno ricevute : )! Scemenze a parte la cosa non mi interessa, il mio blog ha un'impronta molto personale e metterci lì un ferro da stiro cercando le parole giuste per farlo entrare nel contesto del blog mi pare fatica sprecata. Però insomma valuta tu, io se capitano post sponsorizzati nei blog che visito abitualmente poi li leggo non è che li salto a priori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah... quel famoso ferro da stiro...a me aveva incuriosito vedere come tutte le blogger avevano trovato l'escamotage di inserirlo nel blog! Alcune sono state geniali ˆ_ˆ

      Elimina
    2. Concordo, alcuni post erano davvero ben fatti, anche da parte di blogger che storicamente non stiravano proprio. Bacio

      Elimina
    3. Bhe il ferro da stiro ci può stare in un blog che parla di mamme, in altri no. Io l'ho testato ed e' stata una rivelazione ve lo garantisco...certo non costa pochino!

      Elimina
  8. A me non piacciono e non li leggo o comunque leggo di fretta, poi dipende dal prodotto ma in genere non mi piacciono ed io non ho mai ricevuto proposte per ora, se mai mi capitasse non so, non mi piace l'idea di inserire un post di questo tipo nel mio blog...una volta un mio contatto scrisse un post sponsorizzato su olio Johnson, ora, è notorio che sia un filino nocivo perché e fatto con paraffina liquida, io non l'ho mai usato ed ovunque vada anche al corso pre parto ce lo hanno sconsigliato e parecchio...sempre usato olio d mandorle dolci..lei nel post sosteneva di averlo usato per i figli, per se stessa, era anche scritto molto bene e con questa mamma sono ancora in contatto la adoro, però ecco il post mi è parso un po forzato. In genere leggendo questo genere di post li ho sempre trovati forzati, forse per questo non mi piacciono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, uno dei miei due unici post sponsorizzati era proprio dell'olio johnson e in generale i prodotti johnson...
      Io lo usavo anche prima della proposta prova e mi trovo bene. Per me e per i bimbi. Mi sono informata e sul web ci sono opinioni diverse, chi a favore e chi contro. Al corso pre parto, a domanda specifica non lo avevano sconsigliato. Il web prolifera di notizie non sempre con fonti attendibili (anche se a volte citate).
      Io credo che in questi post l'importante sia essere chiari e sinceri, portando la nostra reale esperienza, che per me era positiva, e dire che si tratta di una sponsorizzazione.
      Certo non ne avrei parlato bene se mi fossi trovata male, non mi arricchisco con due confezioni di olio e una di shampoo...

      Ultimamente ho fatto un post su KIKO, assolutissimamente non sponsorizzato, in cui parlo benissimo di questi prodotti perchè io mi trovo davvero molto molto bene (e anche moltissime mie colleghe). Una ragazza ha scritto che non è trovata bene. Se il post l'avesse scritto lei ne avrebbe parlato male. Io non ci ho guadagnato proprio niente, ma volevo condividere il fatto che sto risparmiando sui trucchi mentre prima spendevo davvero un capitale!
      Non è perchè noi abbiamo un'opinione (buona o cattiva) questa deve essere valida al 100%, a meno che non sia provato da studi scientifici veri e condivisi (e poi ancora...).
      Io magari uso l'olio johnson che - alcuni sostengono altri no - potrebbe essere nocivo. Non si sa.
      Ma mi sono accollata 30 anni di mutuo per vivere in una casa in campagna perchè l'aria della città è - provato scientificamente - più cancerogena.
      Se non usassi l'olio johnson e abitassi ancora su un corso iper trafficato di una metropoli sarei una mamma migliore? No. La nostra vita è fatta di una miriade di scelte, opinabili o meno. L'importante è la trasparenza nel dire che è una nostra opinione.

      Questa è la mia opinione. :-)

      Elimina
    2. Ma guarda che non ho mica detto che una mamma che usa l'olio johnson sia peggiore di una che non lo usa, mi sembra che tu ti sia sentita un po' toccata dal mio commento, e voglio specificare che ovviamente ognuno ha la sua opinione e la rispetto e nemmeno pretendo che ciò che penso io, o ciò che si legge in rete sia scienza certa. Io mi sono fidata molto delle ostetriche che mi hanno tenuto il corso pre parto, che semplicemente sostenevano che l'olio di mandorle dolci è l'unico naturale e migliore per la pelle dei bambini, difatti negli ingredienti ci sono solo olio di mandorle dolci, punto. Ecco perchè non lo uso per mio figlio e nemmeno per me, da adolescente ad esempio ignorante in materia lo usavo spesso per me. Poi. Tanto di cappello se hai preso casa in campagna per far si che i tuoi figli respirino aria salubre, ma, credo, non vivrete reclusi, deduco che uscirete e frequenterete ambiente anche cittadino, o no? Quindi vivere in campagna è una scelta ottima, ma ciò non significa che i tuoi figli non respirino aria contaminata, MAI. Non so, mi sembra che tu ti sia sentita proprio attaccata come mamma, e non era mia intenzione attaccare o offendere nessuno, sia chiaro. D'altronde in questo post sponsorizzato di questo mio contatti, tutti e proprio tutti i commenti dicevano, ma non lo sai che sarebbe meglio non usarlo? Quasi nessuna delle mamme commentatrici di quel blog ha commentato in maniera positiva...poi ognuna fa le sue scelte, è chiaro.

      Elimina
    3. Scusami, non volevo essere secca. E' solo che per quel post ho ricevuto mille critiche quasi io fossi una untrice (e guadagnassi milioni da quel post)... :-) quindi avevo un po' il nervo scoperto...
      :-) Almeno nel mio post alcuni sostenevano che non ci fossero problemi (laureati in chimica se non ricordo male).
      Comunque, se posso, la città la evito (anche se ho i suoceri che abitano in una metropoli del nord) prediligendo scampagnate a giri in città grandi. Preferisco le cittadine che sicuramente hanno inquinamento, ma meno di una grande città. Ovviamente anche dove abito io c'è inquinamento perchè l'aria non ha muri che la tengono ferma ma non come dove abitavo prima (corso molto trafficato di Torino). Diciamo che gioco sulla quantità di occasioni, sperando che sia davvero la scelta migliore!

      Elimina
    4. Questa cosa dell'olio io nemmeno la sapevo, tra l'altro io a volte lo uso per me è poi, ora che ci penso bene, stava anche nella scatola omaggio che ti danno all'ospedale quando vai a fare i tracciati. Ma e' nocivo sul serio?

      Elimina
    5. Piky mi caschi sull'olio ;) non è nocivo è solo paraffina
      ahahaha scherzo gioia, ma io non uso prodotti che contengono paraffina, specialmente sui figli, e il bello è che non solo questa marca di prodotti per l'infanzia ha tante schifezze dentro. sarò fissata ma solo prodotti naturali che sì costicchiano ma io mi sento più sicura.... almeno finchè non verrà fuori che sono nocivi anche quelli O_o
      Aline

      Elimina
  9. Io non ho un blog, ma sono una mamma e leggo vari Mummy blog. Onestamente i post sponsorizzati non mi piacciono, non mi invogliano all'acquisto perché temo sempre siano di parte, ma la cosa che proprio più non sopporto è la mancanza di chiarezza e onestà: secondo me, bisogna scrivere all'inizio se un post è sponsorizzato e in quale modo (ti hanno inviato il prodotto per una prova, ti hanno pagato ecc). Purtroppo spesso molte blogger, anche note, sono in questo senso poco chiare. In generale i blog con tanti post sponsorizzati non mi ispirano fiducia e trovo ridicole le blogger, soprattutto poco famose, che offrono la loro collaborazione scrivendo per es. sulla pagina fb di un'azienda... Cosa nn si fa per avere qualche omaggino! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà per quel che so la dicitura post sponsorizzato va solo in caso di pagamento in denaro però non sono un'esperta e potrei sbagliarmi. Quando feci la recensione del ferro da stiro mi dissero di non inserirla ad esempio perché di fatto non ero obbligata a scrivere il post, non so se ho fatto bene Mi sa che mi dovro informare meglio per il futuro.

      Elimina
  10. Difficile... io non ho ricevuto queste mail, ma mi porrebbero in un bel dubbio, anche perché ho la tua stessa idea: un posticino di chiacchiere e di scambio di idee e vedute... penso che dipenda dal genere di prodotto, se centra o meno con la tua vita, con la tua quotidianità, perché no? e quel prodotto, una volta testato da te, avrebbe un valore speciale, se tu ci credi veramente!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso allo stesso modo ma sentire il vostro parere mi aiuta a chiarirmi le idee.

      Elimina
  11. ciao! Questo tuo post è uguale al mio che ho pronto da pubblicare per la settimana prossima!!! ˆ_ˆ Io ho fatto da tester anche prima di avere il blog. Non ci vedo nulla di male a fare quello che faresti di persona nel tuo blog ovvero raccontare di come ti sei trovata con un determinato prodotto! Come hanno ben detto le altre, dovrebbero valere i principi di trasparenza e onestà intellettuale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto il tuo post, un'occasione di confronto in più!

      Elimina
  12. A me è capitato diverse volte e ho parlato solo dei prodotti che realmente uso e per cui davvero potevo dare un'opinione.
    Nel mio blog ho anche la rubrica "testato per voi" in cui parlo di prodotti con cui mi sono trovata particolarmente bene. Non ci guadagno nulla ma, come dici tu, faccio come se avessi amiche a casa per un caffè e dicessi "Sai ho comprato questo e mi trovo molto bene!"
    Sicuramente con le mail/post sponsorizzati non ti arricchisci per cui se io fossi in te parlerei solo dei prodotti che usi e direi la verità, come faresti esattamente se avessi le amiche a casa per un caffè.
    Io farei così.
    Ciao
    Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, e' proprio quello lo spirito!

      Elimina
  13. Io ho ricevuto proposte x mettere dei link cliccabili pubblicitari, ma non ho mai accettato. Ho fatto due conti e non mi porterebbe nessuna entrata, ma solo pubblicità gratuita a loro, quindi ho sempre declinato. Proposte di altro tipo non ne ho mai ricevute, nel caso se il prodotto è valido perchè nn parlarne?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I link cliccabili non li conosco ma credo che non piacerebbero nemmeno a me!

      Elimina
  14. Se sono cose che ti piacciono e/o utilizzi, perché no? Nei salotti "reali" si parla anche di prodotti provati, con critiche ed aneddoti. Quindi perché non farlo anche nei salotti virtuali? Niente miele e condimenti zuccherosi, solo tanta sincerità...

    RispondiElimina
  15. Amica cara, tu saprei decidere la meglio!! secondo me, se decidi di farlo l'importante è che scrivi "post sponsorizzato" così chi a voglia di leggerlo lo fa. Io ho scritto un post sul famoso ferro da stiro e devo dire che alla fine lo uso sempre e sono contenta di averlo fatto:-)) . In linea generale i nostri sono dei blog personali e quindi riempirli di post sponsorizzati li priverebbe di quella spontaneità e bellezza che li contraddistingue.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. Alla fine della fiera.... io sono stata super invidiosa del vostro ferro da stiro ˆ_ˆ

      Elimina
    2. Guarda quel ferro e' favoloso! Sul serio!

      Elimina
  16. Io ho avuto la fortuna di essere contattata da aziende si cui usavo i prodotti (tipo chicco) oppure della quale mi sarebbe piaciuto poter provare qualcosa (tipo Stokke). Non ho mai specificato nel titolo post sponsorizzato perché credo che da quello che scrivo, e lo faccio con chiarezza, sia evidente che il prodotto mi sia stato dato in tester,e nonostante mi siano stati regalati se ci sono dei contro non mi tiro indietro nel dirlo. Io ho basato molti acquisti sulle recensioni di altre mamme e per me la sincerità è importante. Poi non tutti la pensiamo così, ma questo non vuol dire che tutte sbagliamo. Dal mio canto ti consiglierei di valutare anche in base alle esigenze tue e della tua famiglia, io non lavoro e il mio compagno lavoro solo da un paio di mesi quindi per noi qualsiasi opportunità sarebbe da cogliere al volo, ma io ad esempio accetto solo cose che reputo interessanti e comunque che siano in tema con il mio blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per stoke scriverei anche senza invito, sono prodotti eccezionali!

      Elimina
  17. Io nel mio blog ho accettato delle collaborazioni, ma solo con chi mi interessava, alcuni prodotti che mi sono stati inviati gratuitamente non li ho recensiti perchè non mi sono piaciuti, di altri ho parlato perchè mi sono trovata bene, comunque non mi hanno mai imposto niente le aziende, anzi i prodotti mi sono stati gentilmente inviati a casa senza neanche pretendere le recensioni...io credo che un blog possa piacere o meno indipendentemente dai post sponsorizzati, ah io lo scrivo sempre (aderisco al codice delle buone pratiche su mommit.com)...secondo me comunque non c'è nulla di male, anzi io leggo le recensioni di altre blogger e sono contente che esistano questa recensioni...possono davvero essere di aiuto...quindi bando alle ciance come si dice da me, io ti consiglio di provarci con le aziende che ti piacciono di più...se aderisci al codice delle buone pratiche non credo tu debba mettere post sponsorizzato, io comunque lo scrivo...aspetto delle belle recensioni ;-))) Buon fine settimana...Manuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo codice me lo devo leggere, ne avevo sentito parlare ma non l'ho mai guardato, spero che in passato non sia contravvenuta a qualche regola! ;-)))

      Elimina
    2. E' molto interessante questo codice delle buone pratiche ;-)
      Con questo post entri nella mia top of the post di questa settimana ;-) se ti va passa a trovarmi :-)))
      Buona serata
      Manu

      Elimina
  18. Mi è capitato di essere contatta un paio di volte ma per inserire più che altro banner cliccabili ma ho declinato l'offerta. A parte il guadagno esiguo non erano cose che mi interessavano.
    Vere proposte di scrivere post sponsorizzati non ne ho avute, quindi. Comunque ora come ora dubito che accetterei, forse in passato ci ho sperato anche un pò però adesso non mi va l'idea. Ma è un pensiero personale, si intende.
    Se tu hai l'occasione di provare prodotti interessanti e li trovi buoni e te la senti di metterli nella vetrina del tuo blog...perchè rifiutare? Anche se confesso che i post sponsorizzati mi danno sempre l'impressione di essere forzati, come ha già scritto qualche altra in un commento precedente. E' inevitabile, mi sa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta mi proposero un post sponsorizzato su un automobile e li declinai subito, ci sono dei uffici che "sparano" nel mucchio e non mi piace proprio per niente.

      Elimina
  19. Rieccomi qui, post piaciuto e messo nella TOP della settimana per leggerti e conoscere gli altri blog della classifica Clicca qui

    RispondiElimina
  20. se i prodotto ti interessano, fallo, Anche se, scrivere post sponsorizzati, non è affatto semplice…cioè, restare distaccati da quella che è la pubblicità e parlare solo come vorresti tu, almeno a me, non veien facile…c'è sempre una sorta di "rigore" e finzione che non mi lasciano completamente libera, per quanto il prodotto testato sia fantastico. Sarà che non ho granché esperienza, comunque prova! scegli quello che ti interessa di più e vai :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mai dovessi accettare il mio stile e' quello che conoscete tutti e non e' in "vendita"! ;-)))

      Elimina
  21. non li amo molti ne ho rifiutati diversi xke non erano in sintonia con cio che racconto nn mi va di fare del mio blog una vetrina ma se mi capitasse qlc inerente al tema del mio blog e fosse valido...perche' no. Quando alcuni blog che seguo ne fanno tanti perdo un po di interesse per la verita'

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso