LARINGOSPASMO E AMULETI

E' un periodo che una lunga coda di malanni, ci sta facendo la ruota. Abbiamo iniziato con una congiuntivite che ha beccato tutti, poi siamo passati attraverso strane bolle ed infine, in un alternativo week end di primavera, tra tosse e nasi che gocciolano, Cestino ci ha presentato il Sig. Laringospasmo.
Chi è? Cos'è?
E' un infarto per i genitori travestito da tosse da bambini.
Punto primo: si presenta di notte , o comunque mentre si dorme, e questo già da solo fa capire quanto sia str...o! La tosse è abbaiante e il respiro affannoso, gli arti molli e una sensazione di spossatezza molto forte. Guardi il tuo bambino, piuttosto malconcio, e ti dici "io qui non so, dove mettere le mani".

Se poi tutto ti succede di domenica, hai una sola alternativa: correre al pronto soccorso, mentre lui ti guarda con occhi spauriti e una costante fame d'aria.
Ora non vi faccio la cronistoria, ve la riassumo così: siamo tornati alle dieci di sera con una diagnosi precisa ed un Cestino più o meno, rimesso a nuovo, e no, se ve lo state chiedendo, non era l'Ospedale dell'altra volta, però vi riporto la cura e comunque le operazioni di primo soccorso che mi hanno insegnato (per la prossima volta ...dice).

Il laringospasmo è dovuto ad un'infiammazione della laringe le cui cause potrebbero essere molteplici, virus/batteri ma anche possibili allergie. Si presenta così di botto e quasi sempre di notte, con un episodio molto violento di tosse che porta a carenza di ossigeno, nel respirare...no dico carenza di ossigeno e fatica a respirare, non e' una bella diagnosi!
Passa con la somministrazione di CORTISONE che, anche se non ci piace, andrebbe tenuto sempre in casa e a portata di mano. Comunque al di la della cura che dopo vi prescriveranno, nell'immediato portate il bambino in bagno ed aprite tutti i rubinetti dell'acqua calda, in più preparate un aerosol con due flaconcini di cortisonici (a noi hanno prescritto aircort) e uno di fisiologica. Questo di per se, se l'attacco è molto forte, potrebbe non essere sufficiente e un dottore vi servirà lo stesso, ma è il primo soccorso ed è utile conoscerlo. Detto ciò, è bene pure sapere che non sparisce tutto di colpo, che ci vogliono giorni e diverse cure per dire di esserne fuori e comunque che se è venuto una volta potrebbe anche ritornare. In genere l'evolversi della cosa ha come step una tosse malefica da debellare con il grande amico dei bambini, Sig. Aerosol, e di sicuro una bella dose di antibiotico, non ve la toglie nessuno...io, visto il periodo particolarmente sfigato, per sicurezza, ci ho messo pure lo spargimento di sale per tutta casa ...e spero che basti!

...questo succedeva la settimana prima di Pasqua...Pasqua e Pasquetta le tralascio: qui sembrano non esserci state e la situazione ad oggi è questa: il ripiano della cucina trabocca di flaconcini e medicine che coprono ogni fascia d'età, la macchina infernale Areosol gira ancora per casa in compagnia di germi nuovi che son venuti da noi per passare le feste, io continuo a camminare buttandomi sale dietro le spalle e nel frattempo, mi sono munita di amuleti più sofisticati!
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

41 commenti:

  1. presente con tutto... bronchite, aereosol, antibiotici, cortisoni e broncospasmo..... ormai inizio a credere che solo agosto mi libererà da tutto ciò

    RispondiElimina
  2. so bene cosa sia l'infarto da laringospasma, il pronto soccorso ecc ecc.
    E posso dire con certezza che lo odio davvero.
    un abbraccio a tutti!

    RispondiElimina
  3. nuoooo, ma che feste sventurate... spero davvero che la situazione sia in ripresa...
    il larignospasmo mi manca, conosco invece bene il broncospasmo, con quella stessa fame d'aria infartuante per un genitore sprovveduto!!!
    In ogni caso, in bocca al lupo, forzaaaaa!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Feste da dimenticare...so che il broncospasmo si somiglia molto, ecco almeno uno dei due spero di risparmiarmelo!

      Elimina
  4. oddio dev'essere terribile:(((((( forza e coraggio! arriverà sta benedetta estate!! io quest'anno ho tolto il latte e abbiamo molto meno catarro per ora.. nn so se sia un caso o se é da qattribuire a quello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà quest'inverno il grande non si è ammalato quasi mai ma quando è successo lo ha fatto alla grande!

      Elimina
  5. Un bel corno? Sarebbe il caso di fartelo regalare!
    Scherzi a parte, in bocca al lupo, passerà prima o poi, speriamo prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scherzi, servirebbe eccome ma bello grande, soprattutto perché la sfiga sembra non doversi placare!

      Elimina
  6. Ma che cavolo, Maria Elena... tutti insieme? Comunque, grazie di aver scritto questo post, perché con la sfiga che ci ritroviamo, non sia mai che possa essere utile anche a noi!
    Un abbraccio a tutti voi. RIMETTETEVI PRESTO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero non vi serva mai ma sempre meglio saperle certe cose!

      Elimina
  7. Ma pverino come mi dispiace!!!!
    Comunque anche noi qui non ci facciamo mancare proprio nulla in questi giorni.. abbiamo passato le feste di Pasqua chiusi in casa.. e c'è stato pure il terremoto.... SOB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ribella anche la terra a questo clima strano e bizzarro che in più porta malanni...sembra una frase banale ma e' verità!

      Elimina
  8. zeno ne ha avuto una forma, fortunatamente blanda e leggera, a sette mesi circa. vista la giovane età il pediatra mi diede cortisone per via orale, e non aerosol.
    poi di nuovo lo scorso autunno.
    e comunque ogni volta che si prende tosse, raffreddore o similia, tende a diventare afono e con questa tosse canina che è terrificante, davvero.
    solidarietà e soprattutto auguroni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cortisone per via orale me l'hanno consigliato anche a me ma l'areosol e per l'immediato visto l'effetto placebo che ha sulla tosse e che aiuterebbe il recupero del respiro.

      Elimina
  9. Queste feste pasquali non hanno proprio risparmiato nessuno... Ma quando si parla di bambini è ancora peggio :( Guarite tutti presto!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I "vecchi" dicono eh e' il tempo ed hanno ragione, niente da fare!

      Elimina
  10. Chissà che spavento!! Spero possiate lasiarvi presto tuttoquanto alle spalle!! In bocca al lupo! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne siamo stato fuori compleatamente in una diecina di giorni anche se la tosse non se ne è' ancora andata del tutto

      Elimina
  11. anche noi ne soffriamo...che pena....poveri. Mi spiace...speriamo finisca preso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solidarietà! Speriamo solo che non si ripeta spesso...sarebbe meglio mai, ovviamanete

      Elimina
  12. capisco, eccome se capisco. vedere tuo figlio che sembra soffocare è la peggior cosa che possa succedere. quando è capitato al mio mi ha salvato solo l'avere a disposizione il fonendo x auscultarlo e quindi capire che respirava bene e si trattava di un problema delle alte vie respiratorie. Ho anche scritto un post sull'argomento se vi interessa andare a leggere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non stiamo parlando di un episodio pericoloso, la saturazione ad esempio era pressoché perfetta ma la paura e' stata tanta e non e' un bel vedere da genitori!

      Elimina
  13. Grazie per le icapisco benissimo! farò tesoro! Tieni duro! Ti capisvo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dritte che spero non servano ma come sai, la prudenza non e' mai troppa!

      Elimina
  14. allora, noi non credo abbiamo avuto un laringospasmo…ma una tosse continua per due ore di seguito, di notte, che s'è placata solo con il vomito, sì. E lì ho somministrato il cortisone, che è l'unico modo per placarla (logicamente perché il nostro pediatra ci prescrive quello, in queste situazioni). Era la notte tra pasqua e pasquetta…ecco.
    La macchinetta dell'aerosol ormai è un tutt'uno con il mobile del salone…tutte le volte che la metto a posto, nella sua scatola, mi vedo costretta a riprenderla; per scaramanzia ora è SEMPRE presente :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tosse malefica abita con noi tutto l'inverno, oramai non ci faccio più caso e così per mantenermi vigile e sveglia e' arivato il suo fratello maggiore: laringospasmo! Che famigliaccia!

      Elimina
  15. cavoli Mamma Piky, che Pasqua!!!
    Non sapevo del laringospamo e hai fatto benissimo a scriverlo...dovesse capitare saprei da cosa partire anche se credo che mi verrebbe comunque un mezzo infarto!
    Mi spiace per questo periodo di malattie..speriamo passi presto!
    La tosse ed il catarro, da noi, non hanno mai abbandonato il nano, così una volta al mese lo porto dal pediatra per controllare che non degenri in bronchite o polmonite e faccio la figura della mamma ansiosa ma per lui questo e altro!
    Forza Aereosol, fai il tuo dovere in casa Piky!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'areosol non ne può più. Grida vendetta e "rimettimi dentro!"

      Elimina
  16. buongiorno... rivedo in tutto e per tutto la mia Elena, il primo laringospasmo lo ha avuto a 2 anni, ed alle 4 di notte siamo corsi al pronto soccorso del Mayer qui a Firenze. Purtroppo è vero, possono esserci delle recidive ( noi di media 2 all'anno anche ora che la bimba ha 8 anni) ma se lo conosci sai come comportarti e noi non siamo più tornati all'ospedale di corsa. certo il cortisone lo abbiamo sempre pronto .. un abbraccio antonella - firenze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che lo conosco, stato più in guardia fin dalle prime avvisaglie e spero di non tornarci più nemmeno io, non con quell'ansia per lo meno

      Elimina
  17. Anche a noi successe con Chicca, all'alba del primo anno... niente pronto soccorso, non so da dove ma mi venne il lampo di genio dei rubinetti con l'acqua calda e con molta calma e sangue freddo passò.
    Ora ad entrambi ogni tanto torna, ma so riconoscerne i sintomi prima (di solito cominciano a tossicchiare già dalla sera), vado di aerosol e clenil, li lascio poco coperti e con doppio cuscino per farli stare alti e si tampona un po' una notte che comunque sarà insonne!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta se ci sarà, non mi lascio fregare!

      Elimina
  18. Le nostre cucine si somigliano! Conosco bene il laringospasmo e, per colpa dell'asma, fortunatamente a casa mia non manca mai il cortisone. Hai fatto bene a spiegare certe cose che altrimenti non ti dirà mai nessuno finchè non ti capita (ma a quel punto hai già perso trent'anni di vita!!). Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non sapevo nemmeno cosa fosse fino a quando non ci siamo passati e poi sono una che si informa eh!

      Elimina
  19. Pikina mia, che dramma!! Mi spiace per questa brutta avventura e per il fatto che ancora stiate combattendo :-(
    Però grazie per i suggerimenti di primo soccorso, che sono utilissimi!
    Un abbraccio, state su dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono consigli datemi dal personale medico che di sicuro possono andar bene per chiunque si trovi in situazioni simili, sperando che non servano

      Elimina
  20. Cavolo il laringospasmo non lo conosco, mente conosco benissimo Mr. bentelan (cortisone in pasticche), aircort per aerosol, di solito clenil + fisiologica...fino ad ora abbiamo vinto diverse bronchiti...ma questo mi sa che spaventa davvero...la frase "tosse che porta a carenza di ossigeno, nel respirare" mi da la pelle d'oca...meno male è passata... un'abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
  21. Con questo post sei nella mia top of the post di questa settimana...Passa a trovarmi se ti va...http://mammatraifornelli.blogspot.it/2014/04/top-of-post-7-29-aprile-2014.html
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...spero sia un post utile perché se e' vero che non e' stata una bella esperienza, e' pur vero che e' importante sapere.

      Elimina

Con un commento mi regalerai un sorriso