SIAMO TUTTE SUPERMAMME

Ultimamente quando leggo, ho bisogno di leggerezza, di sorridere e, se possibile, ridere di cuore. Mai come in questo momento la lettura per me soddisfa il bisogno di relax, di spegnere la mente, e dedicarmi un momento della giornata che sia solo mio. Per questo leggo di notte, e ho bisogno di parole facili e pensieri scorrevoli. 

Da un po' di tempo mi son pure convertita all' ebook e, presa da attimi di frenesia, ho riempito la libreria del kindle, di quello che fa al caso mio. Spesso il momento della lettura è preceduto da quello dell'acquisto e così, andando a naso, e seguendo un po' anche Amazon con i suoi "ti potrebbero interessare", sto leggendo il manuale di sopravvivenza "Guarda che è normale, siamo tutte supermamme" di Gianatti Silvia che secondo me, dovrebbe entrare a pieno titolo, in quelle scatole che ti regalano all'ospedale o dal pediatra quando sei in attesa o vai a fare una visita di controllo.
Questo libro è la verità, nuda e cruda, raccontata da una voce amica, di quello che ti succederà dopo la nascita del bebè. E' una risposta a quelle domande, assurde e non, che almeno una volta ci siamo poste tutte: ma il latte quando arriva? I dolori quando passano? Quando dormirà? Quando dormirò io? E poi ancora tutte quei dubbi esistenziali che ci fanno sentire inadatte, sole e spesso incavolate col mondo. Silvia parla anche dei papà, di cosa succede a loro e di conseguenza a noi come coppia, di quanto ci si capisce poco l’uno con l’altro ma di quanto ci si debba invece sostenere. Poi ancora di tutti gli aspetti pratici: l'igiene, lo svezzamento, le prime uscite

C’è un po’ di tutto e detta così sembra quasi un manuale tecnico, di quelli che ce ne sono a bizzeffe in circolazione, ma non lo è, credetemi. E' semplicemente la trasposizione scritta di quello che sta dentro le nostre menti, raccontato con quell'ironia a cui ogni mamma si aggrappa per sopravvivere ai momenti no! 

Come lettrice sono forse un po' fuori target, e teoricamente dovrei aver risolto gran parte dei dubbi di cui Silvia parla, e invece lo sto divorando e a ogni pagina ne imparo una nuova, un trucchetto, una visione obiettiva o al limite ne ricavo una risata.

Con questo post partecipo al Venerdì del libro di Homemademamma



Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

12 commenti:

  1. Per me sono temi ormai lontani, ma qualche anno fa ne ho letti molti. ;)

    RispondiElimina
  2. È già nella mia lista dei desideri letterari, anche se temevo di essere ormai "fuori tempo"!

    RispondiElimina
  3. Sono anche io un po' lontana da quella fase... però saprei a chi suggerirlo un libro così...

    RispondiElimina
  4. Anche io ho avuto fase di amore per certe letture ! Però mi hai incuriosita !!

    RispondiElimina
  5. Ho letto adesso il post di Lucia Malanotteno che parla di un libro simile a questo....forte ;-)
    Anche questo titolo me lo segno, magari farò una doppia lettura, con ironia e curiosità :-)
    Buona domanica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono entrambi molto carini, sdrammatizzano molto!

      Elimina
  6. Ottimo regalo per amiche future mamme! Grazie per il consiglio

    RispondiElimina
  7. allora me lo compro. sai com'è... ci sarò pure passata ma un ripassino...

    RispondiElimina
  8. interessante! A me era piaciuto "quello che le mamme non dicono" di C. Santamaria. L'ho regalato a tutte le mie amiche in attesa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono ripromessa di leggere anche quello...da un po' di tempo ho delle letture monotematiche!

      Elimina
  9. Ma dai??? È già nella mia lista desideri e forse l'ho anche già comprato, non vorrei sbagliare...comunque non è la prima volta che ne sento parlare bene! A 18 mesi di distanza credo che ancora qualche dritta mi serva...e sicuramente anche un po' di leggerezza! Poi i tuoi consigli sono sempre ben accetti, questa settimana ho parlato de "Il padre infedele", scoperto proprio grazie a te (ho messo il link alla tua recensione ma dal Cell mi Sa che ho fatto un casino...al più presto lo metto dal pc che è meglio!) mi è piaciuto molto...scoperto grazie a te <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il padre infedele mi è piaciuto molto, anche se a tratti non scorre molto, ma traspare benissimo la problematica che affronta e che spesso e' una conseguenza del diventare madre. Sapere che può succedere può servire per prevenire e affrontarla meglio.

      Elimina

Con un commento mi regalerai un sorriso