REGALA UN LIBRO PER NATALE: L'ESPERIENZA DI ELOISA

Ieri per il Venerdì del libro, vi ho raccontato la nostra partecipazione a #regalaunlibropernatale, di quanto ci sia piaciuta e delle scelte azzeccate che Eloisa, la mamma che Federica ha fatto per noi, 
Oggi per raccontare a pieno questa esperienza, lascio lo spazio a Eloisa che ringrazio di cuore per essersi prestata a questo resoconto a quattro mani. 

"Ciao a tutti, sono Eloisa, mamma di Riccardo 4 anni e Simone 21 mesi, appassionata di lettura da sempre, e di libri per bambini da molto meno tempo ma con davvero tantissimo entusiasmo! 

Ho conosciuto Federica di MammaMoglieDonna nel gruppo Facebook da lei fondato, La biblioteca di Filippo, e quest'anno ho deciso di aderire all'iniziativa #regalaunlibropernatale.


Si potrebbe pensare che sia un po' strano scambiarsi libri in dono con persone totalmente sconosciute, invece è una cosa davvero simpatica, e può risultare più arricchente di quanto ci s’immagini. Volete mettere poi la bellezza di ricevere la sorpresa di un pacchetto?

Quando ho ricevuto da Federica, l'abbinamento con Maria Elena devo ammettere di essere rimasta un pochino spiazzata: non mi aspettavo di essere abbinata a qualcuno che non fosse nel gruppo Facebook e con cui quindi non avevo mai avuto nessun contatto.
Ma poi abbiamo facilmente recuperato! Io e Maria Elena ci siamo scambiate le mail e accordate su quali sarebbero stati i criteri per il dono dei libri. Mi ha raccontato i gusti dei suoi bimbi, e che a Leo di 4 anni piacciono da impazzire i pirati, mentre Teresa, coetanea del mio Simone, è una piccola fan di Peppa Pig. Dal canto mio, le ho fornito un'infinita lista dei desideri, dove ho immaginato che avrebbe potuto trovare qualcosa che rispecchiasse un po' anche i suoi gusti.
Alla fine io ho deciso di prendere per Leo il libro "I pirati della porta accanto", un libro con protagonista una strampalata famiglia di pirati. Per la piccola, invece ho fatto un po' la sfacciata e ho chiesto a Maria Elena se potessi prendere qualcosa di diverso da Peppa. Non tanto perché non mi piaccia, perché anche Peppa ha il suo perché, quanto perché è davvero onnipresente e mi sarebbe piaciuto regalare qualcosa di più particolare e meno conosciuto... e così ho messo in viaggio Il Libro Cane, che noi stessi abbiamo ed è adorato dal mio secondogenito che alla seconda lettura di "Babbà", come lo chiamava lui all'inizio, aveva già capito tutti i gesti da fare. Per chi non lo conoscesse, è un carinissimo libro interattivo per i più piccoli.


E invece Riccardo e Simone cos'hanno ricevuto? 
Devo dire che Maria Elena ha fatto proprio bingo con noi! Per il piccolo Simone, amante dei trenini in tutte le loro forme e declinazioni, è arrivato un libro tattile dell’Usborne della collana Carezzalibri, dal titolo "Dov'è il mio trenino?" che Simone si porta in giro dicendo entusiasta "Ciuf Ciuf! Ciuf Ciuf!!"


Per Riccardo invece è arrivato un libro dal sapore natalizio. L'avevo messo in whishlist perché volevo un libro sul Natale religioso, che però avesse anche la caratteristica di avere delle belle illustrazioni, ma ormai pensavo di prenderlo per il Natale successivo. E' stata una bellissima sorpresa riceverlo, il libro si intitola "Natale, un incantevole racconto" di Mary Joslin con illustrazioni di Alida Massari della casa editrice Il pozzo di Giacobbe e riporta fedelmente la storia della nascita di Gesù, chiaramente riassunta, con un testo adeguato a un bambino di 4 anni. Le illustrazioni sono molto belle, con dettagli dorati che rimandano proprio al Natale. 

La cosa più incredibile è stata la curiosità che ha generato questo libro. Mio figlio finora non aveva ricevuto particolari insegnamenti religiosi, e invece questo libro ha scatenato una serie incredibile di domande a cui io faccio fatica a rispondere "Perché Erode voleva uccidere Gesù? Cos'ha fatto poi Erode? E Gesù è vivo o morto adesso? E dov'è? Chi è Dio?". Mio figlio di neanche quasi 4 anni e mezzo mi mette davvero in difficoltà, rispondere a queste domande è una vera sfida, ma sono orgogliosa della sua curiosità, perché tutto questo fa in ogni caso, parte della nostra cultura. Devo dire che credo che questo libro sia uno di quelli che ha fatto più breccia, lo cerca spesso, ed è di grande stimolo per lui. 


#regalaunlibropernatale è stata davvero una bellissima esperienza, sono sicura che replicheremo anche il prossimo anno!

Ringrazio Federica per averla proposta e per avermi abbinato a Maria Elena, credo che niente accada per caso e se non fossi stata abbinata a lei, la nostra famiglia non avrebbe avuto questa opportunità di crescita!

Un bacione a Leo e Teresa e a un saluto a tutti i lettori del blog!!"

Grazie di cuore Eloisa per la tua partecipazione e per averci raccontato il tuo #regalaunlibropernatale! Al prossimo anno!



Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

4 commenti:

  1. E' stata un'esperienza positiva per tutte mi sa...

    RispondiElimina
  2. Bellissima esperienza! L'emozione di ricevere libri per i nostri figli da sconosciuti è qualcosa di incredibile! Bello, bello, bello!!!

    RispondiElimina
  3. bellissima esperienza in effetti

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso