IL MONDO È UN BEL POSTO DOVE VIVERE


A volte non ne sono così sicura, della verità del titolo intendo, di certo c'è che "il mondo non è il posto più sicuro dove vivere" ed è proprio in questo posto che io sto cercando di crescere i miei figli. Fa paura.

Tempo fa, la psicologa della scuola mi spiegava che dire continuamente ad un bambino "Attento" significa far passare il messaggio che il mondo sia pieno di insidie e  pericoloso. "E non è forse così?" chiesi "In fondo gli direi solo la verità e lo metterei in guardia".

"Ok però sappi che stai piantando il seme della diffidenza, della paura e del suo non essere libero" "Non libero perché?", "Perché non riuscirà ad amare quello che ha intorno, sarà troppo occupato a guardarsi le spalle".

Ci ho riflettuto su e si, devo dire che il concetto è bello e lei di sicuro ha ragione ma a sentire quello che ci accade intorno, c'è da tremare. Oramai evito il telegiornale e sorvolo pure sulle pagine di cronaca dei quotidiani. Di fronte a certe notizie il Principe cambia addirittura canale e facciamo anche fatica a parlarne. 
Sempre più spesso mi tornano alla mente le parole di mia madre che mi diceva "Se un giorno avrai figli, capirai", aveva ragione. A volte mi sento "vigliacca" a non voler sapere, certi eventi fanno male come se stessero accadendo a me e sono consapevole che, per come sono messe le cose, nessuno può considerarsi "al riparo".

C’è rabbia, c’è follia, c’è tristezza e il mondo si rassegna, china la testa, piange le sue vittime ma è impotente. Non sa contrastare e nemmeno più combattere. Dal terrorismo che dilaga, alla strage di Tunisi, ai 149 sogni infranti tra le montagne francesi e poi la cronaca sempre più cruda e dura, tragedie che nessuno sembra nemmeno più spiegarsi e che ci lasciano attoniti a chiederci "perché?". Poi mi volto e guardo loro, guardo noi, la bellezza della vita non si può spiegare, ne insegnare, si capisce solo se la vivi senza lasciare che la paura ti fermi. Questo auguro ai miei figli perché non ci siano mai più Pasque in cui debbano guardarsi alle spalle. Auguri a tutti voi! 
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

13 commenti:

  1. Che belle parole!
    Se pensiamo alle brutture del mondo, dovremmo chiuderci in un bozzolo e non uscirne più.
    Ma siamo nati per essere felici e dobbiamo tutelare la nostra felicità e quella di chi amiamo. Quindi, credo che educare i nostri figli ad essere felici, amare e fare del bene al prossimo sia la ricetta della felicità.

    Tanti auguri di buona Pasqua anche a te!
    La luce vince le tenebre, sempre!

    RispondiElimina
  2. Hai ragione su tutto. Ma io credo che sarebbe come non mangiare perchè c'è la fame del mondo e credo che la verità sta nel mezzo. Cercherò di insegnare ai miei figli a valutare: se possono amare o guardarsi le spalle, di volta in volta. Non voglio crescere degli ingenui, ma nemmeno dei diffidenti. Non sarà facile, soprattutto in questo mondo...ed è per questo che accenderò spesso dei ceri in chiesa....

    RispondiElimina
  3. Oh scusa la maleducazione! Auguri anche a voi! In questo momento sono le 5.40 del mattino e, armata di un'influenza intestinale a mio carico ho appena finito di pulire casa che era al limite della decenza, consolare Giulia con i crampi, calmare Lele per un brutto sogno, pulire piscio di cane in calore per tutta la taverna perchè il mio cane - appena castrato in corsa - è scappato dal trasportino e l'ha fatta ovunque.... ma l'abbiamo salvato dal vicino che voleva dargli una badilata in testa perchè continua a sdradicargli porta e recinti per farsi l sua cagnetta, con tanto di chiamata ai carabinieri....W la Pasqua...

    RispondiElimina
  4. Sai, mi pareva di essere l'unica ad aver paura di questo mondo. Ad avere paura per i miei nipoti, per mia figlia, anche se è grande. L'ho detto tante volte, ma siccome sono ansiosa io, non mi rispondeva nessuno, sembrava che le angosce fossero solo mie. Mi rincuora sapere che anche tu hai paura del futuro e di questo mondo. Lo so, non bisognerebbe, ma non ci si può coprire gli occhi, giusto? Speriamo che i nostri piccoli crescano in un mondo più sicuro, ma oltre a sperare non so cosa fare...

    RispondiElimina
  5. Quanto è difficile trovare un equilibrio in questo mondo! Buona Pasqua a tutti voi!

    RispondiElimina
  6. Io dico "attento!!" ogni due secondi...O_o mi fai riflettere...
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  7. Tanti auguri di buona Pasqua!

    P.S. penso che dire "attento!" sia meglio che dire "fermo!". Che ne dici? :)

    RispondiElimina
  8. Hai pienamente ragione sai...
    Tantissimi auguri carissima <3

    RispondiElimina
  9. Purtroppo la bellezza della vita non si può insegnare ma solo vivere!
    Un abbraccio e tantissimi auguri di Buona Pasqua anche se in ritardo😘

    RispondiElimina
  10. Cavoli. Hai perfettamente ragione. Anche noi cerchiamo di non sapere, non guardare, a volte vorremmo anche non capire. E non parlo solo di cronaca e terrorismo, ma anche di olistica, economia e altro. Perché accorgersi della bruttura del mondo fa davvero paura, così come questa mancanza di prospettive di miglioramento e questa depressione serpeggiante è giustificata. cerco di sorridere e pensare che lo devo al mio bambino, devo dargli più ottimismo e serenità possibile perché solo così potrà fare il pieno per affrontare il mondo.

    RispondiElimina
  11. come è vero quello che scrivi. Per fortuna e purtroppo, a seconda! la scena del canale cambiato è la stessa che a casa nostra. E' vero, a volte il mondo mette paura e- quel che peggio- le persone. Eppure non riesco a non pensare che ci sia più bellezza che orrore, non riesco a non fidarmi delle persone, a volte anche oltre ogni ragionevole dubbio. E' così, non posso farci nulla!

    RispondiElimina
  12. Si a volte dubito anche io della bontà di questo luogo e della sua inadeguatezza ad accogliere i nostri figli. Ma, insieme a tanta bruttezza c'è anche dell'enorme bellezza. La difficoltà, come sempre è saper credere nel mezzo.
    Raffaella

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso