STANCHI MA FELICI (cronaca di una festa bestia)

Forse stavolta ho esagerato, e ci sono stati dei momenti in cui mi son sentita tanto una protagonista di Party Mama's, ma compiere "una mano", l'ho visto come un traguardo serio, da non far passare inosservato e in più, lui erano due mesi che chiedeva "una festa bestia", e non ci ha lasciato molta scelta ... detto questo: son le una di notte, siamo stanchi ma felici!

A casa nostra organizzare una cena, una festa o chicchessia, ha sempre un'incognita di fondo, perché con 80 mq interni e una Dinastia, tra amici e parenti, che anche JR se la sogna, l'unica possibilità per accamparli tutti è il cortile di casa, ciò vuol dire che se piove son cavoli amari. L'organizzazione quindi parte molto prima della festa, inizia con le previsioni del tempo a 15 giorni e finisce con la consultazione dell'app Il Meteo ogni 15 minuti. Abbiamo alternato allestimenti di sedie e palloncini a occhiate verso il cielo e quelle due o tre gocce cadute per sbaglio, hanno seminato il panico a piene mani. 
Il regalo era pensato nei minimi dettagli, niente di trascendentale, macchinine di Cars per intenderci, ma perfette per lui. Il menù adatto ai partecipanti e la "location" senza pericoli, con in più l'aggiunta di quegli aggeggi gonfiabili capaci di trasformare ogni bambino in Yuri Chechi alle Olimpiadi.

Tardo pomeriggio e iniziano ad arrivare i primi invitati, lui è contento ma emozionato, scarta pacchetti e ringrazia, dispensa baci e sorrisi e piano piano si scioglie. La sorella, gli conta i passi, non ha ben chiaro il concetto di "festeggiato" e fa la prima donna neanche fosse su un Red Carpet. 
Il buffet è allestito e timidamente i piatti iniziano a riempirsi, altri bambini in arrivo e il volume si alza di almeno un tono. 
Il cielo si rasserena e si stappa qualche bottiglia. Tempo dieci minuti e regna sovrana l'anarchia. Oramai tutti sono a proprio agio, continua ad arrivare gente, e i vassoi si svuotano schioccando le dita, faccio su e giù per le scale portando viveri a pacchi e abbandono le scarpe in favore delle hawaianas. 
Il Principe al barbecue sforna salsicce come se fosse il suo mestiere e anche se non riesco ad addentarne nemmeno una, in compenso brindo con tutti. 
La stradina che porta a casa nostra è oramai un parcheggio a tutti gli effetti e anche se qualcuno manca non è il caso di sottilizzare perché quella che abbiamo di fronte, ha tutte le caratteristiche della festa tanto sognata. Il prato è ricoperto di giochi, una piccola porta da calcio, fa improvvisare su due piedi una sfida in piena regola, con tanto di rigori, i più piccoli litigano che è una meraviglia ed io, non so come, mi ritrovo a piedi nudi a saltare sul "Jungla Fun".
La torta di compleanno se l'è scelta da solo, gusto, forma e candeline e ha fatto Bingo: manco Silvan sarebbe riuscito a farla sparire più velocemente. 
Il tramonto è passato da un pezzo, i lampioni del piazzale illuminano poco e male ma nessuno sembra curarsene e sono arrivate pure le stelle. 
Lui sta festeggiato alla grande e noi abbiamo anche rivisto amici che mancavano da troppo tempo e che nel frattempo si son pure riprodotti. 
Ogni età è egregiamente rappresentata, dalla settimana di vita ai novanta anni, tutti stanno brindando con noi ed è "festa bestia" proprio come la voleva lui.
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

9 commenti:

  1. Bella festa... Che bello avere un cortile, che bello avere una famiglia numerosa, e soprattutto che bello avere mamma e papà pronti a tutto pur di far felice il proprio piccolo!

    Maira

    RispondiElimina
  2. Io adoro le famiglie numerose, tanti amici intorno e...le "festive bestia" piene di cibo, calore e affetto, come si capisce che è stata la vostra!!!
    Complimenti!!!
    E tanti auguri al piccolo fan di cars, ovviamente!

    RispondiElimina
  3. Auguri !!!! Da come la descrivi dev'essere stata una festa meravigliosa:-)

    RispondiElimina
  4. "feste bestia" sono un gran bel festeggiare......... adoro le feste così con tante agente con la spontaneità--..... e la gioia di condividere un traguardo così importante!!!!
    auguroni e viva le feste bestia!!!!
    ciao veronica

    RispondiElimina
  5. "Festa bestia" è bellissimo!!! Mi piacciono un sacco le feste in giardino con gli amici, i parenti, le persone che ti vogliono bene. Mi sono auto organizzata una festa a casa mia per salutare tutti gli amici prima della partenza e spero sia proprio una festa bestia!!!!

    RispondiElimina
  6. Bella festa!!! E comunque....separate alla nascita....io sto preparando la festa di Lele. E' l'una di notte e ho finito adesso di confezionare gli inviti (solo il format, è tutto ancora da stampare e incollare), i segna cupcake e segna panini. Molto molto fiera di me! Sono solo un mese in ritardo rispetto alla festa di Giulia e anche la nostra sarà all'aperto, con la fortuna di avere la taverna nel caso piova....ancora addobbata di bianco e di azzurro con fiocchi di neve pioventi dal soffito...Ce la possiamo fare!

    RispondiElimina
  7. Che fortuna avere un bel giardino!
    Da noi, con una casetta mignon,male feste bestia diventano l'invasione dei lanzichenecchi, ma alla fine quando tutti sono felici chiudi un occhio e pensi alla casa devastata solo alla fine.
    Complimenti per la tua super organizzazione! Mi piacerebbe saper fare feste bestia come la tua!

    RispondiElimina
  8. Wow che bella festa!!!Vorrei essere brava e serena e organizzare una festa così tra qualche anno!Augurissimi al cucciolo!

    RispondiElimina
  9. Che bella festa avete organizzato!Auguroni!Sì, la casa viene messa a dura prova quando c'è tanta gente, il giardino è la soluzione migliore!:-)
    Grazie delle tue parole, mi hanno confortato molto, deve essere stata molto dura anche per te!Un bacione!

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso