LETTURE ESTIVE. IL PODIO

Avevo una lista, scritta prima di fare la valigia, un gruzzoletto di eBook che erano di sicuro un bel bottino da portare con me insieme a costumi e prendisole. Non sono riuscita a leggerli tutti ma a pensarci bene, due libri letti in due settimane non è male per me, come risultato, soprattutto se penso al resto dell'anno, quando vado avanti a singhiozzo e a meno di un capitolo a sera prima di crollare stramazzata dal sonno. Soddisfazione massima per tutti e due e applausi a piene mani per gli autori. Un grazie di cuore ad entrambi per avermi accompagnato nel più piacevole dei modi, in questa fuga estiva dalla realtà. 
Ve li racconto in ordine di lettura ma entrambi si meritano l'oro.
NOTTI IN BIANCO E BACI A COLAZIONE di Matteo Bussola...per me un capolavoro, divorato in una manciata di giorni e che mi ha regalato belle sensazioni dalla prefazione ai ringraziamenti. Il libro è autobiografico e in superficie racconta di come un uomo, diventato padre, possa decidere di cambiare tutto per dedicarsi quasi esclusivamente alla propria famiglia e alle proprie figlie, lasciando alla propria compagna lo spazio per altro e per la carriera, rivestendo un ruolo che da sempre e' considerato "delle donne". L'anima del libro tuttavia è un'altra, ancor più bella e speciale, la parte dai cui trarre insegnamento ... Il rapporto padre-figlia che dilaga tra le righe e i racconti, che spesso mi ha fatto sentire inadeguata come madre, che mi ha dato un altro punto di vista, migliore del mio e forse più giusto e che mi ha permesso di comprendere di più quella "paternità" che a volte noi mamme snobbiamo, credendoci quelle che sanno di più, che fanno di più, e che lo fanno meglio. 
TUTTO IL RESTO È OSSIGENO di Valentina Stella. Il suo racconto, l'ho già detto a lei, "è ossigeno", e' uno di quei pochi libri, che oltre ad essere bello, e' arrivato al momento giusto e che mi ha trovato con lo stato d'animo adatto ad accoglierlo. Pochissime altre volte mi è successa la stessa cosa e questo fa di lui una di quelle letture che rasenta la perfezione. È scritto nel linguaggio che piace a me, ambientato in una città che amo, lungo abbastanza da non essere superficiale e corto altrettanto da non diventare "brodoso". Sara e Arturo e con loro Giulia, la loro bambina di sette anni, una storia d'amore e di famiglia che sta per crollare o che forse è crollata già da tempo. Sara l'ho amata da subito, Arturo no, Arturo già all'inizio mi era un po' antipatico forse per quel modo di fare che hanno alcuni uomini quando sono in difficoltà, e che preferiscono scappare a tutto il resto...tuttavia gli ho dato una chance fino all'ultima riga e sono giunta alla conclusione che se non mi fosse stato così antipatico, il libro non mi sarebbe piaciuto allo stesso modo. Il finale è stato quello che non mi aspettavo ma quando è arrivato ho capito che era proprio quello che avrei voluto. Grazie Valentina. 

Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

9 commenti:

  1. Anche io ho adorato notti in bianco e baci a colazione l'ho trovato poetico e quei dialoghi con le bimbe di una profondità e sincerità disarmante! L'altro mi manca! Ma è già in lista!

    RispondiElimina
  2. Dopo il tuo elenco, li avevo messi tutti in lista e ora sto aspettando che la biblioteca del paese me li faccia arrivare, perché nelle sue piccole librerie di qui non ci sono. Mi rendi sempre più curiosa! E poi due libri in due settimane, al mare con i bambini, e' un buon risultato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono anche le versioni eBook se non li trovi cartacei

      Elimina
    2. Eh, lo so. Qui posso anche fare il prestito di ebook, pensa, però leggere sull'IPAD è una faticaccia e non ho ancora comprato eReader

      Elimina
  3. Un libro a settimana è una buona media. Conosco il primo, ma non l'ho letto. Il secondo me lo appunto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono entrambi bellissimi, storie di famiglia, di figli e d'amore

      Elimina
  4. il libro di Vale è super, io l'ho divorato e rimuginato un sacco!

    RispondiElimina
  5. Io ho amato il libro di Valentina Stella. Anche a me ha sorpreso il finale. Ma devo dire davvero coivolgente e come dice verdeacqua ti fa rimurginare tanto

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso