IL NATALE CHE VORREI

Cosa vorrei che i miei figli si ricordassero dei loro Natali da piccoli? 

Ho provato a pensare a ciò che mi ricordo io. 

Mi ricordo di quell'anno in cui mia madre si era dimenticata non so quale ingrediente per la cena e mi spedì a piedi, fino alla bottega del paese per prenderlo. Le luminarie sulla strada erano molto esagerate, quasi pacchiane ma quella passeggiata di notte da sola, fu quanto di più magico potessi vivere.

Mi ricordo di quando decisi che dovevo far regali a tutta la mia famiglia e con i pochi spiccioli che avevo da parte, comprai per mia sorella una riga e una squadra per la scuola. Pagai 500 lire e mi sembrò un bel regalo.


Mi ricordo una mattina del 23 dicembre primo giorno di vacanza e prima volta che ottenni il permesso per prendere l'autobus e andare in città, a visitare uno dei primi mercatini natalizi. Comprai regalini per tutte le amiche e per me un paio di guanti di mille colori.

Mi ricordo un pomeriggio quando inaspettatamente mia madre mi disse di uscire insieme, avevo bisogno di un paio di scarpe nuove e di quel pomeriggio ricordo tutto ad eccezione delle scarpe.

Mi ricordo di me inginocchiata davanti all'albero addobbato la sera di una vigilia, suonare con il flauto le canzoni di Natale e mio padre implorare pietà perché la finissi al più presto.

Mi ricordo il sapore delle pinoccate e degli amaretti fatti in casa.

Mi ricordo di quando con mia cugina scoprimmo che Babbo Natale aveva nascosto tutti i regali in garage e che comunque per fortuna a me sarebbe toccato quel Cleto Ripeto desiderato per mesi.

Mi ricordo del Presepe Vivente fuori dalla chiesa dopo la messa di mezzanotte. La passeggiata infreddoliti per tornare a casa e quel silenzio irreale che c'era nell'ultimo tratto prima di arrivare sotto il portone.

Mi ricordo il suono delle campane.

Mi ricordo la mattina del 25 dicembre tutti in pigiama a farci gli auguri con zii e cugini su e giù per le scale e mio padre che metteva sempre un po' di musica.

Mi ricordo le partite a tombola.

Mi ricordo Adeste Fidelis e di un anno mi ricordo la neve.



Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

3 commenti:

  1. Tienli stretti questi bellissimi ricordi. E non importa se oggi è diverso, è sempre bellissimo. Buon Natale di tutto cuore, Maria Elena!

    RispondiElimina
  2. Che belli i tuoi ricordi! Piccoli momenti di vita che sono preziosi per ciascuno di noi e vanno serbati nel cuore!

    RispondiElimina
  3. Grazie per aver condiviso questi ricordi :') mi sembrava di essere un po' lì e comunque amo sempre i salti nel passato <3

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso