"DA DOVE LA VITA E' PERFETTA" di Silvia Avallone

Quando io parlo di libri, faccio pena. Nel migliore dei casi, non si capisce granché di quel che dico e vorrei dire, nel peggiore, confondo così tanto le idee a chi legge, che se pensavi di comprare un thriller, puoi ritrovarti tra le mani un saggio sul Karma e la reincarnazione. 
Le recensioni dove ti raccontano la trama, io per prima non le leggo, figuriamoci se le scrivo. Poi scrivere una recensione letteraria beh insomma non è proprio come andare al super e ordinare affettati per cena, non è roba da "gente comune" insomma, ci vuole un po' di esperienza per "recensire"... sempre poi che sia giusto "recensire un libro". 
Io quindi quando parlo di libri, vi dico sempre e solo cosa mi è piaciuto, magari ve lo dico con tanta foga, che potreste pensare "Naaaa questo libro fa schifo, non lo compro di sicuro"
Beh sappiate che non era questo l'intento. 
quindi….


Silvia Avallone a me è sempre piaciuta, fin dai tempi di Acciaio, il suo primo romanzo. 
Mi ricordo molto bene quella sera d'estate di qualche anno fa, in cui a notte fonda, tifai per lei, alla finale del Premio Strega. Arrivò seconda. 
Ho sentito che molti pensano che la sua scrittura sia sì scorrevole, ma il genere e le trame, siano roba da ragazzini, tra l'altro come se questo fosse un difetto mentre, se posso dirlo, ce ne fossero di libri così ben scritti per i ragazzini....comunque leggendo "Da dove la vita è perfetta", ho pianto all'inizio, alla fine e, sparso qua e là, pure tra i capitoli e a farmelo apprezzare così tanto, credo sia stata proprio la mia età (non propriamente da ragazzina) e il mio essere mamma. 
Mi sono innamorata dei personaggi, per alcuni ho tifato, altri li ho odiati fin da subito, per altri ancora ho provato pena, ma tra loro ho trovato quella che fin dall'inizio, per me è stata "la protagonista" del romanzo e il filo di tutta la storia. Potrebbe essere lo stesso per voi, oppure potrete sceglierne un altro, e lei odiarla, potrete trovare tra le pagine la vostra storia, e questo è il bello dei libri come questo, dove personaggi diversi, con storie diverse, apparentemente staccate, conducono tutte allo stesso magnifico finale. 

Grazie Silvia, l'unica cosa che non amo dei tuoi libri e che prima o poi finiscono... ma io aspetto il prossimo! 
...nel frattempo voi passatemi qualche titolo che sono a corto e con l'arrivo dell'estate, è gravissimo! 

Questo post partecipa al Venerdì del Libro di Homemademamma
Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

5 commenti:

  1. Io ammetto di non aver ancora letto nulla di questa autrice anche se ho Acciaio in wish list da un bel po'. Da come parli del libri proposto oggi mi par di capire che sia il caso di recuperare le mie mancanze al più presto. Grazie del consiglio. Buon fine settimana e buone letture!

    RispondiElimina
  2. Io credo di aver letto solo Acciaio e m i è piaciuto tantissimo!
    Segno anche questo!
    Grazie!

    RispondiElimina
  3. Pur avendo in lista Acciaio, non ho ancora trovato il tempo di leggerlo. Ne ho sentito parlare tantissimo e, come in questi casi sempre, ho preferito aspettare un po' per leggerlo ma ho intenzione di farlo. Oppure potrei iniziare da questo romanzo, cosa ne dici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei ha scritto tre romanzi, Acciaio, Marina Bellezza e Da dove la vita è perfetta. Sono tre romanzi a se, puoi partire da qualunque di essi ma scommetto che li leggerai tutti. Ora dimmi di te, anzi di voi...come state? Che fate?

      Elimina
  4. L'ho letto però se devo essere sincera l'ho trovato un pò scontato sia nei personaggi (secondo me ci sono troppi clichè) sia nel finale. Non sono troppo specifica perchè non voglio svelare nulla della trama. Alla fine l'ho letto volentieri ma non lo annoverei tra i miei preferiti ecco.

    RispondiElimina

Con un commento mi regalerai un sorriso