#TOP5SUMMER...il meglio di quest'estate


Sono raffreddata da una settimana, ho mal di gola e naso che gocciola, ho rimesso la trapunta nel letto e acceso pure una volta il camino. Direi che sono pienamente titolata per dire che l'estate è finita. 

Ho voluto aspettare fino ad ora per rispondere alla chiamata di Mamma Avvocato che mi aveva convocata per l'iniziativa di #TOP 5 SUMMER ideata da Elisabetta (tra l’altro non la conoscevo ed ho scoperto un blog creativo veramente bello), perché la coda della stagione poteva sempre riservare novità. Ed ora tiro le somme.

Una canzone, un libro, un cibo, il trittico perfetto per ricordarmi questa meravigliosa estate. Forse una delle più stancanti, per il caldo, per le ferie arrivate tardi e tanti imprevisti sparsi nel mezzo, ma anche una delle più belle che io ricordi, con tanti momenti da incorniciare e tutti gli altri da non dimenticare.

La canzone. 
È facile scegliere. 
Abbiamo cantato tanto a squarciagola, specialmente la sera in giardino sotto le stelle e la musica ci ha accompagnato ovunque. I tormentoni dell'estate li sappiamo tutti ma si sa come tutti i tormentoni, dopo un po' sono un "tormento". 
Lei no. Lei l'abbiamo ascoltata tante volte e tante altre l'ascolterei. "I love my life" di Robbie Williams, forse non è proprio una delle canzoni dell'estate, ma ha dato il via alla nostra di estate con i bambini della scuola che l'hanno cantata a squarciagola, quel 10 di giugno, al maestro che gliel'ha insegnata ma che hanno dovuto salutare. Se ci penso piango ancora.

Il libro.     
Ho letto tanto e di titoli da proporre ne avrei. Da Brizzi alla Lanzilli, sul tema materno, a L'amore addosso di Sara Rattaro e tanti altri. Tra tutti però scelgo lei, Selvaggia Lucarelli con Dieci piccoli infami, perché mi ha divertito tanto e fatto pensare ai miei personali "dieci piccoli infami", un brainstorming molto terapeutico.

Un cibo.   Il miele senza dubbio. Il miele delle seadas, dei ravioli fritti, delle treccine. Il sapore e il profumo che più di ogni altro mi ricorda il mare, la nostra vacanza e questa indimenticabile estate.

                                                                                                                                                          

Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

3 commenti:

  1. Sono felice che tu abbia così tanti bei ricordi! Spero che la prossima estate siano ancora più belli (così l'aspetti con un sorriso in più!)

    RispondiElimina
  2. Wow, un'estate felice e piena di libri, evidentemente! Ora però vorrei assaggiare suadas, ravioli fritti e freccine, che non conosco, perché adoro il miele!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dolci sardi Giulia. Io non li so cucinare e a parte in Sardegna, non ho mai trovato posti dove mangiarli, però sono qualcosa che ti rende "dipendente" e avranno ennemila calorie a porzione ma ne vale la pena!!!!!

      Elimina

Con un commento mi regalerai un sorriso