LA ISLA

 


Sono legata a questo luogo quasi quanto al posto dove sono nata, ma se la città dove vivo, mi tiene a sé principalmente per i legami che si porta dietro: la mia famiglia, gli amici e più di 40 anni di persone, a questo posto è bastato il luogo: il paesaggio, la natura e, scontato dirlo, il mare.

Una grande responsabilità in verità ce l’ha la stradina che da “casa” s’ inerpica su su verso il centro storico del paese, fino alla piazza del comune, passando davanti alla chiesa, e che poi, improvvisamente, cambia la sua pendenza come se si tuffasse a capofitto, ed è proprio lì, nello scavalcarla, in quel declivio, che a bocca aperta ci si trova di fronte al mare più bello del mondo. Una distesa blu con qualche vela in lontananza che mi ha catturato oramai definitivamente lo sguardo e il cuore e che è diventata l’immagine e la sensazione che per me rappresenta al meglio questo posto: casa.

Dopo anni in cui ho percorso in lungo ed in largo le sue stradine, le piccole piazze, i portici, e quando penso di conoscerla ormai a memoria, m’ incanto inebetita davanti ad un balcone che sembra messo lì per caso ma che è la cornice perfetta di quella vecchia casina, o di fronte a quell’anfratto di spiaggia dove ho fatto il bagno mille volte ma che ora più che mai, mi sembra il luogo perfetto.

Mi rapiscono i profumi, il ginepro, la ginestra, l'elicriso e tra tutti l'odore del sale. 

Il sapore del miele, dei pomodori maturi, il gusto dolce del mirto ghiacciato. 

I colori, tutte le sfumature del blu, mischiate al verde della macchia e all'ocra della terra.

Arrivo qui già con il conto alla rovescia in tasca, ogni giorno che vivo è un giorno che passa, un giorno in meno e sono sempre più vicina a quando “me ne dovrò di nuovo andare”. Per questo mi sento “ingrata” e “incontentabile” quasi “in colpa”, non in diritto a immaginarmi in una vita diversa, una vita qui.

Osservo la gente, la gente del posto, e penso sempre più spesso che vorrei essere lì al posto loro, anzi no, vorrei essere lì insieme a loro, e se non fosse per le persone e le scuse che trovo dall’altra parte del mare, forse l’avrei già fatto!


Share on Google Plus

About mammapiky

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso